Sky spia gli utenti per profilazione. Ecco come evitare se si vuole

di Luigi Mannini pubblicato il
Sky spia gli utenti per profilazione. Ec

Sky spia i clienti per la proliferazione? Il rischio c'è, ma l'azienda rassicura

Con l’aggiornamento dei termini di servizio per l’utilizzo della funzionalità Ad Smart, la piattaforma che permette ai decoder di offrire pubblicità personalizzata, Sky ha suscitato qualche dubbio

Non c’è bisogno di scomodare il caso Cambridge Analytica che qualche mese fa ha portato in maniera prepotente, all’attenzione del grande pubblico un tema molto delicato e ancora forse poco avvertito dalla popolazione. Da trattare con molta cautela. Quello della gestione dell’enorme mole di dati che hanno a che fare con la privacy di milioni e milioni di persone e che vengono quotidianamente inseriti nella grande comunità mondiale presente sulla Rete.

Con l’aggiornamento dei termini di servizio per l’utilizzo della funzionalità Ad Smart, la piattaforma che permette ai decoder di offrire pubblicità personalizzata, Sky ha suscitato qualche preoccupazione sul rischio per gli utenti di essere spiati a causa della profilazione.

Ovvero quell’operazione che le aziende in generale fanno per conoscere i gusti della propria platea di potenziali clienti. Così da calibrare l’offerta in maniera molto precisa. Questi dati devono essere maneggiati con molta cautela per evitare che finiscano nelle mani sbagliate. Ma per quelli che vogliono evitare questa possibilità ecco come qualche suggerimento utile per farlo al meglio.

Profilazione, anche Sky spia i clienti

Vengono chiamati Big Data e sono i milioni di dati che vengono custoditi in Rete da aziende che non sempre rispettano le regole in merito alla privacy. Per questo le antenne sono sempre rizzate quando ad essere diffuse sono notizie che hanno a che fare con questo aspetto. Qualche interrogativo è nato, all’indomani della comunicazione che Sky ha inviato ai propri clienti avente come oggetto le nuove regole per l’aggiornamento dei termini di servizio per l’utilizzo della funzionalità Ad Smart, la piattaforma che permette ai decoder di offrire pubblicità personalizzata.

L’emittente di Murdoch spiega che vuole offrire alla sua clientela la possibilità di programmare iniziative promozionali mirate tenendo presente le abitudini e lo status dei clienti dotati di decoder My Sky HD. Per fare questa operazione c’è bisogno di conoscere in modo approfondito le abitudini dei propri clienti. E qui sorge il dubbio che anche Sky stia provando a spiare i propri clienti. Un argomento da trattare con molta cautela.

Sky rassicura, nessuna invasione della privacy       

Ovviamente Sky non ha perso tempo e ha rassicurato gli utenti dicendo che non ci sarà nessuna invasione della privacy. L’emittente di Murdoch ha precisato che parte dei dati in questione restano sul decoder e che “per i soli decoder connessi ad Internet è previsto l’invio dei log del decoder, su canale sicuro, ai sistemi Sky di back-end dove vengono processati, in forma anonima, i dati relativi alla fruizione dei Messaggi Sky AdSmart a soli fini statistici e di analisi di performance.” Spiegazioni che non hanno convinto del tutto.

Ecco come evitare la profilazione se si vuole

Ma esiste un modo per evitare la profilazione? In effetti se si vuole, con semplici operazioni, le possibilità esistono. Eccone alcune. Si può evitare la profilazione semplicemente inviando una comunicazione sul sito web di Sky, area Assistenza/Contatta http://www.sky.it/assistenza/contatta.html. Oppure accedendo tramite il proprio account personale alla sezione del sito Sky.it: “Gestisci dati e servizi / Gestisci altri servizi e newsletter / AdSmart”. Infine è possibile utilizzare anche il telecomando nell’ambito del menu del decoder alla voce interattivi - Sky AdSmart.