Come ci si può mettere in malattia dal lavoro e avere certificato se medico non risponde

Quali sono le soluzioni alternative al medico curante per avere certificato medico per malattia a lavoro: cosa prevedono leggi in vigore e chiarimenti

Come ci si può mettere in malattia dal l

Come ci si può mettere in malattia dal lavoro e avere certificato se medico non risponde?

Se ci si deve mettere in malattia dal lavoro e il medico non risponde, per avere il certificato medico di malattia da presentare a lavoro è possibile rivolgersi al Servizio di Continuità Assistenziale, ex Guardia Medica, o al pronto soccorso o a qualsiasi medico che può redigere il certificato di malattia. 
 

Come fare ad avere il certificato medico per malattia a lavoro se il medico non risponde? Quando si incorre in un evento di malattia e si è lavoratori dipendenti, sia provati che pubblici, il primo obbligo da rispettare è quello di avvisare tempestivamente il datore di lavoro, o azienda, o ente presso cui si è impiegati dell’assenza dal lavoro per malattia e, contestualmente, inviare a datore di lavoro relativo certificato medico che attesti l’effettiva malattia e rilasciato dal proprio medico curante. Qualche problema potrebbe sorgere se il medico non risponde e si ha necessità di avere il certificato per la malattia a lavoro. Cosa si fa?

  • Malattia a lavoro e obbligo di invio certificato medico cosa prevedono leggi in vigore
  • Cosa fare quando medico non risponde per avere certificato per malattia a lavoro

Malattia a lavoro e obbligo di invio certificato medico cosa prevedono leggi in vigore

Stando a quanto previsto da leggi in vigore e Contratti nazionali di lavoro Ccnl, ogni lavoratore dipendente regolarmente assunto, al verificarsi di un evento di malattia, deve dare tempestiva comunicazione al datore di lavoro della sua assenza in modo da permettere allo stesso di organizzare al meglio l’attività lavorativa compensando l’assenza del lavoratore malato.

Il lavoratore deve recarsi dal proprio medico curante per la compilazione e il rilascio del certificato medico che deve essere poi da inviato in via telematica all’Inps e al datore di lavoro e deve riportare relativo numero di protocollo da comunicare al datore di lavoro. Il certificato medico rilasciato dal proprio medico curante che attesta l’effettiva malattia con diagnosi, prognosi, giorni di assenza e giorno di rientro a lavoro è obbligatorio e deve essere inviato al datore di lavoro entro massimo due giorni dall’insorgere della malattia.

Durante tutto il periodo della malattia, il dipendente deve, inoltre, rendersi reperibile per tutta la durata della malattia presso l’indirizzo fornito al momento della compilazione del certificato medico nelle fasce di reperibilità, per permettere eventuali visite mediche fiscali da parte dell’Inps o del datore di lavoro.

Le fasce di reperibilità sono dalle 10 alle 12 del mattino e dalle 17 alle 19 del pomeriggio, tutti i giorni compresi i domenicali o festivi. 

Cosa fare quando medico non risponde per avere certificato per malattia a lavoro

Quando ci si deve mettere in malattia e si ha bisogno del relativo certificato ma il medico non risponde, è possibile attendere almeno un giorno in più, considerando i due giorni dall’inizio della malattia entro cui deve essere inviato il certificato medico a lavoro, per averlo.

Precisiamo che il medico di base deve, per legge, sempre garantire reperibilità telefonica per due ore, ogni giorno, dalle 8 alle 10, per richieste non differibili. Dopodicchè, gli assistiti del medico di base se non risponde, per richieste, certificato medico per malattia, o altre esigenze possono recarsi presso la guardia medica.  

Se, infatti, il medico continua a non rispondere dopo il primo giorno di assenza dal lavoro per malattia, allora per avere il certificato medico di malattia da presentare a lavoro è possibile rivolgersi al Servizio di Continuità Assistenziale, ex Guardia Medica, o al pronto soccorso o a qualsiasi medico che può redigere il certificato di malattia. 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il