Boeing 747, ultimo volo. Addio al Jumbo dopo 50 anni o quasi

Anche i miti vanno in pensione. E questo momento è arrivato anche per il Boeing 747, emblema dell'aviazione civile che grazie alla sua maestosa sagoma, ha conquistato anche il proscenio di Hollywood.

Boeing 747, ultimo volo. Addio al Jumbo

Per il Boeing 747 è arrivato il momento di andare in pensione. Un velivolo che ha fatto la storia dell'aviazione civile


È passato quasi mezzo secolo dal suo esordio nei cieli. E dopo un’onorata carriera trascorsa solcando i cieli di tutto il mondo con la sua sagoma imponente, anche per il Boeing 747 è arrivato il momento della pensione. Un gigante dei cieli che, grazie alla sua maestosa sagoma, ha conquistato anche il proscenio di Hollywood diventando principale protagonista di pellicole di successo come Airport, Air Force One, Decisione critica o Mission Impossible II.

Un aereo, diventato l’emblema stesso del trasporto civile, che si prepara a compere l’ultimo volo per la compagnia Delta Airlines che darà l’addio al Jumbo dopo 50 anni o quasi dal suo primo volo. Ma Il gigante dei cieli non scomparirà definitivamente perché continuerà ad essere il modello di punta di compagnie aeree importanti come Lufthansa, British Airways e Korean Air Lines. E continuerà ad essere la fortezza volante del Presidente degli Stati Uniti d’America in caso di pericolo per l’inquilino della Casa Bianca come avviene dal 1990.

Boeing 747 ultimo volo

Dunque il Boeing 747, definito Regina dei Cieli, è giunto all’ultimo volo. Martedì 19 dicembre, la Delta Airlines effettuerà infatti la tratta d’addio Seoul-Detroit che sarà anche la tratta d’addio di un aereo che ha fatto la storia dell’aviazione civile. Numeri strabilianti che permisero a questa città volante di sbaragliare la concorrenza negli anni ’70 favorendo l’accesso alle rotte transoceaniche e rappresentando il trionfo dell’aviazione civile. Fu soprannominato ‘ jumbo jet’ per le sue dimensioni e per l’enorme gobba che caratterizzava il ponte superiore e ha stabilito record su record rivoluzionando per sempre il concetto di aviazione civile e di trasporto aereo.

Il progetto del Boeing 747 si deve a Joe Sutter che azzardò un velivolo che, nella versione originale era grande due volte e mezza il Boeing 707. Questo per capire la portata straordinaria di un aereo capace di stabilire record in successione: per 37 anni è stato l’aereo capace di trasportare il numero maggiore di passeggeri. Un velivolo della El Al, nel corso dell’operazione Salomone il 24 maggio 1991, imbarcò 1122 passeggeri a destinazione Israele. Durante il volo a bordo nacquero addirittura due bambini

Addio al Jumbo dopo 50 anni o quasi

Il passo d’addio al Jumbo, così come viene soprannominato per le sue dimensioni e per l’enorme gobba che caratterizzava il ponte superiore. Può trasportare fino a 600 passeggeri.
dopo 50 anni o quasi di onorata carriera è a sua volta un evento storico. La decisione della compagnia aerea scaturisce dalla necessità di ridurre i consumi che, nel caso della Regina dei Cieli sono elevati anche a causa della presenza di quattro motori, entrato in servizio il 22 gennaio 1970 sulla rotta Pan Am New York-Londra.

Dal suo debutto, sono stati consegnati oltre 1500 Boeing 747, poi la necessità di utilizzare modelli che garantiscono consumi più bassi ha fatto calare la domanda in favore del 777, che può trasportare fino a 550 passeggeri e richiede appunto meno carburante perché ha due motori invece di quattro. Tuttavia è stato anche testimone di capitoli tristi perché coinvolto in diversi incidenti aerei che in quasi mezzo secolo hanno causato oltre 3700 vittime.