Forze dell'ordine,polizia: cosa manca al bonus 80 euro, riordino carriere, rinnovo contratti, aumento stipendi, esercito oggi

Via libera al bonus di 80 euro per le forze dell'ordine e anche tra gennaio e dicembre 2017 sarà erogato. Ecco chi lo riceve.

Forze dell'ordine,polizia: cosa manc

stipendi e rinnovo contratti forze dell'ordine



AGGIORNAMENTO:  A questo punto, cosa manca al bonus 80 euro 2017 per poter essere inserito nella busta paga di Maggio? Solo la firma e il rilascio ufficiale in Gazzetta Ufficiale con la relativa pubblicazione del DPCM che può avvenire dal Ministero delle Difesa, dal Presidente del Consiglio dei Ministri o dal Ministero dell'Economia. E deve avvenire presto, prestissimo, altrimenti salterà anche per la prossima busta paga. Tra l'altro come abbiamo scritto SOTTO e vi invitiamo a leggere sono stati stanziati i soldi dalla Ragioneria proprio con la dicitura bonus 80 euro per le forze dell'ordine, ma questi dovrebbero servire, solo fino ad Ottobre, quando poi il bonus degli 80 euro per polizia, carabinieri, vigili, vigili del fuoco, militari, esercito sarà bloccato e passerà in un regime transitorio fino al rinnovo del riordino delle carriere come abbiamo anche questo sotto spiegato sotto.

AGGIORNAMENTO:  Si va profilando ed è già scritto anche su alcuni documenti ufficiali che riguardano il rinnovo delle carriere, che il bionus degli 80 euro per il 2017 per la polizia, carabinieri, vigili, vigili del fuoco, esercito, militari e tutte le forze dell'ordine sarà solo fino ad Ottobre. Da Ottobre a Dicembre ci sarà per il 2017 240 euro (che poi significa ancora 80 euro) ma non elargiti sotto forma del bonus di 80 euro ma come aumento-ponte verso gli aumenti finali, ufficiali e definitivi che vi saranno per il 2018 per il riordino delle carriere. Questo apre al fatto che il bonus degli 80 euro sarà solo per quest'anno e non strutturale e ci pone ancora una volta il dubbio tra rinnovo contratti e aumento stipendi collegati al riordino delle carriere.

AGGIORNAMENTO: Ad oggi lunedì 20 Marzo si attende ancora il DPCM del bonus degli 80 euro 2017 ufficiale e in vigore, la cui firma dopo il benestare nelle ultime notizie e ultimissime notizie che abbiamo visto SOTTO, della ragioneria di Stato, sembrava e sembra che debba essere qualcosa che arrivi velocemente. E, dunque, occhi puntati sulla firma finale proprio questa settimana. E sempre questa settimana proseguiranno i lavori per il rinnovo dei contratti da martedì in Parlamento per la definizione dei Decreti Madia con i problemi che abbiamo visto sotto anche nuovi che interessano questi, il riordino delle carriere e in pate anche il nuovo DEF.

AGGIORNAMENTO:  A conclusione della settimana, oggi venerdì 17 Marzo si può fare un resoconto di quanto è successo per le novità per il bonus degli 80 euro 2017 per le forze dell'ordine, polizia, carabinieri, vigili, vigili del fuoco, militari, esercito, polizia penitenziaria e i relativi rinnovi di contratto con l'aumento degli stipendi e il riordino delle carriere. C'è da dire che sul bonus degli 80 euro 2017 è stato firmato il DPCM, e quindi si attende solo la circolare attuativa a questo punto. Molto più complessa la situazione del rinnovo dei contratti e degli aumenti degli stipendi per cui i decreti Madia hanno iniziato il loro iter di approvazione finale questo martedì 14 Marzo in Parlamento, ma i tempi si preannunciano lunghi almeno fino a Maggio. E poi c'è il problema del DEF con le ultime accuse avute dall'Unione Europea, le richieste di controllo oltre già a quelle di corrrezione e per le forze dell'ordine tutto questo si complica anche con l'iter del riordino delle carriere dove sono previsti degli aumenti di stipendio ma che si dovranno armonizzare con quelli previsti per i dipendenti pubblici così come anche le nuove regole e i percorsi che sono stati anche contestati da differeni sindacati. SOTTO TROVATE TUTTO QUEANTO SUCCESSO QUESTA SETTIMANA NEL DETTAGLIO

AGGIORNAMENTO:  Arrivano oggi mercoledì 15 Marzo, ulteriori indicazioni sulle tempistiche nelle ultime notize e ultimissime, per il rinnovo dei contratti. Il Bonus degli 80 euro 2017, è meglio subito precisarlo, rimane ad un passo dalla conclusione e dovrebbe arrivare ad Aprile, se non ci saranno smentite. La novità di Maggio, invece, è stata dal Ministro Madia, che ha spiegato che l'iter che sta procedendo in Parlamento per il rinnovo del contratto procederà a tappe forzate e a Maggio vuole il voto finale per poi procedere al rinnovo dei contratti, alle trattative vere e proprio. E questo si collega, aggiugniamo, noi anche ai fondi necessari da stanziare nel DEF, con tutte le difficoltà che abbiamo visto sotto, anche le recentissime di ieri

AGGIORNAMENTO:  Non sono da sottovalutare le ultime notizie e ultimissime che arrivano dall'Ue oggi martedì 14 Marzo sul fatto che la Commissione di Controllo di Bilancio abbia verificato che almeno 4 miliardi dati dei 19 miliardi per investimenti siano stati utilizzati per scopi differenti e non per investimenti strutturali. A questo punto l'Ue, ha chiesto con ancora maggior forza la manovra da 3,4 miliardi ad Aprile, i primi di Aprile, e una risposta all'utilizzo dei miliardi dati per gli investimenti. Se tale risposta non sarà soddisfacente ci sarà il rischio del blocco de fondi che viene dato annualmente per gli investimenti, ma non solo. Vi sarà anche la richiesta di restituzione di questi soldi precedentemente avuti, sicuramente dei 4-5 milairi ma anche dell'intero importo almeno teoricamente. Questo porterebbe a un grave squilibrio dei conti del DEF dove si attendono i fondi per il rinnovo dei contratti e parte anche del riordino delle carriere mancati. Il bonus degli 80 euro non dovrebbe avere problemi per il 2017, ma tutto ilr esto potrebbe avere gravi complicanze ultre quelle già scritte sotto.

