Contratto OSS turni e riposo, reperibilitÓ, lavoro di notte e orari

Quali sono orari di lavoro e turni che devono prestate i dipendenti Oss: norme previste da legge e articolazione orari

Contratto OSS turni e riposo, reperibilitÓ, lavoro di notte e orari

Quali sono gli orari di lavoro di un dipendente Oss?

L’orario di lavoro ordinario è di 36 ore settimanali e organizzato in base all’orario di servizio e di apertura al pubblico. L’orario di lavoro è articolato su cinque o sei giorni, con orario convenzionale rispettivamente di 7 ore e 12 minuti e di 6 ore.

 

Quali sono i turni di lavoro di un operatore socio-sanitario Oss? Il lavoro degli Oss impiegati nel servizio sanitario è displinato da apposito contratto di lavoro collettivo nazionale che, come ogni altro CCNL, prevede regole per quanto riguarda orari di lavoro e turni, repertibilità e altro. Vediamo quali sono le norme previste da contratto nazionale per orari di lavoro, turni e riposi di un Oss.

  • Contratto OSS orari di lavoro
  • Contratto OSS turni e lavoro notturno
  • Contratto OSS riposo
  • Contratto OSS reperibilità
  • Contratto OSS lavoro di notte


Contratto OSS orari di lavoro

Stando a quanto previsto dal contratto collettivo nazionale di lavoro Oss, l’orario di lavoro ordinario è di 36 ore settimanali e organizzato in base all’orario di servizio e di apertura al pubblico. L’orario di lavoro è articolato su cinque o sei giorni, con orario convenzionale rispettivamente di 7 ore e 12 minuti e di 6 ore.

Entrando più nel dettaglio sull’organizzazione dell’orario di lavoro sui giorni della settimana, le norme previste sono le seguenti:

  • orario articolato su cinque giorni, che prevede la prosecuzione della prestazione lavorativa nelle ore pomeridiane;
  • orario articolato su sei giorni, che solitamente si svolge di la mattina per sei ore continuative;
  • orario flessibile, che prevede fasce orarie entro le quali sono permessi inizio e fine della prestazione lavorativa giornaliera,
  • orario plurisettimanale, che prevede ricorso alla programmazione di calendari di lavoro plurisettimanali e annuali con orari superiori o inferiori alle 36 ore settimanali ma sempre nel rispetto del monte ore.

Contratto OSS turni e lavoro notturno

Il lavoro di Oss prevede turni di lavoro e lavoro notturno se lo svolgimento del lavoro non può essere effettuato con altre tipologie di orario e gli orari dei turni vengono stabiliti dall'azienda in base all'organizzazione dei servizi.
Il lavoro di Oss su turni può essere:

  • o su 2 turni (o Turno sulle 12 ore),
  • o su 3 turni (o Turno sulle 24)

Nel lavoro su due turni, il turno di lavoro che inizia la mattina e si conclude il pomeriggio, solitamente al lunedì al venerdì con un orario giornaliero di 7 ore e 12 minuti o dal lunedì al sabato con un orario di 6 ore al giorno.

Nel primo caso la mattina inizia alle 7 e si conclude alle 14:12 e il pomeriggio inizia alle 14 e si conclude alle 21:12, mentre nel secondo caso, la mattina inizia alle 7 e si conclude alle 13 e il pomeriggio inizia alle 13 e si conclude alle 19 e non è previsto in tal caso il turno di notte.

Nel lavoro su 3 turni, il turno di lavoro inizia la mattina prosegue col pomeriggio e si conclude con la notte e:

  • il turno di mattina inizia alle 7 e si conclude finisce alle 14;
  • il turno pomeridiano inizia alle 14 e si conclude alle 21;
  • il turno di notte inizia alle 21 e si concluder alle 7 del giorno successivo.

Contratto OSS riposo

Passando al capitolo riposo per Oss assunti con contratto di lavoro collettivo nazionale, sono prevste 11 ore di riposo tra un turno e l’altro ed è prevista una giornata di 24 ore consecutive ogni sette giorni di riposo settimanale che solitamente coincide con la domenica, regola che, però, non vale se si tratta di un lavoratore turnista, con articolazione oraria sulle 24 ore.

Ogni lavoratore dipendente con contratto Oss sanitario ha diritto ogni anno a 52 riposi, indipendentemente dalla forma di articolazione dell’orario di lavoro. Se un dipendente lavora in un giorno festivo infrasettimanale ha diritto ad un riposo compensativo (a condizione che ne presenti richiesta entro trenta giorni) o a ricevere un compenso per lavoro straordinario con la maggiorazione prevista per il lavoro straordinario festivo. E’ bene precisare che il periodo di riposo non può essere monetizzato.

Contratto OSS reperibilità

Gli Oss devono avere reperibilità al lavoro per svolgere la loro attività su chiamata, anche durante la notte o i giorni festivi e hanno l’obbligo di presentarsi sul posto di lavoro nel minor tempo possibile. La reperibilità è prevista anche per affrontare situazioni di emergenza (es. emodinamica, sala operatoria, angiografia, trasporti urgenti in ambulanza). Per la reperibilità è comunque:

  • previsto il limite ai turni festivi e notturni;
  • ogni dipendente non può coprire più di sei turni in reperibilità al mese.

La reperibilità dà diritto ad una indennità di euro 20,66 lorde per ogni dodici ore.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie