Ibm e le tecnologie del futuro

Ibm guarda al futuro con novità fantascientifiche: cosa prevedono



Il futuro si tinge di fantascienza e tecnologia per Ibm: entro il 2016, infatti, secondo il colosso della tecnologia informatica, i computer saranno in grado di leggere nel pensiero.

Questa, a tratti assurda, previsione è contenuta nel documento 5 in 5 (cinque previsioni per cinque anni‎) pubblicato pochi giorni fa. In realtà, quando si dice che i computer leggeranno nel pensiero non si tratta di una mera lettura della mentre, ma si fa riferimento ad un potenziale sistema che possa collegare cervello e oc in modo da rilevare le onde cerebrali e fornire risposte dal parte del computer stesso.

La fiducia di riuscire a sviluppare tale meccanismo è così forte che la società Ibm è già a lavoro sulla tecnologia che permetterà di collegarsi ai più comuni smartphone e Pc.

Ma non solo, perché le novità Ibm toccheranno anche l’energia verde, le password corporali, il digital divide e posta spazzatura ad alto livello di utilità. Significa che lo spam sarà sempre più modulato in base alle esigenze e richieste dei clienti, per cui la posta commerciale rappresenterà un’offerta esclusiva.

Al centro del lavoro di Ibm anche l’ecocompatibilità della tecnologia informatica, a partire dalla possibilità di autogenerare energia riutilizzabile da ogni cosa. Se, secondo Ibm, tutto ciò che si muove ha il potenziale per creare energia, da qui a 5 anni tutto sarà grado di creare energia.

Altra novità prevista è la password del corpo: ci si servirà dei tratti biometrici distintivi di ogni persona (tratti somatici, retina, voce e quant'altro) che un apposito software autenticherà in maniera sicura per evitare che terzi possano accedere ai dati personali ‘conservati’ nei computer di ognuno.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il