AGGIORNAMENTO:  Inizia oggi luneì 13 Marzo una settimana che è sicuramente interessante sia per il bonus degli euro che per il rinnovo dei contratti e l'aumento degli stipendi per polizia, esercito, vigili, militari, vigili del fuoco, carabinieri e tutte le forze dell'ordine. E' importante perchè questa settimana potrebbe essere firmato il bonus degli 80 euro, esattamente il DPCM che manca così ci sarebbe o dovrebbe esserci il tempo necessario per poterlo inserire nello busta paga di Aprile per Marzo e anche la parte retroattiva dei mesi precedenti dovuti. Nel frattempo vi sono, comunque, problemi e cose ancora poco chiare tra il rinnovo dei contratti, aumento stipendi e riordino delle carriere che abbiamo scritto sotto

AGGIORNAMENTO:  Se il Bonus degli 80 euro pare quasi sicuro o almeno così dovrebbe esserlo, meno chiaro è la situazione del rinnovo dei contratti anche perchè da una parte si segue il percorso di quello pubblico degli statali che come vedremo si sta muovendo, ma non è tutto così fattoe  trsparente come si vuol far credere nelle ultime notizie e ultimissime. E poi sulle forze dell'ordine si aggiunge il problema non da poco del riordino delle carriere che avrà effetti anche sull'aumento degli stipendi che si andranno a sommare a quelli del rinnovo dei contratti e si dovranno adeguare anche con potenziali realtivi problemi al bonus degli 80 euro. (ma non soltanti, anzi....)

AGGIORNAMENTO: A questo punto, vi sono differenti conferme arrivati in questi ultimi giorni e in questa settimana che è giusto oggi venerdì 10 marzo riassumere e si possono legegre anche sotto in maniera estesa sul bonus degli 80 euro 2017 per la polizia, forze dell'ordine, militari, esercito, carabinieri, vigili e vigili del fuoco. Le primissime conferme sono arivate dal Ministri Minitti che spiegava di un DPCM che sarebbe andato per la firma a Marzo. Le successive sono arrivate dalla Ragioneria di Stato che ha bollinato e ha dato il via libera ai fondi. La terza conferma è arrivata dalla Madia. Ora non resta che attendere la firma finale del DPCM, ovvero il decreto esecutivo per il via libera di questi soldi. Certo la situazione, invece, come abbiamo visto SOTTO e vi invitiamo a leggere non pare così in via di risoluzione per il riordino delle carriere e il rinnovo dei contratti 2017 con l'aumento dei contratti, anzi....

AGGIORNAMENTO: E oltre alla conferma di ieri, anche oggi giovedì 9 Marzo, il Ministro Madia ha detto oggi giovedì 9 Marzo che tutte le parti hanno firmato lo sblocco della prima parte dei fondi per il rinnovo dei contratti e una seconda parte arriverà dal nuovo DEF. Ma è da sottolineare come in questa prima parte di fondi, vi siano già compresi tutti i soldi dei bonus di 80 euro 2017 per le tutte le forze dell'ordine, militari, esercito, polizia, carabinieri, vigili, vigili del fuoco, polizia penitenziaria. Una ulteriore conferma che il bonus degli 80 euro 2017 dovrebbe arrivare ad Aprile come scrivevamo sotto con anche i bonus arrettrati di Gennaio, Febbraio, Marzo 2017

AGGIORNAMENTO: E finalmente oggi mercoledì 8 Marzo è arrivata la comunicazione ufficiale che è stato bollinato dalla Ragioneria di Stato il consenso per il bonus degli 80 euro alla polizia, forze dell'ordine, vigili, esercito, carabinieri, vigili del fuoco, militari. A questo punto si attende l'appovazione ufficiale del DPCM entro il mese o anche prima come aveva detto il Ministro Minniti e gli 80 euro nello stipendio di Aprile 2017 probabilmente anche con gli arretrati. In particolare la cifra bollinata dalla Ragionerie dello Stato in totale è stata di 980 milioni di euro.

AGGIORNAMENTO: Secondo alcune indiscrezioni che arrivano oggi martedì 7 marzo, ma non hanno nessuna conferma ufficiale, è possibile che alcune sigle sindacali stiano spingendo per uno sciopero generale in modo particolare della polizia e vigili del fuoco, polizia penitenziaria, ma anche altre forze dell'ordine per il bonus degli 80 euro 2017 che doveva arrivare a Marzo o, che comunque, si avrebbero dovuo avere delle novità importanti in questo mese e per il riordino delle carriere su cui si è già protestato con uno serie di scioperi davanti alla questure di cui abbiamo dato rseconto nell'aggiornamento di ieri. E negli altri aggiornamenti si trovano le motivazioni dell'andare contro il riordino delle carriere, ma anche della stessa divisione delle varie forze o meglio di alcuni sindacati.

AGGIORNAMENTO:  Oggi lunedì 6 Marzo arrivano i primi numeri delle proteste e degli scioperi fatti dalle forze dell'ordine, in modo particolare dai vari sinicati di polizia di venerdì 3 Marzo davanti alle questure e caserme in tutta Italia. Numeri interessanti, ma oltre i numeri, visto che i servizi sono stati perfettamente garantiti, anche il consenso molto alto tra le stesse forze dell'ordine sia della polizia che delle altre, come ad esempio dei vigili del fuoco, sulle motivazioni ovvero il bonus di 80 euro 2017 che, pur essendo arrivati, a Marzo ancora manca negli stipendi e nella busta paga nonostante le promesse fatte e le novità dette anche nelle ultime notizie e ultimissime dai vari Ministri come Minniti e sul riordino delle carriere che sta suscitando come abbiamo visto sotto tante polemiche. Ma quello che apppare strano è il silenzio che sta calando sulla vicenda da parte dei principali organi di stampa e dalle televisioni, che tranne quelle locali, non hanno proprio parlato di questi scioperi e dei problemi inerenti.

