Incidente con auto aziendale chi paga se fatto durante lavoro

Chi è responsabile dei danni causati in un incidente dall'auto aziendale? Quale compagnia di assicurazioni è responsabile del pagamento degli eventuali risarcimenti?

Incidente con auto aziendale chi paga se

Auto aziendale, chi paga in caso di incidente?

Nel caso di incidente con auto aziendale spetta allo stesso lavoratore il risarcimenti dei danni provocati all'azienda per cui lavora. Il datore viene invece chiamato in causa nel caso in cui l'auto aziendale messa nelle mani del dipendente non sia in perfetti condizioni. Ad esempio se non è stata effettuato il tagliando oppure la revisione.

Guidare un'auto aziendale porta con sé numerosi vantaggi. In base all'accordo sottoscritto tra azienda e dipendente, le spese da sostenere sono ridotte al minimo e perfino quelle per il rifornimento di carburante sono azzerate.

Allo stesso tempo non occorre preoccuparsi dell'usura e la guida è generalmente un po' più rilassata. Ma cosa succede in caso di incidente stradale con un veicolo di proprietà dell'azienda? Che si tratti di un'ammaccatura alla carrozzeria o di una grave collisione con conseguenze sull'impianto meccanico, chi paga? Voi? L'assicurazione del datore di lavoro o il lavoratore è costretto ad aprire il portafogli?

Insomma, se nella maggior parte dei casi, il conducente responsabile di un incidente automobilistico lo è anche per eventuali danni causati dalla collisione, la determinazione della responsabilità diventa più complicata quando l'incidente è causato da qualcuno che guida per lavoro o guida un veicolo aziendale. In queste situazioni sono infatti numerosi i dubbi che sorgono.

Chi è responsabile dei danni causati in un incidente dall'auto aziendale? Quale compagnia di assicurazioni è responsabile del pagamento degli eventuali risarcimenti? Il dipendente può fare riferimento a disposizioni speciali che lo tutelano a livello nazionale? Che ruolo gioca la negligenza dello stesso lavoratore mentre era alla guida dell'auto nel determinare la responsabilità?

E se si rimane feriti in un incidente automobilistico causato dalla negligenza di un altro conducente mentre si guida un'auto aziendale o si svolge un'attività lavorativa in che modo è possibile ottenere un risarcimento. Insomma, i dubbi sono tanti, ma noi formiamo una risposta precisando che ci limitiamo ai casi in cui l'auto aziendale è realmente utilizzata - come dovrebbe - per ragioni legate al lavoro. Vediamo quindi

  • Auto aziendale, chi paga in caso di incidente
  • Incidente con auto aziendale e negligenza lavoratore

Auto aziendale, chi paga in caso di incidente

Avere un incidente con l'auto aziendale o meno significa andare incontro a una lunga serie di potenziale spese attraverso l'assicurazione. Pensiamo ad esempio a quelli per l'officina ed eventualmente alle spese per il carroattrezzi per il recupero del veicolo incidentato.

Oppure alla sostituzione dei pezzi di ricambio delle parti danneggiate e più in generale ai costi di riparazione. Il principio di base prevede che il sinistro con un'auto aziendale nelle ore di impiego - ad esempio mentre il dipendente sta andando da un cliente o sta consegnando la merce dell'azienda - vada considerato a tutti gli effetti un incidente sul lavoro. Al pari di quelli che potrebbero avvenire all'interno di un ufficio.

Secondo la normativa in vigore (esattamente il primo comma dell'articolo 20 del decreto legislativo 81 del 2008), ciascun lavoratore deve prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui ricadono gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal datore di lavoro.

Tradotto in termini pratici, spetta allo stesso lavoratore il risarcimento dei danni provocati all'azienda per cui lavora. Il datore viene invece chiamato in causa nel caso in cui l'auto aziendale messa nelle mani del dipendente non sia in perfetti condizioni. Ad esempio se non è stata effettuato il tagliando (facoltativo ma consigliato) oppure la revisione (obbligatoria).

Incidente con auto aziendale e negligenza lavoratore

Ancora più precisamente entra in gioco il concetto di negligenza del lavoratore. Viene considerata lieve se, in caso di incidente con auto aziendale, il lavoratore non è considerato responsabile. Il grado successivo è media se il lavoratore è tenuto a partecipare al risarcimento.

Altrimenti è grave quando è chiamato ad affrontare la maggior parte se non tutte le spese provocate dal sinistro. L'entità del risarcimento è comunque legata anche alla retribuzione del lavoratore e al rischio professionale legato all'attività svolta.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il