Giappone, distributori di carburante superati dalle colonnine per auto elettriche

Impensabile azzardare un paragone con quanto accade dalle nostre parti, considerando che in Italia siamo fermi a 1.500 colonnine per auto elettriche.

Giappone, distributori di carburante sup

Colonnine per auto elettriche


L'annuncio dello storico sorpasso in Giappone delle colonnine per le auto elettriche ai danni dei distributori di carburante va parzialmente in contraddizione con quelle stime non proprio eccezionali di vendite di veicoli alimentati elettricamente nel mercato nipponico. Tuttavia gli sforzi del governo di Tokyo per favorire una mobilità alternativa e più pulita sono sotto gli occhi di tutti. E adesso stanno anche raccogliendo i primi interessanti risultati. Dati alla mano, sul suolo giapponese sono presenti 40.000 punti di ricarica di auto elettriche rispetto alle 34.000 stazioni di rifiorimento di diesel e benzina. Se i numeri parlano chiaramente, andando più a fondo della ricerca dell'agenzia economica Bloomberg viene fuori che nel conteggio sono finiti anche gli impianti domestici. Quelli cioè che sono sfruttati privatamente da singoli cittadini e non sono aperti alla collettività. Ma poco cambia perché si tratta comunque dell'ennesimo segnale di un trend che ha preso ufficialmente piede in Giappone.

Impensabile azzardare un paragone con quanto accade dalle nostre parti, considerando che in Italia siamo fermi a 1.500 colonnine per auto elettriche. Ma anche volgendo lo sguardo oltre l'Italia, la situazione giapponese è quasi unica nella sua eccezionalità. Negli Stati Uniti ci sono 115.000 pompe di carburante e 9.000 stazioni di ricariche pubbliche per auto elettriche. Il futuro è comunque sorridente per questo comparto di mercato se, come argomenta Bloomberg, sono da mettere in conto riduzioni dei prezzi delle batterie e nel giro di pochi anni l'auto elettrica diventerà un'opzione più economica rispetto a quelle a benzina o diesel.

Ultime Notizie