A chi spetta la pensione anticipata per lavori notturni nel 2021? Regole e requisiti secondo normativa attuale

Andare in pensione prima per lavoratori notturni a precise condizioni e soddisfacendo specifici requisiti: coda prevede normativa in vigore

A chi spetta la pensione anticipata per

A chi spetta la pensione anticipata per lavori notturni nel 2021?

Secondo quanto stabilito dalla normativa attuale, la pensione anticipata per lavori notturni nel 2021 spetta a coloro che sono impegnati, o lo sono stati, in lavori notturni a turni per almeno 64 giornate l'anno o che prestano attività per periodi di durata pari all’intero anno lavorativo.  
 

A chi spetta la pensione anticipata per lavori notturni nel 2021? I lavori notturni sono le attività lavorative svolte nel corso di un periodo di almeno 7 ore consecutive, comprendenti l'intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino. Chi lavora, dunque, tra le 22 e le 5, o tra le 23 e le 6, o tra le 24 e le 7 rientra tra i lavoratori notturni per cui sono previste maggiorazioni a lavoro sullo stipendio ma anche agevolazioni per andare in pensione anticipata. Vediamo quali sono regole e requisiti per la pensione anticipata di lavoratori notturni nel 2021. 

  • A chi spetta la pensione anticipata per lavori notturni nel 2021
  • Requisiti per pensione anticipata lavoratori notturni nel 2021

A chi spetta la pensione anticipata per lavori notturni nel 2021

La pensione anticipata per lavori notturni nel 2021 spetta a coloro che sono impegnati, o lo sono stati, in lavori notturni a turni per almeno 64 giornate l'anno o che prestano attività per periodi di durata pari all’intero anno lavorativo.  In particolare, secondo la normativa attuale la pensione anticipata per lavori notturni nel 2021 spetta a:

  • lavoratori notturni a turni che prestano servizio di notte per almeno 6 ore, comprendenti l’intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino, per un minimo di 78 giorni lavorativi annui;
  • lavoratori notturni a turni che prestano servizio di notte per almeno 6 ore, comprendenti l’intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino, per un numero minimo di giorni lavorativi annui inferiore a 78 ma non inferiore a 64;
  • lavoratori notturni che prestano servizio per almeno 3 ore nell'intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino, per periodi di lavoro di durata pari all'intero anno lavorativo. 

Requisiti per pensione anticipata lavoratori notturni nel 2021

Per la pensione anticipata bisogna soddisfare specifici requisiti che sono aver raggiunto una età di 61 anni e 7 mesi di età, aver maturato almeno 35 anni di contributi e aver raggiunto quota 97,6, risultato della somma di anzianità anagrafica e contributiva. 

Per i lavoratori notturni che svolgono lavoro notturno tra 72 e 77 giorni l'anno è previsto un aumento dei requisiti per il pensionamento di un anno e di due anni se l'attività è svolta tra 64 e 71 giorni l'anno.
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il