Dove posso vedere online il mio contratto di lavoro registrato e vedere se corretto

Online su sito Inps, dell’Agenzia delle Entrate o Centri per l’impiego: come vedere online contratto di lavoro registrato e corretto

Dove posso vedere online il mio contratt

Dove posso vedere online il mio contratto di lavoro registrato?

Le norme attualmente in vigore permettono di vedere online il proprio contratto di lavoro per vedere se sia stato regolarmente registrato e se le clausole riportatevi sono corrette accedendo al sito Inps, o al sito dell’Agenzia delle Entrate o dei centri di impiego di competenza, a cui ci si può anche rivolgere di persona, consultando il modello Unilav. 
 

Dove è possibile vedere online il proprio contratto di lavoro registrato? Quando si viene regolarmente assunti si firma un contratto di lavoro che riporta tutti i dati e le informazioni relative a datore di lavoro, lavoratore e rapporto di lavoro, sia negli aspetti generali di disciplina dello svolgimento dello stesso e sia relativo alle clausole valide e vincolanti sia datore di lavoro che lavoratore. 

Il contratto di assunzione che il lavoratore dipendente firma gli viene consegnato in perfetta copia dal datore di lavoro e spetta allo stesso dipendente conservarlo, ma spesso così non accade, o a volte si può perdere, o a volte per chiarimenti ulteriori si cerca copia del contratto per effettuare alcune verifiche. Vediamo allora quali sono le possibilità per vedere online il proprio contratto registrato e se le clausole riportate sono quelle corrette.

  • Dove vedere online proprio contratto di lavoro registrato e se clausole sono corrette
  • Clausole corrette contratti di lavoro quali sono


Dove vedere online proprio contratto di lavoro registrato e se clausole sono corrette

Il datore che assume regolarmente i lavoratori dipendenti stipula un contratto di lavoro che viene firmato da entrambe le parti ed è tenuto, per legge, a inviare in via telematica relativa comunicazione di assunzione obbligatoria ai servizi per l’impiego del proprio territorio. Tale modello di comunicazione è il modello Unilav che deve essere inviato ai centri per l’impiego quanto consegnato al lavoratore stesso che può così verificare se il contratto riporta le clausole corrette.

Per vedere online il proprio contratto di lavoro in modo da capire se sia stato regolarmente registrato e vi siano riportate le clausole corrette è possibile accedere al portare del relativo centro per l’impiego, o accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate e cercare il modello CU (Certificazione Unica) che deve essere allegata alla dichiarazione precompilata relativa al modello 730 o al modello Redditi.

In alternativa è anche possibile accedere al sito Inps. Per vedere, infatti, online il proprio contratto per verificare che sia regolarmente registrato e riportante le corrette clausole si può accedere al sito Inps e al servizio estratto conto Inps, che deve riportare tutti i contributi accreditati.

Inoltre, è possibile vedere online il proprio contratto di lavoro anche tramite servizio Inps Cip (Consultazione info previdenziali), accessibile sia dal sito ufficiale dell'Istituto e sia dall'app scaricabile su smartphone e tablet. 

Clausole corrette contratti di lavoro quali sono

La registrazione di un regolare contratto di lavoro di assunzione rappresenta il corretto e legale svolgimento del lavoro previsto da parte del dipendente. Il contratto di lavoro deve per legge contenere, come accennato, tutti i dati personali e a anagrafici di datore di lavoro e lavoratore e tutti i dati e le informazioni relative al rapporto di lavoro che si va ad instaurare, come: 

  • tipologia di contratto applicato al lavoratore a conseguente Livello di inquadramento professionale in base a Ccnl, 
  • stipendio e ulteriori elementi retributivi spettanti;
  • periodo di prova;
  • orario di lavoro ordinario, straordinario, turni; 
  • riposi e festività;
  • eventuale reperibilità;
  • lavoro notturno;
  • mensilità aggiuntive, tredicesima e quattordicesima se spettanti da Ccnl;
  • eventuali indennità e premi;
  • maturazione di ferie e permessi;
  • congedi e aspettative;
  • regole per malattia e infortuni e maternità; 
  • provvedimenti disciplinari;
  • regole per licenziamento e dimissioni; 
  • regole per quote Tfr, Trattamento di fine rapporto.

Il contratto di lavoro regolarmente registrato riporta. dunque, specifiche clausole relative al rapporto di lavoro quando in corso. 

Le clausole che vengono riportate in un contratto di lavoro riguardano quelle che disciplinano il regolare rapporto di lavoro, con eventuali deroghe, per esempio relative alle prororga del periodo di prova, o ad eventuale trasferimento del lavoratore in ordine a mansioni e/o all’orario, e quelle che indicano le giuste cause o i giustificati motivi di recesso dal rapporto di lavoro.

Precisiamo che stando a quanto previsto dalle norme in vigore sono vietate specifiche clausole nei contratti di lavoro, le cosiddette clausole vessatorie, a partire dalla modifica unilaterale del contratto di lavoro perchè ogni cambiamento relativo al rapporto di lavoro deve essere accettato da entrambe le parti. 
 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il