AGGIORNAMENTO: C'è divisione tra gli stessi sindacati all'interno anche delle stesse forze dell'ordine, come tra i vari sindacati di polizia, esercito, militari, vigili del fuoco, carabinieri per quanto riguarda il bonus degli 80 euro per il 2017 che dovrebbe essere deciso finalmente e si spera a Marzo e sul riordino delle carriere come avevano già scritto SOTTO in alcuni aggiornamenti fa, mostrando come secondo alcuni sindacati i soldi, i fondi dati per il riordino delle carriere non bastano sia per questo riordino che per il bonus degli 80 euro 2017 annuali o strutturali. E oggi venerdì 3 Marzo la polemica si infiamma di nuovo dopo la presentazione del Libro Bianco della Difesa, con una spaccatura tra in sindacati dove secondo alcuni la rimodulazione delle carriere serve solo per mascherare ulteriori tagli e il non aumento degli stipendi, mentre secondo altri è da vedere favorevolmente. Per alcuni è a forte rischio non solo il bonus degli 80 euro, ma lo stesso aumento dei contratti. E la rimodulazione in realtà serve solo per nascondere la perdita del potere di acquisto salariale e ulteriori tagli.

AGGIORNAMENTO:  Comunicazione di vari sindacati per quanto riguarda il bonus degli 80 euro 2017 rivolto al Governo Gentiloni, al Ministro Pinotti e Minitti con la preoccupazione dopo la presentazione ieri del Libro Bianco per il riordino delle Carriere che non vi siano, come già detto anche sotto, soldi e budget necessario per il bonus degli 80 euro 2017 ( le motivazione le trovate sotto) e chiedono una convocazione urgente di un tavolo di confronto per derimere la questione che rimane ancora del tutto sospesa nonostante le parole rassicuranti di Minniti che parlava di un decreto attuativo e DPCM finale e ufficiale per il bonus degli 80 euro entro metà di questo mese di Marzo

AGGIORNAMENTO:  Vi sono dei dubbi oggi 1 Marzo dopo che è scattato il nuovo mese per quanto riguarda il bonus degli 80 euro. Abbiamo già detto che difficilmente potrà arrivare nella busta paga di marzo per il lavoro svolto a febbraio, ma che a Marzo dovrebbe essere completato il DPCM e avere una risposta come promesso da Minniti. Il problema è che i DPCM dovrebbero essere consegnati e conclusi entro oggi o al massimo domani, anche se un rinvio ci può sempre essere. Ricordiamo inoltre, che dievrse forze sociali sono divise sul fatto che il bonus da 80 euro possa davvero arrivare a tutti dopo gli stanziamenti avuti per il riordino delle carriere. Per approfondire tutto questo vi rimandiamo agli aggiornamenti sottostanti.

AGGIORNAMENTO:  E' sicuro, comunque, che entro il mese di Marzo la questione del bonus degli 80 euro andrà risolta con un DPCM che ricordiamo deve essere varato per forza entro queste tempistiche di Marzo. E oggi 28 Febbraio 2017 è l'ultimo giorno del mese, e in molti si chiedono se ci saranno sparenze che nella busta paga di Marzo vi siano gli 80 euro di bonus...la risposta è che è molto difficile, praticamente impossibile. A Marzo si definirà la questione, quasi sicuramente del bonus 80 euro sì o no, a tutti o chi e solo allora dovrebbe essere dato in busta paga, nello stipendio retroattivamente.

AGGIORNAMENTO:  La questione degli 80 euro di bonus per il 2017 per la polizia, l'esercito, le forze dell'ordine, i vigili, i vigili del fuoco sta diventando sempre più delicata e al centro dell'attenzione. Se da una parte le forze sociali come abbiamo visto sotto, almeno alcune, parlano di un bonus di 80 euro che non potrà arrivare forse a tutti a causa del riordino delle carriere, alle parole di conferma di Minniti seguono quelle del sottosegretario Rughetti che oggi lunedì 27 Febbraio conferma che oltre all'aumento per il rinnovo dei contratti di 85 euro medi rimaranno gli 80 euro per tutti i dipendenti pubblici che non si devono toccare e che presto la questione delle risorse sarà risolta. 

AGGIORNAMENTO:  Alcune rappresentanze sindacali stanno scrivendo una serie di ragionamenti per quanto riguarda il bonus degli 80 euro in connessione al riordino delle carriere e nuove assunzione. Dato il budget allocato sembra che lo spazio per gli 80 euro di bonus nel 2017 per polizia, esercito, militaria, carabinieri, vigili, vigili del fuoco, non sia così ampio a questo punto. Sembra che una serie di pressioni, infatti, da quanto si dice nelle ultime notizie e ultimissime abbiani portato a destinare una gran fetta dell'importo o quasi tutto disponibile verso questo riordino e nuove assunzioni. Dunque, la novità è che il bonus degli 80 euro per il 2017 in cambio di benefici con la iorganizzazione delle carriere non ci sarà o ci sarà solo per alcune figure. Dall'altra parte, come si può leggere SOTTO, tra i vari aggiornamenti il Ministri Minniti ha promesso e si esposto per il bonus degli 80 euro anche solo qualche fa, ma aveva anahce aggiunto che si doveano trovare le risorse adeguate per fare tutto.

