Incroci smart e sicuri. Ecco come saranno con la tecnologia V2X di Honda

Honda Smart Intersection sfrutta anche le informazioni rilevate dal software proprietario di riconoscimento degli oggetti e le tecnologie di comunicazione V2X.

Incroci smart e sicuri. Ecco come sarann

Tecnologia V2X di Honda per incroci smart


Ci pensa la tecnologia V2X di Honda a rendere smart e sicuri gli incroci. Le sperimentazioni della tecnologia Smart Intersection di Honda sono state ufficialmente avviate negli Stati Uniti. La città da seguire con attenzione è Marysville, in Ohio, perché qui la società giapponese sta testando un sistema che promette di ridurre gli incidenti mortali negli incroci. Tanto per intenderci stiamo parlando di un problema che provoca il 20% delle 35.000 vittime di incidenti stradali negli Stati Uniti. Di interessante c'è anche Smart Intersection funziona con ogni condizione meteo, anche se la visibilità è ridotta per condizioni meteo o presenza di muri ed edifici. Di più: rende più sicura la circolazione dei mezzi di soccorso che per giungere più velocemente a destinazione.

Tecnologia V2X di Honda per incroci smart e sicuri

Sono le quattro telecamere sopra i semafori che registrano un video dell'incrocio in un'area dal diametro di circa 90 metri. Honda Smart Intersection sfrutta anche le informazioni rilevate dal software proprietario di riconoscimento degli oggetti e le tecnologie di comunicazione V2X. Il risultato è sbalorditivo perché i veicolo riescono a vedere al di là dell'incrocio in ogni condizione. Ogni veicolo connesso elabora le informazioni e invia al conducente gli eventuali avvisi sonori e visivi per aiutarlo a individuare i pericoli ed evitare pericolosi incidenti.

Ma Honda venderà questa tecnologia?

Il sistema di riconoscimento ostacoli di Honda compone le immagini distinguendo i veicoli dagli altri elementi in movimento. Quando si parla di V2X occorre far riferimento a Vehicle-to-Everything ovvero quella categoria di tecnologie e sistemi riconducibili alla mobilità con il compito di mettere in comunicazione i veicoli con le altre vetture e con le infrastrutture che li circondano. Questa iniziativa targata Honda con la realizzazione di Smart Intersection è un esempio pratica per la protezione e la sicurezza di tutti i presenti sulla carreggiata siano essi a bordo di un'auto o in sella a una bici, su una moto o a piedi.

Resta da capire se nei programmi di Honda rientri la futura commercializzazione della tecnologia. Si tratta infatti di un aspetto - naturalmente di primo piano - che non è stato ancora svelato. Come spiegato dalla stessa società giapponese, Honda si serve di 200 veicoli connessi nell'ambito dei progetti Smart Columbus e 33 Smart Mobility Corridor con quest'ultimo che riunisce Marysville e altre amministrazioni locali nell'ambito del Transportation Research Center dell'Ohio.