Tfr a rate si può rifiutare o si deve accettare come forma di pagamento trattamento fine rapporto

Possibile pagare il Tfr trattamento di fine rapporto a rate concordando il piano con il lavoratore: cosa c’è da sapere

Tfr a rate si può rifiutare o si deve ac

Tfr a rate si può rifiutare o si deve accettare come forma di pagamento del trattamento di fine rapporto?

Il pagamento del Tfr a rate si può accettare come forma di pagamento del trattamento di fine rapporto come anche rifiutare considerando che le norme in vigore non prevedono nulla di ufficiale in merito. 
 

Il Tfr, Trattamento di fine rapporto, è un trattamento economico che viene corrisposto ad ogni lavoratore dipendente privato al termine del rapporto di lavoro, sia per licenziamento disciplinare che per giusta causa, sia per dimissioni (anche se non per giusta causa) ma che matura ogni mese. Il Tfr che matura ogni anno è pari, per grandi linee, alla retribuzione imponibile del lavoratore divisa per 13,5.

Il Tfr deve essere liquidato, dunque, a fine rapporto di lavoro e solitamente viene liquidata l’intera somma in un’unica soluzione nei tempi stabiliti dai diversi contratti nazionali di lavoro, solitamente non oltre 45 giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro. Ma nella gran parte dei casi il Tfr viene liquidato subito. Ciò che ci si chiede è se è possibile pagare il Tfr a rate o no?

  • Tfr a rate si può rifiutare o si deve accettare come forma di pagamento
  • Pagamento del Tfr a rate e accordo con dipendente

Tfr a rate si può rifiutare o si deve accettare come forma di pagamento

La legge su calcolo e liquidazione del Tfr al momento della cessazione del rapporto di lavoro non conferma né nega la possibilità di pagamento del Tfr a rate. Tuttavia, considerando che a volte il datore di lavoro può trovarsi nella situazione di non avere la disponibilità economica di pagare in un’unica soluzione il lavoratore che conclude il rapporto di lavoro o essere in difficoltà per cui non può pagare l’intera somma di Tfr dovuta in una sola rata, il pagamento a rate come forma di pagamento del Tfr è ammesso.

Ci sono alcuni tipi di contratto che permettono di pagare a rate il Tfr con applicazione dei relativi interessi e il calcolo avviene secondo la periodicità delle rate, quindi ogni mese se il pagamento delle rate è mensile.

Pagamento del Tfr a rate e accordo con dipendente

Al lavoratore dipendente a cui il datore di lavoro propone e prospetta il pagamento del dovuto Tfr a rate non conviene non accettare tale forma di pagamento, perché rischierebbe comunque di non poter ricevere l’intera somma per indisponibilità del datore di lavoro e potrebbe anche dover sostenere spese legali per eventuali cause.

Inoltre, il pagamento del Tfr a rate e relativo piano di rateazione deve essere concordato da datore di lavoro direttamente con il lavoratore anche relativamente alla definizione della modalità di rateazione, considerando che le norme in merito non prevedono nulla di specifico. 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il