AGGIORNAMENTO: Le novità per le forze dell'ordine ci sono nel Consiglio dei Ministri di oggi giovedì 23 Febbraio ma non sono tutte quelle sperate. Ancora nulla per il Bonus degli 80 euro per il 2017, su cui questa volta diversamente da quanto avevamo riportato sotto il Ministro Minniti non ha detto nulla intervendo in conferenza stampa alla fine del Cdm. Confermato, invece, dallo stesso Minniti il riordino delle carriere di polizia, forze armate e vigili del fuoco. Riorganizzazione con uno stanziamento già operativo di 1,6 miliardi in due anni. E nuove assunzioni per polizia, carabinieri, vigili del fuoco, esercito per 140 milioni di euro ogni anno

AGGIORNAMENTO: Vi potrebbe essere finalmente il tanto atteso e annunciato DPCM ufficiale e, dunque, il decreto attuativo per il bonus degli 80 euro 2017 per le forze dell'ordine nel Consiglio dei Ministri di oggi giovedì 23 Febbraio. Ma non ci sarà solo questo che interesserà le forze dell'ordine e l'esercito, ma si capirà anche il quadro su cui si porteranno avanti le trattative per gli aumenti degli stipendi e i premi nei rinnovi dei contratti 2017 per polizia, carabinieri, vigili, esercito, militari, vigili del fuoco senza dimenticare il comprendere quali regole saranno valide anche per gli stessi reparti per quanto riguarda quelle annunciate sui permessi, congedi, assunzioni, telelavoro, part time e turn over.

AGGIORNAMENTO: Come detto se domani giovedì 23 Febbraio ci fosse la conferma per quanto riguarda il bonus degli 80 euro 2017 per le forze dell'ordine, militari, polizia, vigili, esercito non ci sarebbe nessun contrasto conle parole del Ministro Minniti che abbiam riportato sotto ieri. Infatti, lui parla di un bonus di 80 euro per il 2017 a marzo. Se le sue parole venissero interpretate come il fatto che il bonus arriverà in busta paga con effetto retroattivo dallo stipendio di Marzo i DPCM e decreti attuativi per esso dovrebbero essere uffilizzati e firmati ora, in questi giorni. E potenzialmente anche domani.

AGGIORNAMENTO: Ed è tornato a parlare del bonus degli 80 euro per il 2017 e il rinnovo dei contratti per le forze dell'ordine, polizia, carabanieri, vigili, polizia penitenziaria, esercito anche il Ministro Minniti che oggi martedì 21 Febbraio ha rassicurato che a Marzo ci sarà il bonus degli 80 euro. Non si capisce bene se a marzo ci sarà nelle buste paghe o ci sarà la legge ufficiale. Ma in entrabi i casi, per i tempi che occorrono, potrebbe allora coincidere con il Consiglio dei Minsitri che si terrà giovedì 2 Febbraio. L'attesa cresce.

AGGIORNAMENTO: E tra le ultime notizie e ultimissime di oggi lunedì 20 Febbraio 2017, vi è già la data ufficiale del nuovo Consiglio dei Ministri che si terra questa settimana e che potrebbe aver controfirmato insieme al Decreto Madia principale che ancora manca anche il DPCM sul bonus degli 80 euro nel 2017 per le forze dell'ordine, che, però, coem spiegato sotto potrebbe arrivare anche per altre strade. Certo, comunque, il Consiglio dei Minisitri che si terrà giovedì 23 Febbraio sarà importante oltre che per il bonus possibile, non certo, degli 80 euro per rilanciare le trattative per il rinovo dei contratti e l'aumeno degli stipendi per carabinieri, polizia, militari, esercito, forze dell'ordine, vigili e vigili del fuoco.

AGGIORNAMENTO: A questo punto l'aumento del bonus degli 80 euro del 2017 per polizia, vigili, carabinieri, militari, esercito, polizia penitenziaria, vigili del fuoco, forze dell'ordine potrebbe arrivare visto che è solo un DPCM da concludere anche nel prossimo Consiglio dei Ministri già organizzato settimana prossima per il Decreto del Pubblico Impiego Madia che interesserà anche almeno in parte (ma una parte importante) anche le forze dell'ordine. Il Consiglio dei Ministri è già confermato per settimana prossima ma si attendo ulteriori ultim notizie e ultimisime anche oggi sabato 18 Febbraio o più facilmente settimana prossima, per il giorno esatto. Se non dovesse avvenire in questo Consiglio dei Ministri si dovrebbero attendere ulteriori novità sempre per il bonus degli 80 euro 2017 per le forze dell'ordine a stretto giro perchè il DPCM collegato alla manovra scadrà senza proroga il 1 Marzo. Analizzeremo bene, poi, tutti i possibili aggiornamenti e novità degli scenari possibili

AGGIORNAMENTO: E' terminato il Consiglio dei Ministri di oggi venerdì 17 Febbraio e il bonus degli 80 euro 2017 che già difficile venisse approvato quest'oggi non c'è stato. Come sappiamo c'è un DPCM da firmare che darà via al bonus di 80 euro per polizia, esercito, militari, forze dell'ordine, vigili, carabinieri, vigli del fuoco e tutte le forze dell'ordine ma al momento è ancora in stallo. Sono state confermate solo le regole per gli statali su licenziamenti e visite fiscali restrittive, mentre le altre regole anche quelle più importanti per e forze dell'ordine che fanno da cornice alle prossime trattative del rinnovo dei contratti (che abbiamo spiegato sotto) saranno approvate nel Consiglio dei Ministri della prossima settimana nel Testo Unico del Pubblico impiego

AGGIORNAMENTO: Non c'è certezza che vi sia il bonus degli 80 euro ufficiale nel Consiglio dei Ministri di oggi del Governo Gentiloni anche se si tratta, se non ci dovessero essere al suo interno importanti novità, solo di un DPCM da siglare, quindi un derecto esecutivo, per permettere di avere il tanto atteso bonus degli 80 euro 2017 per le forze dell'ordine, polizia, carabinieri, esercito, militari, vigili. Sarà interessante anche capire sia come scitto sotto nelle ultime notizie e ultimissime, quali regole nuove dei decreti Madia interesseranno anche le forze dell'ordine e l'iter del rinnovo dei contratti 2017 e l'aumento degli stipendi che da qui dovrebbe partire. Il Consiglio dei Miistri è stato convocato per questa mattina alle ore 11 e vi daremo tutti gli aggiornamenti.

