Fifa 18 e Pes 2018: prime prove. Differenze e confronti

Solo quando i due simulatori di calcio saranno ufficialmente lanciati sul mercato saranno chiare le differenze, ma Konami ed Electronic Arts hanno offerto interessanti occasioni di prova.

Fifa 18 e Pes 2018: prime prove. Differe

Pes 2018: più gampeplay meno grafica


Nonostante si aspettino ancora le demo di Fifa 18 e Pes 2018, sono giòà uscite delle prime recensioni, giudizi e commenti sui nuovi Fifa 18 e Pes 2018 che come ogni ano si contenderanno lo scettro del miglior gioco di calcio. Ecco le principali differenze rispetto a Fifa 17 e Pes 2017 e un confronto tra loro

Non ci sono ancora le versioni demo di Fifa 18 e Pes 2018, anche se per il titolo di Konami occorre attendere solo una manciata di giorni essendo disponibile già da mercoledì 30 agosto. Per le release finali dei due simulatori calcistici occorre invece attende la prima metà del mese di settembre, quando uno dopo l'altro saranno ufficialmente disponibili per le console da salotto a firma PlayStation e Xbox e per PC. Ma sia di Fifa 18 e sia di Pes 2018 si sa già molto. Nulla potrà sostituire la personale esperienza di gioco nel cogliere le differenze rispetto alle edizioni dello scorso anno e nell'effettuare confronti. Tuttavia le prime prove iniziano ad abbondare e il recente Gamescom di Colonia è stata un'ottima occasione per farsi una prima idea, almeno per chi ha potuto prenderne parte.

Fifa 18: convincono l'intelligenza artificiale la tecnologia di animazione Real Player

Nella continua ricerca di un gameplay che sia il più possibile vicino al calcio reale, Electronic Arts scommette sul sistema di animazione che applica le traiettorie di movimento a ogni fotogramma per offrire un convincente livello di reattività e fluidità del gameplay. E in effetti i più accaniti giocatori della serie Fifa noteranno differenze nel passaggio dall'edizione di un anno fa a quella che sta per approdare nei negozi di tutto il modo, Italia inclusa. Tanto per essere chiari, a tecnologia di animazione Real Player è quella che utilizza quelle informazioni per garantire una rappresentazione fedele del gioco del calcio, facendo muovere e agire i giocatori esattamente come sul campo reale.

Più in generale è nel miglioramento dell'intelligenza artificiale che la software house sta giocando le sue carte con Fifa 18 per scavare un solco tra sé e la concorrenza. Impresa ovviamente tutt'altro che semplice, ma di cui sono apprezzabili gli sforzi (e i risultati) anche in questa occasione. La traccia seguita è però parzialmente differente da quella di Pes 2018 poiché è stata privilegiata la valorizzazione del realismo delle modalità di gioco delle squadre. Non è un caso che viene offerta la possibilità di utilizzare le tattiche più famose al mondo grazie agli Stili squadra specifici.

Pes 2018: più gampeplay meno grafica

Diciamolo pure: anche quest'anno la strategia seguita da Konami con Pes 2018 è stata la stessa degli scorsi anni. Privilegiare gli sviluppi nel gameplay, inseguendo i fasti di un tempo, rispetto ai progressi grafici, comunque tutt'altro che trascurati. Obiettivo riuscito? Sì se si decide di rimanere dentro i confini del proprio mondo, un po' meno nel caso di confronto con Fifa 18. A ogni modo, ecco che il Dribbling Strategico si fa vedere per quello che è ovvero la possibilità di avere un maggior controllo nella fase di possesso attraverso una più efficacia azione per la protezione del pallone. Qui entra in gioco anche il Real Touch+ che permette tocchi con diverse parti del corpo in base al movimento del pallone. E se la velocità di gioco appare adesso più bilanciata, il nuovo sistema di punizioni e calci di rigore promette un maggiore grado di soddisfazione. A proposito, Pes 2018 si è adeguato alle nuove regole e consente di scegliere il nuovo sistema del calcio d'inizio.

Le animazioni dei giocatori sono state rinnovate, partendo dai movimenti base come camminare, voltarsi e la postura del corpo. Le animazioni del viso sono state riviste, permettendo all'utente di osservare sul volto dei calciatori l'emozione e le sensazioni derivanti dalle varie fasi di gioco. Questo sensibile miglioramento è un salto in avanti compiuto nella serie Pro evolution soccer. Fuori dal campo, la riproduzione del pubblico e la sua reazione alle azioni di gioco sono state migliorate garantendo un aspetto più naturale. A proposito, pollice in su per la versione per PC grazie ai miglioramenti sostanziali sia per la grafica sia per i contenuti. Certo, non tutto è perfetto, inutile negarlo, ma sono evidenti gli sforzi di Konami nel rispondere positivamente alle richieste degli utenti Pes di tutto il mondo.