Conad: colonnine di ricarica nei supermercati e ulteriori iniziative sostenibili

Enel installerà nei parcheggi dei punti vendita le colonnine Pole Station che permettono la ricarica dei veicoli in meno di un'ora e Fast Recharge con cui bastano 20 minuti.

Conad: colonnine di ricarica nei superme

Conad: colonnine di ricarica nei supermercati


Tutto fatto: Enel e Conad hanno firmato un accordo per favorire la diffusione della mobilità elettrica. Il progetto sembra avere tutte le basi per fare centro perché di mezzo ci sono due player molto conosciuti, nella settore dell'energia il primo e della grande distribuzione dei supermercati organizzata il secondo, che mettono insieme i rispettivi know how e, dettaglio nient'affatto di secondo piano, strutture e infrastrutture. Enel installerà infatti nei parcheggi dei punti vendita Conad le colonnine Pole Station (22 kW), che permettono la ricarica dei veicoli in meno di un'ora e Fast Recharge (50 kW), in grado di garantire un pieno di energia in circa 20 minuti. Insomma, il tempo che di solito si impiega per fare la spesa. Facile credere come l'afflusso di clienti possa essere maggiore rispetto a quanto accade di solito proprio perché possono essere coniugati due servizi in contemporanea con l'ottimizzazione dei tempi. In fin dei conti, tutto rimane a portata di mano.

Conad, colonnine per ricariche auto nei supermercati

Proprio la questione della ricarica delle batterie delle auto elettriche è una delle questioni più delicate nel mondo della mobilità sostenibile. A frenare l'acquisto, stando ai campioni di interviste tra i potenziali acquirenti di questo tipo di vettura, è proprio l'aspetto energetico. Da una parte l'autonomia in sé ovvero la durata della batteria, dall'altra la difficoltà a trovare un numero adeguato di stazione di ricarica e magari a portata di mano. Ed ecco allora che questa partnership inedita tra Enel e Conad apre nuove prospettive e potrebbe rappresentare il volano promozionale per le auto elettriche. Quella spinta in più nella cultura di massima che è finora mancata. Stando alle intenzione dei due player, già entro giugno del 2018 nei parcheggi dei supermercati della società cooperativa saranno complessivamente installate 250 colonnine per ricaricare le auto elettriche.

In realtà una prima infrastruttura Faster Recharge è stata posizionata presso il supermercato Conad di Altopascio (nella provincia di Lucca) e rientra nel progetto Eva+ cofinanziato dalla Commissione europea e coordinato da Enel, che prevede 180 punti di ricarica veloce lungo le strade extraurbane. Ancora più nel dettaglio, l'accordo tra Enel e Conad prevede l'installazione fino a 40 stazioni di ricarica Fast Charge nei parcheggi dei punti vendita situati in prossimità dei caselli autostradali e circa 210 colonnine Pole Station per veicoli, quadricicli leggeri motocicli elettrici. Di interessante c'è anche la velocità con cui le parti hanno raggiunto l'intesa. Stando infatti alla ricostruzione di Conad, il primo incontro con Enel risale a tre settimane fa e adesso sono già nella fase degli annunci. Per una volta i cavilli burocratici non hanno avuto la meglio.

Non solo auto elettriche, ecco gli imballaggi bio

Il cuore verde di Enel viene fuori anche in altri modi e non solo con l'apertura dei sui parcheggi alle stazioni di ricarica delle auto elettriche. Ecco infatti la proposizione di imballaggi biodegradabili e compostabili nei supermercati della grande distribuzione in Centro Italia, Sardegna e Calabria.