AGGIORNAMENTO:  Ieri vi è stata l'ennessima riunione tra Il Ministro Madia e le Forze Sociali per quanto riguarda l'assunzione dei precari nella pubblica amministrazione. E oggi giovedì 16 febbraio arrivano le ultime notizie e ultimissime di cosa è stato deciso. Domani vi saranno i decreti Madia ma che non saranno attuativi da subito. Nel frattempo di un confronto di tre mesi in Aula su questi, vi sarà affianco il rinnovo dei contratti anche per tutte le forze dell'ordine. Tempi più brevi dovrebbe avere, invece, il DPCM sul bonus degli 80 euro 2017 per le forze dell'ordine, militari, esercito, polizia, carabinieri, vigili, vigili del fuoco anche se non si conoscono le tempiste esatte ancora nè i contenuti esatti.

AGGIORNAMENTO:  Si è capito chiaramente nelle ultime notizie e ultimissime di ieri è che il bonus degli 80 euro 2017 per le forze dell'ordine sa rà un fatto in un DPCM sul cui contenuto comunque c'è da capire bene (e lo faremo), ma poi soprattutto che il rinnovo dei contratti sarà posticipato e nulla di entrambe queste novità ci sarà nel Consiglio dei Ministri di venerdì. Ma una altra domanda sorge spontanea ad oggi mercoledì 15 febbraio visto che tutit i giornali parlano delle regole nuove che avrà la PA e saranno il centro dei Decreti Madia. Quali di queste regole saranno per la polizia, l'esercito, i carabinieri, i militari, i ivigili, i vigili del fuoco, quali corpi delle forze dell'ordine saranno interessati e da quali regole tra le tante su permessi, licenziamenti, congedi, visite e controlli fiscali per malattia, telelavoro, part time?

AGGIORNAMENTO:  E' arrivato il resoconto per quanto riguarda la riunione di ieri oggi martedì 14 Febbraio. Nulla come bonus 80 degli euro 2017 nemmeno nel consiglio dei minsitri di venerdì, ma sarà varato in un atto indipedendente in un cosidetto DPCM che potrebbe in teroria arrivare anche in questo CDM, ma occorre capire i tempi. Comunque il bonus degli euro è confermato. Venerdì in Consiglio dei Ministri vi saranno i decreti Madia, dove non ci sarà il rinnovo dei contratti per nessuno nè statali nè forze dell'ordine, ma una serie di nuove regole che potrebbero interessare (condizionale d'obbligo) anche polizia, esercito, carabinieri, vigili, vigili del fuoco e le forze dell'ordine in generale.

AGGIORNAMENTO: E' confermata per oggi luneì 13 Febbraio una riunione tra il Governo Gentiloni e il Ministro Madia con i sindacati. Un incontro per fare il punto sui Decreti Madia che in parte interesseranno anche forze dell'ordine polizia, militari, carabinieri, esercito, vigili, vigili del fuoco, guardie forestali, polizia penitenziaria sulle nuove regole. In modo particolare tra le novità che i discuteranno nell'incontro di oggi sarà quella di diminuire la parte di premi per aumentare l'aumento degli stipendi fisso. Stabilite queste regole che andranno nei decreti Madia al primo Consiglio dei Ministri disponibili, si inizierà a parlare di aumento degli stipendi e del rinnovo dei contratti che viene, dunque, confermato come una seconda parte tutta oq uasi ancora da iniziare. Nel frattempo, però, pare confermato che isniem ai decreti Madia ci sarà il bonus di 80 euro a cui sarà dato il via ufficiale nel 2017 per tutte le forze dell'ordine

AGGIORNAMENTO:  E siamo arrivati a venerdì oggi 10 Febbraio e una ulteriore settimana è passata. A questo punto, nonostante un ulteriore richiest dei sindacati, la seconda nlla stessa settimana di incontri pe ril rinnovo dei contratti, sembra essere decisiva la prossima settimana nelle ultime notizie e ultimissime che potrebbe portare a due novità. Capire se ci sarà, come si dice, il bonus degli 80 euro nel Consiglio dei Ministri che ci dovrebbe essere settimana prossima e cosa ci sarà nel decreto Madia per le nuove regole se toccheranno o meno e quali le forze dell'ordine polizia, militari, carabinieri, esercito, vigili, vigili del fuoco, guardie forestali, polizia penitenziaria. E se come sembra, infine, il rinnovo dei contratti come quello del pubblico impiego sarà spostato con una norma già presente solo da essere convalidata nel Milleprogohe che inizierà il suo iter in aula martedì.

AGGIORNAMENTO: Una ulteriore ipotesi per quanto riguarda il rinvio dei contratti che tra le ultime notizie e ultimissime di oggi giovedì 9 febbraio 2017 è che non vi sia un ulteriore rinvio di 2-3 mesi, ma visto che i fondi mancano e c'è già il rischio di commissariamento europeo, l'idea sarebbe quello di rimandare direttamente al prossimo DEF per una definizione reale di quanto potrà accadere. Certo sarebbe paradossale irnviare una norma già decisa in una Legge di Stabilità ad un ulteriore DEF e quindi ad una ulteriore Legge di Stabilità ma la situazione che si rischia andare a delinearsi è proprio questa. Rimane il quasi sì definitivo come contraccambio al bonus degli 80 euro ma non come novità strutturale, ma solo per il 2017 per tutte le forze dell'ordine polizia, militari, carabinieri, esercito, vigili, vigili del fuoco, guardie forestali, polizia penitenziaria.

