Radio Dab, il digitale del salto di qualità

I sistemi Gps e Dab permettono di ricevere in tempo reale le informazioni sul traffico sulle strade e di passare alla banda larga se il segnale radio è assente.

Radio Dab, il digitale del salto di qual

Radio Dab nelle auto


La definiscono una rivoluzione in molti e interesserà le auto e tutti i veicoli. Si tratta della radio dab digitale. Ecco tutti i suoi vantaggi e che osa cambia,

C'è anche il segnale radio digitale DAB nella legge di Bilancio sulla via di approvazione. Verrebbe quasi da dire finalmente, considerano la lentezza con cui la radio sta attraversando il periodo di digitalizzazione rispetto agli altri media. Il percorso individuato dal governo rappresenta una vera e propria rivoluzione perché prevede l'accensione del semaforo rosso all'importazione di ricevitori non equipaggiati con il chip per la codifica del segnale radio digitale Dab. Non da subito perché il percorso andrà avanti per gradi. Più esattamente, il divieto scatterà dal mese di giugno 2019 per poi arrivare alla sua definitiva conclusione nel 2020 con lo stop alla vendita di radio non adeguatamente attrezzate. Insomma, per dirla con le parole esatte, i ricevitori radiofonici di ogni tipo dovranno essere provvisti di almeno un'interfaccia che consenta all'utente di ricevere i servizi della radio digitale. In buona sostanza, per gli utenti significa di disporre di un'ampia gamma di servizi aggiuntivi.

Cosa cambia con la Radio Dab nelle auto

Provando a fare alcuni esempio concreti sull'impatto della nuova tecnologia a bordo della auto, i sistemi Gps e Dab permettono di ricevere in tempo reale le informazioni sul traffico sulle strade italiane (e non) e consentono di passare alla banda larga se il segnale radio è assente, per poi switchare in automatico al segnale radio non appena è di nuovo disponibile. In questo modo si può essere al sicuro di non subire interruzioni nell'ascolto delle trasmissioni. C'è poi un altro esempio molto concreto di estrema utilità: nel caso di allarmi o emergenze di qualunque tipo (anche naturali come i terremoti, purtroppo molto frequenti in Italia), le autorità o la Protezione civile possono interrompere qualunque tipo di trasmissione e trasmettere le comunicazioni del caso. Non solo, ma se impostata, possono accendere la radio spenta in caso di emergenza.

Altri vantaggi con la Radio Dab nelle auto

Poi ci sono altri vantaggi da mettere in conto con il passaggio alla Radio Dab nelle auto. L'arrivo del segnale digitale è meno dispendioso dal punto di vista energetico e dunque i costi economici da sostenere sono inferiori. Tanto per essere più precisi, un'antenna Dab consuma un decimo dell'energia di un'antenna tradizionale radio FM. A tal proposito si ricorda che le trasmissioni analogiche su FM continueranno a essere attive. Di più: le antenne tradizionale, quelle che abbiamo conosciuto fino a questo momento, trasmettono il segnale di una singola emittente mentre quelle Dab ne supportano fino a 20 in contemporanea. Al pari degli smartphone e dei tablet, i sistemi di infotainment sulle automobili si aggiornano in automatico sfruttando la rete Dab ovvero senza la necessità di rivolgersi a un soggetto terzo, come l'elettrauto o il centro di assistenza.

L'impatto di questo passaggio sarà tale che la Rai vuole bruciare le tappe anticipando lo switch alla radio digitale Dab per via del risparmio stimato di 50 milioni di euro grazie al passaggio dagli attuali 3300 ripetitori fino ai 400 del futuro.




Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il