Reputazione online, come fare a cancellare i dati personali su Internet che non si vuole che compaiono

Correlazione tra reputazione online e dati personali inseriti su Internet: modalità di cancellazione di dati che non si vogliono più mostrare

Reputazione online, come fare a cancella

Reputazione online come cancellare dati personali internet


La reputazione online è ciò che definisce qualcuno o qualcosa sul web, garantendo il successo o l'insuccesso di singole persone o realtà lavorative, come imprese e aziende. Sono diverse le informazioni personali che ci riguardano che anche di consueto inseriamo su Internet forse non sempre consapevoli del fatto che una volta inserito un dato personale o una propria foto, anche se poi dovessimo cancellarle da dove inserite, che sia un social network o sito web, resterebbero comunque nell’etere. La domanda che spesso ci si pone è dunque: è possibile cancellare i propri dati personali su Internet quando e se non si vuol più che compaiano?

Reputazione online: cancellare dati personali su Internet

Una volta pubblicati su Internet dati personali e notizie che ci riguardano per cancellarli del tutto non basta solo cancellarne l’inserimento. E per venire in aiuto di tutti coloro che volessero cancellare i propri dati personali su Internet e che non volessero più che gli stessi dati compaiano, la Cassazione ha definito diversi passaggi da seguire per ripulire la reputazione online stabilendo che il diritto all’oblio vale soprattutto per le sentenze di condanna.

Per esempio, quando si pubblica una notizia online questa rimane e anche a distanza di tempo viene riproposta, per cui un sito internet, venendo meno l’attualità della notizia stessa, dovrebbe cancellare completamente la notizia e la pagina web con il nome del soggetto condannato; sostituire il nome con le iniziali puntate per rendere irriconoscibile l’identità del soggetto; e de-indicizzare la pagina web dai motori di ricerca, in modo tale che anche digitando il nome del soggetto nulla possa uscire come risultato,

Se in questo caso vige il diritto all’oblio, per chi avesse necessità di cancellare i propri dati personali su Internet perché non vuole che compaiano più, dovrebbe teoricamente chiedere la cancellazione dei dati stessi a Google, che è il principale motore di ricerca mondiale, attraverso la compilazione di un apposito modulo. Quasi sempre, sempre, il colosso BigG risponde negativamente alla richiesta di cancellazione dei dati anche dopo la storia e colossale condanna da parte della Corte di Giustizia europea.

Ma è possibile seguire altre strade: è, infatti, possibile chiedere la cancellazione dei propri dati personali al responsabile del blog o del giornale online con una diffida; o direttamente al Garante della Privacy; o anche al giudice. Solo attraverso queste strade si può ottenere la totale cancellazione di alcuni dati personali inseriti che altrimenti resterebbero comunque sempre online, pronti a definire la cosiddetta reputazione online di ogni utente.

Reputazione online e dati personali: l’importanza della correlazione

La pubblicazione di dati personali su Internet concorre, infatti, a definire la reputazione online. Attraverso dati inseriti sulle nostre persone è come se si creasse un profilo alternativo che tutti possono conoscere e, addirittura, da una recente ricerca del sito americano SimplyHired dedicata ai metodi di selezione del personale nelle aziende  e rilanciata da Fast Company, è emerso che il 37% dei manager intervistati dichiara di ricercare le persona su Google, mentre il 38% controlla la presenza dei candidati sui social media, solo il 29% dei responsabili delle assunzioni esamina il profilo LinkedIn, mentre il 38% spulcia tra gli account di altri social media, in particolare Facebook. E’ ben chiaro, dunque, come i dati personali inseriti su Internet possano rivelarsi decisamente importanti.

Da ricordare che vi sono diversi software e programmi , anche gratis, da scaricare o da usare direttamente online per controllare la propria reputazione online.