AGGIORNAMENTO: Una delle preoccupazioni che sta diventando più evidente nelle ultime notizie e ultimissime di questa telenovela per il rinnovo dei contratti e il bonus degli 80 euro per il 2017 per le forze dell'ordine, esercito, militari, polizia, vigili, vigili del fuoco, polizia, carabinieri è che il bonus degli 80 euro non strutturale e, quindi, solo per il 2017 venga concesso, ma non il rinnovo del contratto e l'aumento generale degli stipendi fermo da 7 anni. E questo, semplicemente, come affermano diverse sigle sindacali è percè ancora non ci sono riunioni e non ci sono novità neppure di convocazioni, mentre il decreto del bonus degli 80 euro potrebbe arrivare si continua a dire anche nelle ultime notizie e ultimissime, a metà febbraio in Cdm accanto al Decreto Madia. E il rinnovo dei contratti avrebbe più tempo per essere fatto, facendo passare una norma di proorga già presentata nel Milleproroghe

AGGIORNAMENTO: Vi è un certo ottimismo nelle ultime notizie e ultimissime di oggi martedì 7 Febbraio 2017 non tanto sul rinnovo dei contratti, ma più che altro sul bonus degli 80 euro da alcune fonti sindacali, seppur rimane una certa divisione di fondo tra chi è più positivo tra le varie sigle e chi lo è meno. L'essere positivo deriva dal fatto che secondo queste sigle i soldi ci sono e per quest'anno non ci dovrebbero essere problemi avendo anche ricevute ulteriori conferme dall'esecutivo. E si punta già al prossimo obiettivo ovvero alla strutturalità del bonus, ma rimane anche il fatto che per il rinnovo dei contratti 2017 di polizia, carabinieir, viigili, vigili del fuoco, esercito, militari le cose non appaiono così semplici.

AGGIORNAMENTO: Per il momento il giorno tanto atteso per capire se ci sarà il bonus degli 80 euro e il rinnovo del contratto, ma anche le regole nuove che abbimo visto che gestiscono licenziamenti e infrazioni sarà la prossima settimana, in un Consiglio dei Ministri che dovrebbe avvenire entro metà mese se tutto andrà bene. Novità, però, per il bonus degli 80 euro per esercito, polizia, militaria, carabinieri, vigili e tutte le forze dell'ordine potrebbe arrivare anche dal Milleprogoghe come vedremo poi. Nelle ultime notizie e ultimissime vi è la questione delle nuove visite fiscali di controlli per le malattie che saranno gestite con maggior severità e controllo direttamente a casa del malato da una unica centrale INPS. Anche in questo caso bisognerà capire se vi farà parte o meno le forze dell'ordine. Probabilmente per quelle "più statali" come vigili, vigili del fuoco ma forse anche la stessa polizia e carabanieri vi potrebbero essere. Difficile per l'esercito e i militari.

AGGIORNAMENTO: Non è ancora chiaro se nel decreto Madia che sarà presentato a metà febbraio vi saranno anche le regole nuove 2017 per i licenziamenti che varranno sicuramente per gli statali valide anche per la polizia, carabinieri, vigili, vigili del fuoco, polizia penitenziaria, guardia forestale, militari, esercito che ne hanno già di proprie, ma è anche vero che in questo decreto unico madia ci dovrebbero essere per tutte le categorie dette sopra e statali compresi il rinnovo dei contratti per l'uamento dello stipendio e si spera il bonus degli 80 euro per il 2017 per le forze dell'ordine. Dunque, occorrerà capire, se ci sarà una convergenza di queste regole di licenziamento (che vedremo) oppure vi sarà solo, se ci sarà, solo per i contratti.

AGGIORNAMENTO: Il vero problema è che già oggi venerdì 3 Febbraio ritorna con una serie di novità negative il problema del blocco del bonus degli 80 euro e nello stesso tempo del rinnovo dei contratti e l'aumento degli stipendi per le forze dell'ordine, carabinieri, vigili, vigili del fuoco, polizia di stato, esercito e militari anche da parte italiana in quanto per evitare la procedura di infrazione e il potenziale Commissariamento ci sarebbe un dietrofront da parte dell'esecutivo e tra i soldi risparmiati ci potrebbero essere anche quelli che sarebbe stati destinati alle forze dell'ordine almeno tra le ipotesi che stanno circolando nelle ultime notizie e ultimissime. 

AGGIORNAMENTO: E ieri è arrivata la lettera dell'Ue che non ha portato nessun blocco nè del rinnovo dei contratti nè del bonus di 80 euro per il 2017 al momento ancora sospeso così come l'aumento generale degli stipendi per le forze dell'ordine, polizia, carabinieri, vigili del fuoco, vigili, militari ed esercito me nalle ultime notizie e ultimissime di oggi giovedì 2 Febbraio sempre a proposito delle novità per il bonus degli 80 euro e il rinnovo dei contratti c'è un nuovo allarme forse anche più grave e generalizzato ovvero il blocco che otrebbe arrivare dal commisarimento dell'Italia perchè la risposta che ha dato è fuori dai canoni che l'ue si aspettava, ovvero troppo generalista e non precisa. Us procedura di infrazione sommata ad altre come sembra porterebbe al commissarimaneto se non totale, ma parziale dell'Italia in modo particolare per tutte le decisioni economiche.

AGGIORNAMENTO: E nella giornata di oggi mercoledì 1 Febbraio ci sarà l'attesa risposta per quanto riguarda l'Italia all'Ue. C'è da dire che al momento la risposta sembra che non sarà di un rifiuto netto alla manovra correttiva richiesta, ma che potrebbe non toccare se non il rinnovo almeno il bonus delgi 80 euro per cui rimangono tutti i problemi. Questo, perchè, l'idea che sembra prevalere, da alcune fonti nelle ultime notizie e ultimissime, è quella di prendere il denaro necessario dal bloccare le novità per l pensioni, anche se questo poitrebbe far risparmiare al massimo poco meno di due miliardi. E' tutto, dunque, ancora aperto, perchè ne mancano 3,4 miliardi che però, come detto, potrebbero essere ripresi dal congelamento del rinnovo e non dal bonus delle forze dell'ordine.

