Boom dell'usato online, come trovare migliori occasioni tra auto, smartphone e vestiti di moda

Che la tendenza sia ben radica e alimentata dagli italiani e da tutto il mondo è dimostrato dalla creazione anche da parte di Facebook e Amazon di canali per appassionati.

Boom dell'usato online, come trovare mig

Boom dell'usato: moda, auto e telefoni

Non ci sono settori esentati dalla nuova tendenza dell'usato. Se prima erano coinvolti solo i telefoni ovvero i prodotti di elettronica di ultima generazione e le nuove tecnologie, adesso anche i vestiti cioè la moda in generale, le auto e le moto sono materia prima dell'usato, anche e soprattutto via web. C'è perfino chi ha provato a calcolare il giro d'affari, pari a 9 miliardi di euro. A tanto corrisponde il business dietro ai mercatini online che stanno registrando un boom senza precedenti anche in Italia. Laddove erano soprattutto i cittadini di altri Paesi, Stati Uniti su tutti, avvezzi ad acquistare prodotti di seconda mano da Internet, gli italiani sono adesso protagonisti. E non solo come acquirenti, ma anche da venditori, considerando che è in crescita il numero di italiani che cerca di piazzare gli oggetti di casa, riuscendo a incassare circa mille euro all'anno di media se venditori non professionisti.

Boom dell'usato: moda, auto e telefoni

Provando a fornire un po' di numeri sul mercato dell'usato, il volume d'affari (in crescita) è pari a 21 miliardi di euro ovvero +11% rispetto il 2016 e corrispondente a +1,2% del Prodotto interno lordo italiano. Se il giro di business è complessivamente di 9,3 miliardi di euro, occorre far presente che i comparti dell'online che fanno registrare i numeri più alti sono nell'ordine motori (5 miliardi di euro), casa e persona (2,6 miliardi di euro), elettronica (1 miliardo di euro), sport e hobby (517 milioni di euro). Dal generale al particolare, secondo la ricerca Doxa ogni famiglia ricava in media 1.030 euro all'anno dalle vendite di merce usata sul web. E che la tendenza sia ben radica e alimentata dagli italiani e da tutto il mondo è dimostrato dalla creazione anche da parte di Facebook e Amazon di canali per appassionati.

Come trovare le migliori occasioni

Gli utenti italiani alle prese con gli acquisti e la vendita via web di prodotti usati farebbero allora bene a imparare la sigla C2C: è quella che indica l'attività consumer to consumer ovvero le transazioni che avvengono tra singoli consumatori per via telematica attraverso appositi siti Internet, che agiscono da intermediari. Queste piattaforme lasciano ampia autonomia nella regolazione delle transazioni decise dai singoli venditori e acquirenti. Come fatto presente sulla Stampa da Roberto Liscia, presidente del consorzio di e-commerce Netcomm, a spingere su questa rinascita è stata la crisi. Molti hanno scoperto di poter guadagnare rivendendo gli oggetti in casa e di poter risparmiare con la compravendita sui siti dell'usato. A suo dire, anche le fasce sociali più agiate scelgono oggi questa opportunità

Per andare a caccia delle migliori occasioni sull'usato via web è allora possibile consultare eBay, la popolare piattaforma di aste online, che dà anche l'opportunità di acquistare e vendere in oltre 190 Paesi nel mondo. Ma c'è anche Facebook con la sezione Marketplace e c'è Apple - tra gli store più storici - che nelle sua sezione Rigenerati propone prodotti come nuovi con la garanzia di un anno e con uno sconto medio del 15%.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il