Come funziona il periodo di prova per un dipendente pubblico

Durata, recesso, conferma e stipendio: quali sono regole e norme per periodo di prova di dipendenti pubblici e chiarimenti

Come funziona il periodo di prova per un

Come funziona il periodo di prova per un dipendente pubblico?

Stando a quanto previsto dal Ccnl Aran 2021-2022, un dipendente pubblico assunto in servizio a tempo indeterminato è soggetto ad un periodo di prova, la cui durata è di due mesi per i dipendenti inquadrati nella categoria A e B, quatto mesi per i dipendenti delle altre categorie, due mesi per il personale della pubblica amministrazione e ministeriale in seconda area (fascia economica 1). Il periodo di prova per dipendenti pubblici non può essere rinnovato o prorogato alla scadenza. 

Come funziona il periodo di prova per un dipendente pubblico? Il contratto per i dipendenti pubblici 2021-2022 come tutti i Ccnl in vigore prevedono norme diverse per la gestione del rapporto di lavoro tra aziende ed enti e rispettivi dipendenti, tra cui quelle che regolano lo svolgimento del periodo di prova di un dipendente pubblico, obbligatorio prima dell’assunzione in servizio.
Vediamo allora durata e regole dello svolgimento del periodo di prova per dipendenti pubblici.

  • Periodo di prova per un dipendente pubblico quanto dura
  • Periodo di prova contratto dipendenti pubblici 2021-2022 stipendio

Periodo di prova per un dipendente pubblico quanto dura

Stando a quanto previsto dal Ccnl 2021-2022, un dipendente pubblico assunto in servizio a tempo indeterminato è soggetto ad un periodo di prova, la cui durata è di: 

  • due mesi per i dipendenti inquadrati nella categoria A e B;
  • quatto mesi per i dipendenti delle altre categorie;
  • due mesi per il personale della pubblica amministrazione e ministeriale in seconda area (fascia economica 1). 

Ai fini del calcolo del periodo di prova si considerano solo i giorni di servizio effettivamente prestato. Il periodo di prova è sospeso in caso di assenza per malattia e negli altri casi previsti dalla legge o dal Ccnl 2021-2022.  In tal caso il dipendente pubblico ha diritto a conservare il posto di lavoro per un periodo massimo di sei mesi, decorso il quale il rapporto si considera risolto.

Trascorsa la metà del tempo del periodo di prova previsto per i dipendenti pubblici a seconda delle fasce, per il restante periodo, ognuna delle parti ha facoltà di recedere dal rapporto di lavoro in qualsiasi momento senza alcun obbligo di preavviso né di indennità sostitutiva del preavviso.

Il recesso vale dal momento della comunicazione alla controparte e quando avviene da parte dell'Azienda o Ente deve essere motivato. Decorso il periodo di prova senza che, invece, il rapporto di lavoro sia stato risolto da una delle parti, il dipendente si considera confermato in servizio e il periodo di prova sostenuto vale ai fini dell'anzianità di servizio dal giorno dell'assunzione a tutti gli effetti. 

Precisiamo che il periodo di prova per dipendenti pubblici non può essere rinnovato o prorogato alla scadenza. 

Sono esonerati dallo svolgimento del periodo di prova i dipendenti delle Aziende e degli Enti del comparto che lo abbiano giù prestato nella stessa categoria, profilo e disciplina, dove prevista. Esonerati dal periodo di prova anche i dipendenti pubblici che abbiano già svolto periodi di rapporto di lavoro, anche a tempo determinato nello stesso profilo anche in altre amministrazioni pubbliche.

Periodo di prova contratto dipendenti pubblici 2021-2022 stipendio

Stando a quanto previsto dal ccnl 2021-2022, durante lo svolgimento del periodo di prova, il dipendente pubblico ha diritto a percepire lo stesso stipendio spettante ai dipendenti non in prova in base a categorie e fasce di inquadramento professionale senza alcuna trattenuta né riduzione.

In caso di recesso dal rapporto di lavoro, lo stipendio viene corrisposta fino all'ultimo giorno di effettivo  servizio, compresi i ratei della tredicesima mensilità, se maturati. 


 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il