AGGIORNAMENTO: E sarà proprio la risposta che l'Italia darà domani all'Ue che sarà molto importante per quanto riguarda il bonus degli 80 euro che al momento non si vedono disponibili come risorse e che anche si trovassero nelle pieghe del bilancio, secondo alcuni nelle ultime notizie e ultimissime di oggi martedì 31 Gennaio 2017, andrebbero per cercare di risanare la situazione. Dall'altra, però, c'è sempre il discorso delle elezioni subito da non sottovalutare che potrebbe portare a cercare di scontentare milioni di persone delle forze dell'ordine. Senzam dimenticare il rinnovo del contratto e l'aumento degli stipendi.

AGGIORNAMENTO: In molti ci stanno chiedendo nelle domande su quando e come ci sarà il bonus degli 80 euro per le forze dell'ordine se sono previste anche le nuove regole su asseitesimo, licenziameti facili, premi e tutto quello di cui si è parlato nel rinnovo dei contratti per i dipendenti pubblici. Al momento ad oggi lunedì 30 Gennaio, non ci sono novità in questa ottica, nel senso che il rinnovo dei contratti è parallelo con l'aggiunto del problema degli 80 euro euro per il 2017, ma le regole nuove tranne che per le forze d'ordine locale non ci dovrebbe assolutamente essere. 
Vi sono, invece, tempi più stretti in quanto entro fine febbraio dovrebbe esse tutto deciso e non solo. Si attende la risposta che darà l'Italia all'Ue per capire chi e cosa sarà sacrificato eventualmente anche per le forze dell'ordine. E risposta che sarà data questa settimana.

AGGIORNAMENTO:  C'è stata una serie di alti e bassi questa settimana che possiamo riassumere oggi venerdì 27 gennaio 2017 per quanto riguarda le novità per il rinnovo dei contratti e il bonus degli 80 euro per polizia, militari, eserciti, vigili del fuoco, vigili, carabinieri. E sono state contrastanti anche le ultime notizie e ultimissime tra probabilmente una ricerca come abbiamo scritto di consenso elettorale se ci saranno come sembra elezioni subito e dall'altra parte il problema dell'Ue e dei fondi che non c'erano e non ci sono ancora. E riunioni che paiono arenate. Sotto potete trovare tutti gli ultimi aggiornamenti e novità scritti in settimana più nel dettaglio

AGGIORNAMENTO:  Dopo la sentenza della Consulta ci si può aspettare, dunque, un andare ad elezioni subito che realizza un pò quello che si diceva ieri. Anche perchè prima di sciogliere le camere, si aspettaranno le motivazioni e si cercherà di sistemare il problema del voto un opoco diverso tra Camera e Senato. Dunque ci sara tempo almeno fino a marzo e non è da sottovalutare per fare in fare in mod che il derecto unico della PA che abbiamo spigato sotto possa diventare realtà. E poi c'è il punto del consenso elettorale, difficile che non sia dia quello promesso già in Legge di Stabilità e si vadi al voto.

AGGIORNAMENTO:  La decisione della Consulta oggi martedì 25 Gennaio 2017 potrebbe esser importante anche per il bonus degli 80 euro per le forze dell'ordine Vigili, Vigili del Fuoco, Polizia, Carabinieri, Militari, Esercito in quanto se si dovesse andare subito ad elezioni paradossalmente ci sarebbe, forse, più possibilità che il bonus degli 80 euro venga effettivamente dato così come il rinnovo del contratto in quanto sarebbe un rischio per il consenso elettorale non darlo per l'attuale maggioranza che già con tutti questi problemi e promesse non mantenute nelle Legge di Stabilità sta facendo fatica. Certo c'è sempre la scure Ue detta sotto.

AGGIORNAMENTO: Il problema è che per il bonus degli 80 euro così come per il rinnovo del contratto sia per le forze dell'ordine che per gli statali iniziano ad esserci dei dubbi da parte delle forze sociali e sindcati che se ne occupano espressi proprio ieri. Nel senso che l'Ue vuole avere una manovra correttiva di 3,4 miliardi di euro e i soldi non si trovano. E diverse fonti parlano di prendere questi soldi anche dalla sospensione dei bonus e del rinnovo dei contratti o di un dimezzamento di questi come già per gli statali e il pubblico impiego era uscito con una divisione tra il 2017 e il 2018, con un posticipo per la maggior parte al 2018 appunto

AGGIORNAMENTO: Si delineano un pò di più le tempistiche per quanto riguarda il bonus degli 80 euro per le forze dell'ordine e il rinnovo dei contratti e dell'aumento degli stipendi. Tutto si dovrebbe decidere entro la metà di Febbraio secondo quanto rilasciato e detto dal Ministro Madia che vorrebbe presentare e starebbe preparando un Atto Unico da portare ad un CDM appunto intorno a metà Febbraio dove saranno sciolti tutte le varie problematiche dal bonus 80 auro a forze dell'ordine come Esercito, Carabinieri, Vigili, Polizia al rinnovo dei contratti e aumento dello stipendio loro e degli statali

AGGIORNAMENTO: Nei confronti della richiesta del Codacons e di altre associazioni dei Consumatori di urgentemente ripristinare sia gli 80 euro che gli arretrati degli stipendi dal blocco del contratto che deve essere rinnovato, il Governo Gentiloni ha risposto ufficialmente dicendo che non sussistono le basi per questa operazioni nè legilstative nè finanziarie, ma ha spiegato che si farà di tutto per dempiere alla Legge di Stabilità nonostante i problemi attuali di reperimento delle risorse.

AGGIORNAMENTO: Ritorna in auge il discorso del bonus degli 80 euro in quanto è giusto sottolineare che il bonus degli 80 euro è stato dato anche per il 2017 per tutte le forze dell'ordine (vigili, polizia, militari, esercito, finanza, carabinieri, marina, vigili del fuoco) nella Legge di Stabilità, ma mancano i fondi e il budget necessario ed è stata bloccata l'erogazione. E' questo il punto fondamentale, con i sindacati che richiedono subito lo sblocco.

