The Fork, sezione Insider con migliori ristoranti, sconti e percorsi di gusto in città

Se Insider è allora la principale novità che l'aggiornamento porta con sé, gli altri due cambiamenti sono l'introduzione delle sezioni Pop e Tutti i ristoranti.

The Fork, sezione Insider con migliori r

The Fork, sezione Insider con migliori ristoranti


Cresce, migliora e si perfeziona The Fork, l'app per prenotare un posto nei ristoranti. L'obiettivo è evidente: cercare di migliorare l'esperienza utente. E per farlo sperimenta le novità nelle strategiche città di Milano, Roma, Torino e Firenze, i cui utilizzare del software si stanno mostrando da tempo costantemente attivi. I cambiamenti vanno nel segno dell'implementazione di tre nuovi percorsi per trovare il ristorante adatto o, per dirla con le loro parole, per scoprire i locali top. Si tratta di una funzione in più che si affianca ai tradizionali contenuti. Stando alle intenzioni, il progetto è quello di un allargamento anche alle città. Il percorso è per gradi perché occorre creare i contenuti speciali per i ristoranti ognuno dei quali con una descrizione elaborata da un esperto.

E nel pacchetto delle novità di The Fork, proprio Insider è quella principale. Si tratta della sezione che ospita una selezione di ristoranti sulla base di una doppia valutazione. Quella delle guide Identità Golose, Gambero Rosso e L'Espresso e quella degli utenti di TheFork. A curare le schede ci pensano i food writer Marina Bellati per Milano, Luca Sessa per Roma, Bruno Boveri per Torino e Carmela Adinolfi per Firenze. In ogni caso, la selezione sarà costantemente aggiornata. L'idea è di stimolare i ristoratori a dare il meglio di sé per entrare nella graduatoria. Stando a quando previsto, devono avere dai 9 punti in su nei giudizi delle persone di The Fork, a fronte di un minimo di 50 recensioni, oppure essere presenti e valutati a un certo livello dalle tre guide italiane.

Non solo Insider, anche Pop e Tutti i ristoranti

Se Insider è allora la principale novità che l'aggiornamento porta con sé, gli altri due cambiamenti sono l'introduzione delle sezioni Pop e Tutti i ristoranti. La prima delle due è il contenitore delle offerte attive dal 20% al 50%. Si tratta sia di ristoranti da poco arrivati in città e sia di locali più noti che lanciano però nuove proposte. La sezione Tutti i ristoranti propone invece una panoramica completa per individuare il ristorante adatto alle proprie esigenze ovvero pizzerie, trattorie, osterie e insegne gourmet.

L'ambizione di The Fork

Come spiegato da Almie Ambeskovic, regional manager di TheFork, orientarsi nell'offerta ristorativa per gli utenti è sempre più complesso. Grazie a questi nuovi percorsi, che si aggiungono alle consuete selezioni, gli utenti possono subito individuare il ristorante adatto alle proprie esigenze. L'ambizione - rivela - è scegliere uno dei ristoranti della sezione Insider quando si dovrà festeggiare un avvenimento importante, un compleanno o un anniversario. A oggi l'app TheFork ha nel suo paniere più di 45.000 ristoranti a livello internazionale, 10.000 dei quali in Italia, e permette di prenotare un tavolo via smartphone per pranzo o cena. Alla presentazione hanno partecipato anche i rappresentanti delle guide partner del progetto e il presidente della Federazione Italiana Pubblici Esercizi. Più esattamente Enzo Vizzari, direttore delle Guide dell'Espresso; Massimiliano Tonelli, responsabile dei contenuti digitali per Gambero Rosso; Paolo Marchi, fondatore e curatore di Identità Golose; Lino Enrico Stoppani, presidente Fipe.







Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il