Sanpaolo e Unicredit: conto svuotato per milioni clienti. Attacco

Dinanzi allora al bombardamento di messaggi, sono le stesse Sanpaolo e Unicredit a mettere i guardia i clienti. Ecco a cosa stare attenti per evitare il prosciugamento del conto.

Sanpaolo e Unicredit: conto svuotato per

Rischio prosciugamento conto corrente


Continua la battaglia sottorranea tra cyberladri e informatici delle banche, con i primi intenzionati a bucare i sistemi di sicurezza e i secondi sempre pronti a trovare nuove soluzioni. Tuttavia quando c'è di mezzo la scarsa alfabetizzazione informatica dei clienti, ecco che diventa facile riuscire a fare centro e svuotare migliata di conti correnti.

Viene da chiedersi se può bastare realmente così poco per finire sotto scacco. Perché sono tante le segnalazioni che arrivano di clienti Sanpaolo e Unicredit ovvero due dei principali istituti di credito operanti sul territorio italiano, che lamentano il prosciugamento del conto. E la ragione è sempre la solita: i messaggi di posta elettronica di phishing inviati in massa e a cui qualcuno prima o poi abbocca. Il rischio, se non si presta la necessaria attenzione nella lettura del messaggio, ma anche l'opportuna cautela prima di cliccare sui link suggeriti, è di trovarsi alleggeriti di un bel po' di quattrini, fino al punto di trovare il saldo pari a zero.

Rischio prosciugamento conto corrente

Dinanzi allora al bombardamento di messaggi, sono le stesse Sanpaolo e Unicredit a mettere i guardia i clienti. Non cliccare mai su link che rimandano al sito della banca se sono all'interno di messaggi di posta elettronica o di sms sospetti. Non farsi dunque trarre in inganno dalla presenza del logo o della intestazione del proprio istituto di credito. Nel dubbio meglio telefonare in banca e accertarsi che tutto sia reale (ma non l è). Bisogna poi modificare di tanto in tanto i codici di accesso all'area riservata e controllare con regolarità le movimentazioni del conto corrente per assicurarsi che le transizioni riportate siano quelle effettuate davvero. I sistemi di notifica messi a disposizione dalla banca possono essere molto utili per verificare le operazioni.

Per quanto riguarda l'home banking, per connettersi al sito della banca bisogna digitare direttamente l'indirizzo nella barra di navigazione e controllare che il nome del sito sia scritto correttamente. Meglio dunque non passare dai motori di ricerca e, soprattutto. Sul sito della banca, il consiglio è di cliccare due volte sull'icona del lucchetto nella barra di navigazione e verificare la correttezza dei dati che vengono visualizzati. Poche regole, insomma, da seguire sono sufficienti per operare online in modo sicuro sia con Sanpaolo e Unicredit e sia con altri istituti di credito, tenendo al sicuro i propri conti correnti e dunque i risparmi personali.