BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Wikileaks e Italia: nuovi documenti. Anche su Berlusconi.

Nuovi cable Wikileaks su Italia e Berlusconi



In arrivo sul sito di Wikileaks nuovi cable sull’Italia e il premier Berlusconi. Lo stesso fondatore del sito, Julian Assange assicura che nei cables “sono uscite e usciranno molte cose che i giornali italiani non useranno. Anche di interazioni delle grandi compagnie pubbliche con alcuni paesi stranieri. I giornali italiani si occupano solo di persone che sono già in carcere o sotto processo, ma non si occuperebbero mai di persone che non sono mai state indagate, anche se citate nei cable.

Ci sono cable riguardo i rapporti tra le compagnie petrolifere e gli Stati. Per esempio la British Petrolium fa affari con l'Iran. Questa è la grande ipocrisia: gli Stati si lamentano dell'Iran e poi ci fanno affari”.

Alla domanda se Berlusconi dovrebbe preoccuparsi, Assange risponde: "Berlusconi, e altri in posizione di potere in Italia, dovrebbero fare attenzione a far corrispondere la propria vita privata a quella pubblica”. E ammette: “Berlusconi ha usato i propri sistemi per corrompere il sistema politico italiano”.

Sulla definizione di ‘terrorista’, ‘affibbiatagli’ dal ministro degli Esteri Franco Frattini, il fondatore di Wikileaks ha detto: “Il ministro degli Esteri italiano non so nemmeno come si chiama”. Intanto si apre oggi a Londra il processo per l'estradizione di Assange in Svezia, dove la magistratura lo vuole interrogare sulle accuse di stupro e molestie mosse contro l'australiano da due donne. Mentre Assange sarà in aula, a Londra si terrà una manifestazione di sostegno al fondatore di Wikileaks.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il