WhatsApp e messaggi, ecco alcune cose che pochi sanno

Come fare allora a inviare un messaggio audio senza tenere il dito premuto? Com'è possibile che non ci sia bisogno di fare tap in maniera prolungata sull'icona del microfono?

WhatsApp e messaggi, ecco alcune cose ch

WhatsApp, inviare un messaggio audio

Se c'è un'app che ha conosciuto un successo senza limiti anche in Italia è stato WhatsApp. Il software di messaggistica istantanea tra smartphone ha trovato largo apprezzamento anche per la capacità di innovarsi al momento giusto e con giuste novità. I messaggi vocali, ad esempio, sono adesso così utilizzati da aver quasi sostituito le telefonata, almeno tra i più giovani. Ecco, almeno solo sapranno di certo che è adesso possibile mandare WhatsApp messaggi vocali tenere il ditino schiacciato sul pulsante del microfono. Non c'è più bisogno di questa accortezza. Ma allo stesso tempo, non tutti sono a conoscenza dell'implementazione di questa novità.

WhatsApp, inviare un messaggio audio senza tenere il dito premuto

Come fare allora a inviare un messaggio audio senza tenere il dito premuto? Com'è possibile che non ci sia bisogno di fare tap in maniera prolungata sull'icona del microfono? Ebbene, la procedura da seguire è elementare e per chi è solito inviare messaggi vocali via WhatsApp si tratta di una strada decisamente comoda da percorrere. In buona sostanza è sufficiente entrare nella chat del contatto, cliccare sulla solita icona a forma di microfono e muovere il dito verso l'alto anziché tenerlo fermo. L'obiettivo è fare swap fino a raggiungere l'icona a forma di lucchetto presente a destra del display. A quel punto è possibile togliere il dito e continuare a parlare per tutta la durata della registrazione audio ovvero fino a quando non premiamo sull'icona a forma di freccia per l'invio.

L'utilità di questa procedura anziché quella tradizionale a cui siamo abituati è presto detto: ascoltare il messaggio vocale prima di inviarlo ed eventualmente di cancellarlo e registrarlo una seconda volta.

Ma c'è anche il messaggio anonimo che spaventa

E proprio per la ragione per cui WhatsApp è sempre più utilizzato, è naturale che per i malintenzionati si aprono nuove opportunità. Ecco allora che questi sono diventati i giorni del messaggio anonimo che spaventa gli utenti e, senza la necessaria cautela, li mette in pericolo. Può bastare un semplice messaggio? Evidentemente sì nel caso di Olivia, utente che si finge amico di un amico per inviare link fraudolenti che indirizza verso un sito a sfondo a luci rosse. Come comunica la polizia di Halton Brook via Twitter, il mittente si presenta come un amico con un nuovo numero, ma poi invia un'immagine decisamente spinta. Quindi l'invito ai genitori con figli che usano l'applicazione, di chattare con loro e controllare i loro messaggi.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il