AGGIORNAMENTO: Una delle domande che ci si può porre è se per le forze dell'ordine e per i militari e l'esercito al momento vi sia l'idea per il rinnovo dei contratti anche della definizione di nuove regole sia per i premi che per congedi, permessi e malattie come si sta discutendo nella PA. Ma questo non ci dovrebbe essere almeno al momento tra le novità del rinnovo del contratto con regole che al massimo saranno deciso per le forze dell'ordine e militari ma a parte rispetto alla PA

AGGIORNAMENTO: L'idea a questo punto ritorna quella dei 40 euro medi, quindi non a tutti e i 40 euro sarebbero il massimo da avere (una media appunto) per il rinnovo del contratto 2017-2018 e gli aumenti di stipendi. L'aumento completo degli 85 euro arriverebbe solo nel 2018, ma anche in questo caso, sempre medio e sempre solo per alcuni. Chiaramente le forze sociali non ci stanno, anche se già il budget mancava e ora con la richiesta di manovra correttiva dell'Ue, tutto si fa ancora più complesso.

AGGIORNAMENTO: E diventa ancora più complesso il rinnovo dei contratti e dell'aumento degli stipendi visto che l'Unione Europea ha richiesta una manovra correttiva di 3,4 miliardi da fare urgentemente e già in generale per il pubblico impiego mancano circa 3-4 miliardi per l'aumento. 

AGGIORNAMENTO: Fatta la prima riunione e incontro con i sindacati mercoledì 11 Gennaio 2017, la situazione rimane invariata. Il rinnovo dei contratti e l'aumento degli stipendi nonostante queanto detto in manovra e legge di stabilità è tutto da rivedere ancora con una serie di riunioni che ci saranno a stratto giro tra sindicati e Governo Gentiloni di cui vi daremo tutte le novità, le ultime notizie e aggiornamenti. Mentre per quanto riguarda il bonus degli 80 euro è confermato, nonostante alcune smentite per il 2017 coem già scrivevamo.

AGGIORNAMENTO: Se sei un agente di polizia o membro delle forze dell'ordine in generale saprai benissimo che queste sono ore decisive per il rinnovo dei contratti con relativo aumento degli stipendi. Per tenerti sempre aggiornato segui questo articolo dove potrai leggere gli sviluppi in tempo reale di questa vicenda.

AGGIORNAMENTO: Scopri le ultime novità sull'aumento degli stipendi e sul rinnovo dei contratti delle forze dell'ordine. Come per gli altri lavoratori statali anche gli appartenenti alla Polizia, i militari e le forze dell'ordine in generale, attendono le decisioni che verranno prese nel tavolo tecnico del dieci gennaio. Vi proponiamo gli ultimi aggiornamenti per capire cosa può succedere. 

Ci sono due aspetti di cui tenere conto quando si parla di forze dell'ordine e pubblica amministrazione. Il primo è quello più complesso e riguarda il rinnovo dei contratti degli statali, in cui rientrano anche forze di polizia e militari, su cui è stata già raggiunta l'intesa tra maggioranza e forze dell'ordine sulla base di 85 euro lordi al mese. Ebbene, l'appuntamento con l'implementazione di questa misura è solo al prossimo anno e il prossimo appuntamento da seguire con attenzione è il tavolo tecnico del 10 gennaio.

Rinnovo del bonus di 80 euro

Il secondo aspetto di cui tenere conto è quello del bonus di 80 euro per le forze dell'ordine che, si ricorda, era in vigore per il solo 2016. Ebbene, è arrivato il via libera con la manovra e anche tra gennaio e dicembre 2017 sarà erogato. I beneficiari sono gli appartenenti a Polizia di Stato; Carabinieri; Guardia di Finanza; Corpo Forestale; Polizia penitenziaria; Vigili del Fuoco; Aeronautica Militare; Esercito Italiano; Marina Militare; Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana; Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana; Corpo Militare dell'Esercito Italiano del Sovrano Militare Ordine di Malta; Capitanerie di Porto. Dirigenti a parte, spetterà a tutti, indipendente dal reddito ricevuto.

Tutte le scadenze

La pubblica amministrazione torna in pista, con tanti fronti aperti e scadenze ravvicinate. In attesa dell'avvio della contrattazione, c'è da risolvere la questione dei precari, per cui bisogna trovare un salvagente prima della fine dell'anno, come previsto anche dall'accordo del 30 novembre. E subito dopo le feste, a inizio gennaio, dovrebbe essere intavolato il negoziato per ridefinire permessi e distacchi sindacali, ricalibrandoli sui nuovi comparti. Tutte le amministrazioni si sono invece già aperte alle richieste di dati e documenti da parte dei cittadini, in virtù del Freedom of information act.

La geografia del pubblico impiego da aprile scorso è cambiata: i comparti sono scesi da 11 a 4. Le prerogative sindacali devono adeguarsi. Inoltre, secondo stime sindacali sono 40.000 i cococo che sparirebbero se non si intervenisse prima della fine dell'anno. Occorre modificare un passaggio del Jobs act che prevede la fine delle collaborazioni. Entro la stessa data c'è da prorogare i contratti a termine, circa 2.000, e allungare le graduatorie dei concorsi. Il 23 dicembre ogni amministrazione dovrà intanto assicurare l'effettivo esercizio del diritto, per chiunque, di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalla pubblica amministrazione.

Infine, a completamento di questo complesso quadro, le società a controllo pubblico devono adeguare gli statuti alle novità del decreto Madia entro il 31 dicembre. Tra i paletti: deleghe a un solo amministratore, divieto di gettoni di presenza o premi deliberati dopo lo svolgimento dell'attività. Ed entro il 14 gennaio un decreto dovrebbe riscrivere le regole per far scattare l'obbligo per tutti gli enti di adeguare i propri sistemi di gestione informatica dei documenti.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire