BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esportazioni italiane: le nazioni emergenti le supereranno nel primo trimestre 2009

Nonostante il periodo di crisi, cresceranno nel 2009 le esportazioni del Made in Italy. Le previsioni Unioncamere.



Italia, ‘Paese di santi poeti e navigatori’ recita una delle più belle definizioni del Belpaese, ma anche del Made in Italy. La nostra penisola, nonostante il periodo di crisi, continua a vivere un periodo più o meno florido dal punto di vista economico delle esportazioni del marchio italiano all’estero.

Secondo, infatti, la previsione che emerge da un’indagineUnioncamere-Assocamerestero sull’andamento tendenziale delle esportazioni italiane nei primi tre mesi del nuovo anno, l’export italiano continuerà a segnare un andamento positivo sui mercati internazionali nel primo trimestre 2009.

A stimolare la crescita delle esportazioni del Made in Italy saranno i Paesi dell’Est principalmente, a partire dalla Russia per quanto riguarda il settore moda. Si stima, infatti, che sarà verso Mosca, nel primo trimestre 2009, che si potrà registrare un incremento delle esportazioni del 32% rispetto all’analogo periodo del 2008, pari ad un aumento del dato medio mensile che passa dai 213 milioni di euro fatturati dall’Italia lo scorso anno ai 281 milioni attesi per il periodo gennaio-marzo 2009.

Di segno negativo, anche per il primo trimestre 2009, saranno invece le esportazioni verso Germania e Stati Uniti. Per quanto riguarda poi il settore agroalimentare, si registrerà un’incremento del valore medio mensile nel primo trimestre 2009 previsto per le esportazioni verso la Cina che supererà il 65%, portando le stime delle vendite medie da 6 milioni di euro dell’analogo periodo del 2008 ad oltre 9 milioni.

E ancora crescita nel settore dell’elettronica che registrerà una crescita stimata del 5% nel primo trimestre 2009 su un valore medio che, già nel primo trimestre 2008, si attestava ad oltre 310 milioni di euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il