BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: nessuno o quasi ieri sapeva la situazione aggiornata a Porta a Porta da Bruno Vespa

Esodati: ancora nulla di fatto. Ieri la discussione a Porta a Porta



Secondo quanto riportato dal programma del nuovo governo, sembra che il premier Letta voglia rivedere la Riforma Fornero. Il presidente del Consiglio ha presentato una soluzione strutturale per gli esodati e ha proposto soglie anagrafiche di pensionamento flessibili, inserendo i due interventi nell'ambito di una nuova riforma del sistema di welfare.

Per quanto concerne gli esodati, la proposta avanzata dal governo sembra convergere verso la soluzione della flessibilità, e in modo particolare sull’eventualità di un pensionamento anticipato. Enrico Letta ha confermato che la questione è tra le priorità dell’Esecutivo.

Da ormai troppo tempo si parla, infatti, di questa questione esodati senza mai arrivare ad una soluzione definitiva, nonostante i tre decreti già varati dal governo Monti. Si è parlato di esodati anche durante la puntata di ‘Porta a Porta’ di Bruno Vespa ieri sera.

Alla domanda di Vespa se qualcuno era rimasto senza pensione o comunque una forma di sostentamento, nessuno era chiaro nel rispondere, e anche la rappresentante della Cisl, pur dicendo cose giuste, non era chiara nel dire la verità e cioè che dei 130 mila salvaguardati dei decreti Fonero nessuno ha preso ancora al pensione a causa delle lunghe pratiche burocratiche dell'inps, e conseguenti controlli etc, etc.

Così, mentre tutti sostengono l'importanza di trovare le risorse per i 350mila ancora fuori dalle tutele,nessuno si preoccupa in realtà di coloro protetti dai decreti, anche i primi che lo sono da mesi ma che non hanno ancora ricevuto nessuna pensione e per cui la copertura è solo sulla carta. E’ per ovviare a questa situazione in bilico che servono necessariamente risposte definitive alla questione, e nuove risorse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il