Come funziona la formula valore garantito per comprare auto e cambiarla dopo 3-4 anni

Solo nel caso in cui l'acquirente decide di attivare la formula del valore futuro garantito si verifica il definitivo passaggio di proprietà.

Come funziona la formula valore garantit

Valore futuro garantito, come funziona la formula?

La formula del valore futuro garantito prevede il versamento di un anticipo e il successivo pagamento di rate mensili per 2, 3 o 4 anni finché, alla scadenza prevista dal contratto, si può decidere di restituire l'auto senza pagare nulla, sostituirla con un nuovo modello attivando un nuovo prestito oppure tenere l'auto corrispondendo appunto il valore futuro garantito.

Quando si tratta di comprare un'auto tra i modelli proposti dalle varie Citroen, Dacia, Fiat, Ford, Honda, Hyundai, Kia, Lancia, Mini, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Volkswagen, la formula del valore futuro garantito può essere un'occasione interessante.

Questa opzione propone all'acquirente di cambiare auto ogni 3-4 anni restituendo quella in proprio possesso. Approfondiamo in questo articolo:

  • Valore futuro garantito, come funziona la formula
  • Confronto prezzi con la formula del valore futuro garantito

Valore futuro garantito, come funziona la formula

La formula del valore futuro garantito prevede il versamento di un anticipo e il successivo pagamento di rate mensili per 2, 3 o 4 anni finché, alla scadenza prevista dal contratto, si può decidere di restituire l'auto senza pagare nulla, sostituirla con un nuovo modello attivando un nuovo prestito oppure tenere l'auto corrispondendo appunto il valore futuro garantito.

In pratica si tratta di una maxi rata ovvero il prezzo di riscatto dell'auto. Nel caso in cui l'acquirente decide di attivare questa formula, ecco che si verifica il definitivo passaggio di proprietà. Gli step da seguire sono 3:

  • si decide l'importo del versamento iniziale del valore di fornitura scegliendo la durata del contratto
  • in base all'anticipo e alla durata viene stabilito il canone mensile, che rimane costante fino alla fine del contratto
  • alla scadenza è possibile cambiare l'auto all'interno dello stesso brand oppure restituirla senza spese aggiuntive oppure decidere se tenerla pagando il valore di riscatto pari al valore futuro garantito

Questa formula si rivela allora più conveniente per chi non vuole avere oneri di proprietà, non vuole immobilizzare il capitale, è interessante per chi desidera la certezza del valore futuro garantito alla scadenza del contratto sottoscritto.

Confronto prezzi con la formula del valore futuro garantito

Sebbene non sia recente, la ricerca di Altroconsumo è certamente utile per farsi un'idea della differenza di costi.

Il mensile indipendente che tutela gli interessi dei consumatori ha infatti messo a confronto il prezzo in contanti dell'auto, il prezzo finale in caso di pagamento dell'auto a rate con prestito tradizionale e il prezzo finale in caso di scelta della formula leasing proposta dalla concessionaria, considerando il riscatto finale dell'auto ovvero che non venga restituita.

Ebbene, come viene fatto notare, in contanti si risparmiano fino a 4.000 euro, ma se bisogna ricorrere comunque al prestito per acquistare l'auto, quello tradizionale risulta più conveniente del leasing. Se però l'automobilista preferisce la possibilità di cambiare l'auto di frequente per averla sempre nuova, il leasing ovvero la formula del valore futuro garantito è la strada giusta.

  • BMW serie 2: 30.900 euro (prezzo in contanti), 33.026 euro (prezzo con prestito tradizionale in 36 mesi), 34.747 euro (prezzo con leasing)
  • Mini 3 porte: 18.300 euro (prezzo in contanti), 19.457 euro (prezzo con prestito tradizionale in 36 mesi), 21.214 euro (prezzo con leasing)
  • Citroen C1: 8.900 euro (prezzo in contanti), 9.830 euro (prezzo con prestito tradizionale in 36 mesi), 10.227 euro (prezzo con leasing)
  • Ford Fiesta: 9.950 euro (prezzo in contanti), 10.789 euro (prezzo con prestito tradizionale in 36 mesi), 11.094 euro (prezzo con leasing)
  • Nissan Juke: 15.500 euro (prezzo in contanti), 18.406 euro (prezzo con prestito tradizionale in 36 mesi), 18.408 euro (prezzo con leasing)
  • Puegeot 108: 9.500 euro (prezzo in contanti), 10.468 euro (prezzo con prestito tradizionale in 36 mesi), 10.703 euro (prezzo con leasing)
  • Renault Clio: 12.650 euro (prezzo in contanti), 13.860 euro (prezzo con prestito tradizionale in 36 mesi), 15.768 euro (prezzo con leasing)

In definitiva, rileva Altroconsumo, mettendo a confronto il leasing con un prestito tradizionale della finanziaria presente in concessionaria o in banca, quest'ultimo finisce per rivelarsi più conveniente. Con il leasing si arriva a spendere il 25% in più del prezzo dell'auto se pagata in contanti.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il