BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Android 5: aggiornamento, problemi, nuove indicazioni uscita Samsung Galaxy S5, S4, Nexus, Htc, Lg, SOny Xperia

Fra problemi e ritardi continua la distribuzione dell'aggiornamento di sistema operativo Android 5.0 Lollipop. A regnare è però l'incertezza.




Anche questa appena trascorsa è stata una settimana di problemi e disagi per i (pochi) dispositivi che hanno scaricato e installato l'aggiornamento di sistema operativo Android 5.0 Lollipop. Uno dopo l'altro sono stati lamentati la disattivazione dell'audio dagli altoparlanti e dal jack per le cuffie, la scomparsa della sincronizzazione dei servizi collegati all'account Google, la gestione sballata della RAM, la mancata visualizzazione dei video presenti su YouTube, l'impossibilità di connettersi via Wi-Fi, la disabilitazione dell'uso della fotocamera.

I problemi si aggiungono ai ritardi nei tempi della distribuzione sugli stessi device della gamma Nexus, i primi a ricevere il nuovo software. I prossimi a essere coinvolti, come annunciato da Asus, sono il Nexus 7 2012 3G e il Nexus 7 2013 4G: "Per entrambi i dispositivi la versione di Lollipop è la LRX21P, e a breve sarà disponibile l'update anche per i Nexus 7 dotati di connettività 3G (ME370TG e ME571KL); inoltre i nostri ingegneri stanno lavorando duramente per portare il nuovo OS sulla maggior parte dei dispositivi ASUS di ultima generazione, come i fantastici Zenfone e gli ultimi tablet della serie MeMO Pad".

Chiusa la partita con i terminali Nexus, destinata comunque a durare anche nel corso del mese di dicembre, Android 5.0 Lollipop sarà nelle prossime settimane scaricabile e compatibile su Samsung Galaxy S5, Samsung Galaxy Note 4, Samsung Galaxy Note 3 e Samsung Galaxy Alpha, LG G2 e LG G3, HTC One M8, HTC One M7 e HTC One Mini, Xperia Z, Xperia ZL, Xperia ZR, Xperia Tablet Z, Xperia Z Ultra, Xperia Z1, Xperia Z1S, Xperia Z1 Compact, Xperia Z2, Xperia Tablet Z2, Xperia Z3, Xperia Z3v, Xperia Z3 Compact, Xperia Tablet Z3 Compact.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il