Come fare ricongiunzioni contributi versati in Germania per avere pensione nel 2021 da INPS

Come fare ricongiunzioni contributi versati in Germania per avere pensione nel 2021 da INPS

Come fare ricongiunzioni contributi vers

Come fare ricongiunzioni contributi versati in Germania per avere pensione nel 2021 da INPS?

Per raggiungere i requisiti pensionistici e per il calcolo della pensione finale Inps 2021, i contributi versati in Germania si possono ricongiungere tramite la cosiddetta totalizzazione dei periodi assicurativi per cui non bisogna presentare apposita domanda perché scatta automaticamente. 
 

Quando si lavora all’estero, regolarmente pagando le tasse e versando i relativi contributi previdenziali, e si torna poi in Italia, si ha diritto a recuperare i contributi versati che ai fini previdenziali vengono calcolati sia ai fini del raggiungimento della pensione finale sia ai fini del calcolo del trattamento pensionistico mensile. 

I contributi versati in altri Paesi si possono ricongiungere o totalizzare e sistemi e costi dipendono dal Paese in cui si è lavorato e sono stati versati i contributi. In Italia sono tanti coloro che hanno contributi versati soprattutto in Germania, Paese che attrae e ha attirato da un punto di vista lavorativo per le tante opportunità offerte per ogni genere di attività. Vediamo in questo pezzo come fare ricongiunzioni dei contributi versati in Germani per avere la pensione Inps nel 2021. 

  • Come fare ricongiunzioni contributi versati in Germania per pensione INPS
  • Ricongiunzione contributi versati in Germania per pensione INPS esempi e casi
  • Quali sono i contributi per avere pensione Inps 2021 

Come fare ricongiunzioni contributi versati in Germania per pensione INPS

Ricongiungere i contributi versati in Germania ai fini della pensione Inps durante il periodo in cui è stata svolta attività lavorativa proprio lì è possibile tramite il cumulo estero è necessario che: 

  • sia stato maturato dal lavoratore in Italia il minimo di contributi richiesti per l’accesso alla totalizzazione, previsto dalla normativa comunitaria, e cioè 52 settimane, o dalla singole Convenzioni bilaterali;
  • i contributi versati esteri non devono risultare coincidenti da un punto di vista temporale con quelli versati in Italia.

La possibilità di ricongiungere i contributi versati in Germania è prevista da diversi Regolamenti Comunitari, nati con l’obiettivo di garantire ai lavoratori migranti tutele previdenziali e pensionistiche anche per lavori prestati fuori dai propri confini.

Ai fini di raggiungimento dei requisiti pensionistici e del calcolo della pensione finale Inps 2021, i contributi versati in Germania si possono ricongiungere tramite la cosiddetta totalizzazione dei periodi assicurativi, perché fra due Paesi non c’è possibilità di trasferimento dei contributi da uno Stato all’altro. 

Solo ricorrendo alla totalizzazione contributiva, i lavoratori possono ricongiungere tutti i contributi versati all’estero. Chi ha versato contributi in Germania, per lavoro subordinato o autonomo, può sommarli a quelli versati in Italia ai fini pensionistici, a condizione, però, di essere regolarmente iscritto presso gli Istituti e gli Enti di previdenza e assistenza in Germania e di aver maturato almeno 52 settimane di contributi. 

Per fare ricongiunzione dei contributi versati in Germania per avere la pensione Inps, non bisogna presentare apposita domanda di ricongiunzione all’Inps perché scatta automaticamente la totalizzazione, per cui i periodi di lavoro all’estero, per cui sono stati regolarmente versati contributi, vengono sommati ai contributi versati in Italia per permettere al lavoratore di raggiungere la pensione finale. 

Ricongiunzione contributi versati in Germania per pensione INPS esempi e casi

Per esempio, un lavoratore che ha lavorato 15 anni in Germania e altri 28 anni in Italia, con la totalizzazione raggiunge 43 anni di contributi maturando così i requisiti richiesti per andare in pensione anticipata, per cui sono richiesti 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini, e un anno in meno, 41 anni e 10 mesi di contributi, per le donne.

Il calcolo della pensione Inps in questo caso viene calcolata considerando i 28 anni di contributi versati in Italia, secondo i sistemi di calcolo qui previsti, a cui aggiungere i 15 anni calcolati e liquidati secondo le regole tedesche. 

Quali sono i contributi per avere pensione Inps 2021 

I contributi utili ai fini pensionistici sono i seguenti:
contributi obbligatori da lavoro dipendente o autonomo;
contributi volontari;
contributi figurativi (come quelli versati per malattia, servizio militare, maternità, cassa integrazione, disoccupazione, mobilità, ecc.);
contributi da riscatto (come quelli versati per corso legale di laurea, attività svolta in Paesi non convenzionati con l’Italia, etc.).

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il