Svezia, strada che ricarica in automatico le auto elettriche. Così come in Cina

Considerando che i costi operativi stimati sono minimi, è lecito credere come la Svezia possa accumulare un vantaggio competitivo sulla diffusione di auto elettriche.

Svezia, strada che ricarica in automatic

La ricarica è con i pannelli solari


È proprio dal settore delle auto elettriche che stanno arrivando soluzioni innovative destinate a fare da apripista per l'evoluzione del comparto. In Svezia hanno infatti escogitato la strada elettrica che ricarica le batterie delle auto. L'utilità è ovviamente duplice: per il guidatore, ma anche per l'ambiente perché eRoadArlanda conta di abbattere le emissioni del 70% entro il 2030. E siccome siamo solo all'inizio ovvero sono stati installati solo 2 chilometri di rotaia elettrica, è facile credere che in caso di successo, il tragitto possa allungarsi e possa magari essere adottato anche in altri Paesi al di fuori dei confini svedesi.

La strada elettrica che ricarica le batterie delle auto

Il funzionamento è preso detto: le auto elettriche si ricaricano con tecnologia conduttiva per via della presenza di una rotaia elettrica al centro della carreggiata. Da qui viene trasferita energia alle auto elettriche grazie a un braccio mobile sul fondo della vettura veicolo. L'innovativa soluzione per la ricarica in automatico delle auto elettriche si trova sulla strada pubblica 893, quella tra il terminal Cargo di Arlanda e l'area logistica di Rosersberg. E considerando che i costi operativi stimati sono minimi rispetto ai benefici che ne derivano, è lecito credere come la Svezia possa accumulare un vantaggio competitivo e che possa raggiungere l'obiettivo di creare una infrastruttura di trasporto senza combustibili fossili grazie alla diffusione di auto elettriche.

E in Cina la ricarica è con i pannelli solari

Se la Svezia fa allora da apripista in Europa, ecco che in Cina è in corso la sperimentazione di una strada che ricarica le auto elettriche grazie alla presenza di migliaia di pannelli solari fotovoltaici. Distribuiti lungo un chilometro di autostrada, sono in grado di produrre energia con l'obiettivo di trasferirla alle batterie delle vetture alimentate elettricamente. Rispetto al caso svedese siamo ancora nella fase della sperimentazione, ma si tratta di esempio concreto di innovazione legata alle rinnovabili e all'automazione.

Siamo vicino a Jinan, città industriale nella provincia dello Shandong, e un suo chilometro di autostrada bituminosa è stata letteralmente ricoperta da pannelli solari con tanto di sensori per il controllo del carico dei mezzi in circolazione, della frequenza di passaggio dei veicoli e della temperatura della strada. Naturalmente coperti con uno strato protettivo trasparente in superficie per evitare il danneggiamento con il passaggio delle automobili. Il funzionamento, spiegano gli ingegneri, è lo stesso che regola la ricarica senza fili degli smartphone.

Ultime Notizie