Costi auto, tre aumenti in arrivo ancora. E spese sono già altissime

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Costi auto, tre aumenti in arrivo ancora

Gli aumenti del costo di pedaggio di autostrade e tangenziali sono già stati annunciati ed è in crescita il costo di benzina e diesel. Bollo auto più caro?

Auto, quanto mi costi. Poco importa il modello posseduto tra suv e crossover, berline e city car, i calcoli dicono che i costi di gestione siano sempre più elevati. Al di là le prezzo d'acquisto occorre infatti mettere in conto le spese legate alla percorrenza, come il carburante, i pneumatici, la riparazione e la manutenzione.

Ma anche quelli non strettamente connessi alla percorrenza, come la tassa di circolazione annua e il premio dell'assicurazione. Le spese per mantenere l'auto sono differenti sulla base del modello scelto, della cilindrata e del tipo di alimentazione. Tuttavia rimane il trend costantemente in crescita dei costi a carico del proprietario.

Benzina e diesel 2019, costi sempre più alti

Poco contano i leggeri scostamenti verso il basso del prezzo del carburante perché l'analisi va fatta su uno spettro di tempo più ampio. E da qui emerge la tendenza in crescita del costo di benzina e diesel. Le prospettive non sono affatto incoraggianti perché non solo il governo non ha ancora dato seguito alla promessa di cancellare le accise più datate.

Ma in vista della prossima manovra, questa imposta potrebbe essere giocata per fare quadrare i conti ovvero per trovare quelle coperture che non ci sono. Per gli automobilisti che utilizzano di frequente il proprio veicolo per gli spostamenti si prospettano costi maggiori L'alternativa è rappresentata dalle vetture full electric e hybrid, ma il maggiore costo iniziale ha bisogno di tempo per essere ammortizzato.

Bollo auto 2019, aumenti in vista?

Anche il bollo auto è un'altra carta che le Regioni possono giocare per aumentare gli introiti, anche alla luce dei tagli statali agli enti locali. Se l'intenzione è di legare l'importo da fare pagare alle emissioni ambientali, ecco che il grande parco circolante potrebbe essere oggetto di un aggravio dell'imposta.

I tempi sono imminenti e c'è in ballo un piano d'azione più generale - sottoscritto da governo, Ministeri e le stesse Regioni - che prevede l'applicazione di uno schema simile a quanto visto con l'ecotassa e l'ecobonus introdotti quest'anno: sconti per chi inquina poco, costi più alti pe chi inquina di più.

Tariffe 2019 autostrade e tangenziali più costose

Gli aumenti del costo di pedaggio di autostrade e tangenziali sono già stati annunciati e anche in questo caso c'è poi di cui stare sereni. I ritocchi verso l'alto coinvolgono quasi tutto il territorio nazionali e diventano operativi dal primo luglio.

Le tratte interessate sono Brennero, Brescia-Padova, Autovia Padana, Salt - Tronco Auto Cisa, Autostrada dei Fiori - Tronco A10, Consorzio Autostrade Siciliane, Autovie Venete, Milano Serravalle e Milano Tangenziali, Tangenziale di Napoli, Rav, Salt - Tronco Ligure Toscano, Sat, Autostrade Meridionali (SAM), Satap A4 Tronco Novara Est-MI e TO-Novara Est, Satap Tronco A21 TO-AL-PC, Sav Autostrada e Raccordo, Sitaf (Barriera di Avigliana e Salbertrand), Autostrada dei Fiori - Tronco A6 TO-SV, Strada dei Parchi, Asti-Cuneo, Pedemontana Lombarda, T.E.E.M., Bre.Be.Mi.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: