BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bonus 80 euro in busta paga carabinieri, polizia, vigili del fuoco, esercito, militari. Come funziona,calcolo, per chi e da quando

La principale novitÓ che dovrebbe entrare in vigore il prossimo anno Ŕ il bonus di 80 euro per le forze dell'ordine. Ecco come potrebbe funzionare.




Replicare al terrore concedendo alle forze dell'ordine un bonus economico di 80 euro nella scia di quanto già fatto con i dipendenti pubblici e privati. La proposta di Matteo Renzi, avanzata nel corso dell'evento Italia, Europa: una risposta al terrore, ieri, nella Sala degli Orazi e Curiazi dei Musei Capitolini a Roma, dovrebbe coinvolgere tutti: polizia, carabinieri, vigili, esercito. Nella manovra che sarà approvata entro la fine dell'anno, è al promessa del premier, ci sarà l'estensione del per tutte le donne e gli uomini che lavorano con le forze dell'ordine, per chi sta sulla strada e 500 milioni di euro alle città metropolitane per progetti di intervento sulle periferie, con iniziative di riqualificazione.

Il presidente del Consiglio ha anche annunciato che proporrà di spostare al 2017 la diminuzione dell'Ires: "Impiegheremo due miliardi di euro per i professionisti della sicurezza e della cultura". Di questi, 150 milioni di euro alla cybersecurity, altri 50 milioni di euro alla strumentazione delle forze dell'ordine, mezzo miliardo di euro, invece, per le esigenze strategiche. Tra le proposte, anche quella di portare entro l'anno a quattro le forze di polizia, con la Forestale che sarà assorbita dai Carabinieri, e una maggiore presenza in strada. Sullo sfondo ci sono sempre i fatti di Parigi e la paura che rischia di paralizzare le nostre esistenze.

Come potrebbe funzionare il nuovo bonus di 80 euro per le forze dell'ordine e da quando? Se dovesse passare con la manovra di fine anno, previa indicazione della copertura economica, potrebbe entrare in vigore già nei primi mesi del 2016, ma più verosimilmente in primavera, in linea con quanto è successo un anno fa per il bonus indirizzato a chi percepisce redditi di lavoro dipendente e assimilati, come compensi percepiti dai lavoratori soci delle cooperative, indennità percepite a carico di terzi dai lavoratori dipendenti per incarichi svolti in relazione a tale qualità.

Nel dettaglio il mensile netto in busta paga nel 2016 potrebbe essere per chi ha un reddito annuo lordo di 5.000 euro, 8.000 euro, 10.000 euro, 12.000 euro, 14.000 euro, 16.000 euro, 18.000 euro, 20.000 euro, 22.000 euro, 24.000 euro, 26.000 euro, 28.000 euro, rispettivamente di 22 euro, 35 euro, 44 euro, 53 euro, 61 euro, 70 euro, 78 euro, 78 euro, 78 euro, 78 euro, 44 euro, 0 euro. Il credito annuo netto sarebbe invece rispettivamente di 175 euro, 280 euro, 350 euro, 420 euro, 490 euro, 560 euro, 620 euro, 620 euro, 620 euro, 620 euro, 354 euro, 0 euro.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il