Ikea, la musica del futuro in tutta la casa con Sonos

L'intesa tra i due dovrebbe portare le casse all'interno degli mobili Ikea, permettendo così ai clienti di guadagnare spazio e di respirare l'aria dell'innovazione.

Ikea, la musica del futuro in tutta la c

Casse musicali all'interno degli mobili Ikea


Che Ikea sia all'avanguardia nel proporre soluzioni innovative è noto da tempo. In fin dei conti è quasi scontato considerando il successo riscosso un po' ovunque, anche in un settore concorrenziale come quello dell'arredamento. Ma se arrivare al successo è (relativamente) facile, sicuramente più difficile è riuscire a restare sulla cresta dell'onda. Per farlo occorre la capacità di reinventarsi di continuo, ma rimanendo fedeli a se stessi. Che nel caso di Ikea significa riuscire a mantenere bassi i prezzi. E allora, l'accordo tra Sonos e Ikea non fa che ben sperare. Da una parte c'è appunto il gigante del mobile low cost, dall'altra una società famosa per i suoi sistema audio per la casa. L'intesa tra i due dovrebbe portare le casse all'interno degli mobili Ikea, permettendo così ai clienti di guadagnare spazio e di respirare l'aria dell'innovazione.

Casse musicali all'interno degli mobili Ikea

Vedremo allora come si concretizzerà questo progetto, ricordando come già da tempo Ikea strizza l'occhio al settore della tecnologia. In fin dei conti si tratta di un comparto in grado di proporre sempre qualcosa di nuovo. Chi si ricorda, ad esempio, quando proponeva nei suoi punti vendita televisori e impianti stereo low cost. Ecco, forse la strategia adottata non è stata delle migliori, se non altro perché se c'è una caratteristica che gli utenti amano dell'hi-tech è la continua innovazione, il superarsi di volta in volta. Vale per gli smartphone ed evidentemente anche per i televisori, in cui le nuove soluzioni tecnologie galoppano senza soste. Ma poi vengono in mente anche le cosiddette luci intelligenti e l'integrazione di piattaforme per la ricarica senza fili negli stessi mobili in vendita.

Tuttavia qualcosa dovrebbe cambiare con questa nuova partnership perché Sonos produce impianti musicali domestici senza fili di qualità e il livello continuerà a mantenersi elevato anche nel caso di integrazione negli economici mobili Ikea. Restano da conoscere i dettagli ovvero scoprire in che modo questa soluzione sarà integrata nei mobili, come si posizionerà sul mercato, quale seguito avrà e il prezzo per il grande pubblico.

Ma scatta lo sciopero dei lavoratori

Ikea non è evidentemente l'azienda dei sogni, se mai ne esista una, e lo sciopero dei lavoratori di Anagnina e Porta di Roma è uno di quelli destinati a far discutere e a catturare le luci dei riflettori. Alla base della protesta c'è quello che viene definito il licenziamento facile da parte dell'azienda scandinava. Tanto per intenderci, il sindacato riferisce di "tanti episodi che hanno visto licenziare i lavoratori non più performanti". Di più: sempre secondo la ricostruzione dei rappresentanti dei dipendenti, Ikea starebbe prendendo di mira i lavoratori in difficoltà "senza alcuna remora sul piano umano" senza dare seguito alle sentenze dei tribunali. Sciopero e manifestazione sono stati proclamati per il 15 dicembre davanti a Ikea Anagnina a Roma dalle ore 10 alle 13. L'impressione è che siamo solo all'inizio di un percorso di confronto che, se non risolto in tempo debito e con le corrette soluzioni, rischia di trasformarsi in scontro.