Wi-Fi domestico, una rivoluzione senza precedenti

Lo spartiacque è rappresentato dalla nascita delle reti mesh, punto di partenza per il supporto all'Internet of Things e gli assistenti virtuali.

Wi-Fi domestico, una rivoluzione senza p

Wi-Fi domestico e Wi-Fi moderno

In fin dei conti anche il Wi-Fi evolve. Lo strumento utilizzato per connettere più dispositivi a un router così da permettere il collegamento al web non poteva che essere oggetto di una evoluzione tecnologica. E il prossimo step è quello della rete mesh ovvero la topologia di network che basa il suo funzionamento sulla distribuzione delle risorse e dei contenuti anziché sul loro accentramento. A fare il punto della situazione è stata dday.it con l'interessante articolo dal titolo "Da semplice connettività a rete senziente. Vi raccontiamo la pazzesca evoluzione del Wi-Fi domestico". E lo fanno dopo aver partecipato al Broadband World Forum di Berlino, dove hanno fatto il punto della situazione sulle reti Wi-Fi moderne.

Wi-Fi domestico, Wi-Fi moderno

Come viene raccontato, lo spartiacque è rappresentato dalla nascita delle reti mesh, punto di partenza per il supporto all'Internet of Things e gli assistenti virtuali e per una mutazione funzionale dei router. Si tratta di una rete peer-to-peer di media estensione, nella quale tutti i nodi che ne fanno parte partecipano alla diffusione dei pacchetti dati e delle informazioni e all'archiviazione distribuita dei contenuti stessi. In questo modo si crea una fitta maglia di nodi interconnessi che garantisce il funzionamento della rete. L'obiettivo è sempre stato quello di aumentare le massime velocità di connessione in downlink e in uplink.

Tra le testimonianze più interessanti raccolte c'è quella di Jesse Burke, Staff Marketing Manager di Qualcomm, che spiega che se un cliente paga un operatore di rete per avere una connessione da 1 Gbps, occorre fare in modo che quello non resti solo un numeretto teorico, raggiungibile magari soltanto con una connessione cablata. L'obiettivo è quantomeno avvicinarsi anche tramite Wi-Fi, tenendo conto anche che il contesto delle reti domestiche è cambiato radicalmente. Anche se è possibile trovarne alcune realizzate con cavi Ethernet o in fibra, le reti mesh sono solitamente utilizzate per garantire connettività wireless anche senza Internet.

Verso una rete senziente

Come spiega dday.it, il settore nel quale il Wi-Fi mostra tutto il suo potenziale nell'ambito della smart home, è il cosiddetto Wi-Fi Sensing. Grazie alle peculiarità delle reti mesh, il Wi-Fi è destinato a diventare una rete senziente nel vero senso del termine. Le reti mesh wireless si compongono di client, router e gateway. Il primo gruppo è composto da smartphone, cellulari e laptop collegati alla rete stessa, mentre i router si occupano di controllare il traffico e indirizzare i pacchetti verso i nodi destinatari sfruttando le funzionalità dei gateway.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il