Cosa scrivere nella causale del bonifico bancario per il mantenimento figli

Causale da inserire nel bonifico per il versamento del mantenimento ai figli: dicitura da scrivere e chiarimenti

Cosa scrivere nella causale del bonifico

Qual è la causale che bisogna inserire per il bonifico bancario per il mantenimento dei figli?

La causale da inserire deve riportare motivo del versamento, cioè ‘Mantenimento figlio’ indicare il nome del figlio beneficiario dell’assegno e mese per il quale il versamento viene effettuato. Per esempio, ‘ mantenimento figlio Tizio agosto 2020’, oppure riportare la dicitura come ‘Pagamento mantenimento figlio per il mese di…’.

Una coppia di genitori che si separano devono definire diverse questioni che riguardano soprattutto i figli, da affido a versamento del mantenimento. Tocca al giudice definire l’una e l’altra questione in assenza di accordo tra i genitori e il mantenimento dei figli diventa obbligatorio da versare mensilmente. Vediamo qual è la causale che bisogna inserire per il bonifico bancario per il mantenimento dei figli.

  • Cosa scrivere nella causale del bonifico bancario per il mantenimento figli
  • Bonifico bancario per il mantenimento figli senza causale cosa succede

Cosa scrivere nella causale del bonifico bancario per il mantenimento figli

E’ generalmente la sentenza di separazione da parte del giudice competente che stabilisce le modalità con cui deve essere effettuato il mantenimento dei figli, così come l'importo di quanto si deve versare di mantenimento, che siano anche prove del versamento e cioè o tramite bonifico bancario o tramite vaglia postale, cosicchè il coniuge obbligato al pagamento ha sempre la prova di aver rispettato i dovuti obblighi di mantenimento.

E’ bene tuttavia sapere che anche se il provvedimento di separazione non definisce puntualmente come deve essere effettuato il versamento del mantenimento dei figli, è sempre meglio usare o bonifico bancario o vaglia postale.

Il bonifico bancario per il mantenimento dei figli deve essere fatto dal genitore a cui spetta con cadenza regolare, ogni mese, e, indipendentemente da accordi e rapporti tra ex coniugi, il pagamento effettuato con bonifico bancario deve sempre riportare la causale, in modo da evitare eventuali problemi con l’ex coniuge.

La causale da inserire deve riportare motivo del versamento, cioè ‘Mantenimento figlio’ indicare il nome del figlio beneficiario dell’assegno e mese per il quale il versamento viene effettuato. Per esempio, ‘ mantenimento figlio Tizio agosto 2020’, oppure riportare la dicitura come ‘Pagamento mantenimento figlio per il mese di…’.

Bonifico bancario per il mantenimento figli senza causale cosa succede

Se il genitore tenuto al versamento del mantenimento dei figli non dovesse indicare la causale del bonifico, potrebbe correre il rischio di essere accusato di inadempimento da parte dell’ex coniuge. Se non ci sono prove che dimostrano l’avvenuto pagamento mensile, l’altro coniuge potrebbe pretendere ancora soldi, motivo per il quale anche se si paga il mantenimento dei figli in contanti è sempre bene farsi rilasciare dall’altro genitore una ricevuta di avvenuto versamento dei soldi.

Tuttavia, considerando che la causale sul bonifico non è obbligatoria ma si usa per evitare problemi eventuali con il Fisco o problemi, appunto, con l’ex coniuge, nel caso in cui il bonifico bancario venga effettuato regolarmente ogni mese e con l’importo fissato dal giudice ma non riporta la causale , non dovrebbero esserci problemi e o dovrebbe succedere nulla, considerando che la ricevuta di pagamento mensile dimostra il regolare adempimento al pagamento da parte del genitore tenuto al versamento del mantenimento dei figli.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il