BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dipendenti pubblici: premi produttività nel disegno legge Monti 2012

Nuovo sistema di premi per gli statali: la proposta



Sono in arrivo nuovi premi per un milione di impiegati statali che saranno calcolati in base al merito. Il governo renderà noto il testo del disegno di legge con il quale chiederà le deleghe per fissare nuove regole sull’assegnazione dei premi agli statali tra una settimana.

Con il nuovo provvedimento, il governo ha intenzione di estendere a circa 1,3 milioni di dipendenti pubblici i criteri di assegnazione dei premi ai dipendenti in base al merito, tornando indietro alla riforma Brunetta che stabiliva che i dipendenti sarebbero stati classificati in tre categorie, o fasce di merito, ovvero i meritevoli di gratifica ad personam, i meritevoli di gratifica collettiva, i non meritevoli e per cui le risorse disponibili sarebbero state suddivise al 50% per la prima categoria e l’altra metà alla seconda, e smontandola.

Con l’intesa sulle nuove norme del lavoro pubblico, firmata dal ministro Patroni Griffi, Regioni, Comuni e sindacati, prende forma, infatti, l’impianto di legge che, di fatto, andrà a smontare la precedente riforma Brunetta.

La bozza di accordo prevede la necessità di razionalizzare e semplificare i sistemi di misurazione, valutazione e premialità nonché del ciclo della performance, anche mediante il superamento del sistema della ripartizione dei dipendenti nelle fasce di merito, prevedendo meccanismi atti ad assicurare la retribuzione differenziata in relazione ai risultati. Se dovesse passare questa proposta tutti i dipendenti pubblici saranno valutati e riceveranno una valutazione complessiva del servizio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il