Come si può modificare il regolamento condominiale secondo leggi 2021

Quali sono regole e norme per modificare un regolamento di condominio che sia assembleare o contrattuale: cosa prevedono leggi in vigore

Come si può modificare il regolamento co

Come si modifica il regolamento condominiale?

Per modificare un regolamento di condominio, o una sola clausola in esso contenuta, vi sono regole e iter differenti a seconda che si tratti di modifiche di un regolamento condominiale assembleare o contrattuale. Per modificare, infatti, una parte o tutto il regolamento contrattuale è necessaria l’unanimità dei condomini mentre per modificare una parte o tutto il regolamento assembleare è necessaria la maggioranza degli intervenuti in assemblea che costituiscano almeno 500 millesimi dell’edificio. 
 

Come si può modificare un regolamento condominiale? Le norme che vengono definite in un regolamento condominiale si basano sul Codice Civile, che stabilisce le principali regole da rispettare, come nascita del condominio per cui servono almeno due condomini, nomina di un amministratore e relativi poteri, divisione delle spese comuni, uso dei servizi comuni, recupero delle spese dai morosi. Il regolamento di condominio può essere assembleare o contrattuale. Vediamo come fare a modificare il regolamento condominiale.

  • Come modificare regolamento condominiale assembleare
  • Come modificare regolamento condominiale contrattuale

Come modificare regolamento condominiale assembleare

Il regolamento condominiale assembleare si può modificare su iniziativa dei condomini, dell’amministratore e qualsiasi modifica, soprattutto se interessa una clausola di natura regolamentare, deve avvenire in forma scritta e successivamente allegata al regolamento.

La modifica del regolamento condominiale assembleare, così come la definizione dello stesso, dipende dall’approvazione dell’assemblea condominiale a maggioranza e può riguardare materie come determinazione delle tabelle per le spese di riscaldamento, o per definizione per le spese dell’ascensore, o per eliminazione di una parte comune del condominio.

Per modificare il regolamento di condominio assembleare bisogna convocare l’assemblea e approvare una delibera a maggioranza degli intervenuti in assemblea e che rappresentino almeno la metà del valore dell’edificio.

Serve, dunque, la maggioranza degli intervenuti in assemblea che costituiscano almeno 500 millesimi dell’edificio per modificare in tutto o in parte il regolamento di condominio assembleare, precisando, però, che non si può intervenire con modifiche di norme inderogabili per legge secondo quanto stabilito dal Codice Civile.
 

Come modificare regolamento condominiale contrattuale

Diversa è la procedura per modificare il regolamento di condominiale contrattuale. Stando, infatti, a quanto previsto dalle norme in vigore, se per modificare un regolamento di condominio assembleare serve la maggioranza, per modificare il regolamento di condominio contrattuale serve l’unanimità. 

Le clausole di natura contrattuale di un regolamento di condominio possono essere modificate in qualsiasi sede e non è, pertanto, necessario convocare l’assemblea, solo a condizione che siano d’accordo di tutti i condomini. Cambiano anche le materie di intervento per modifiche ai regolamenti condominiali.

Se, per esempio, un regolamento di natura assembleare si può modificare in relazione alle tabelle millesimali di divisione delle spese condominiali, il regolamento condominiale contrattuale può essere modificato definendo una diversa modalità ripartizione delle spese di condominio.


 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il