BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Offerte di lavoro e nuovi posti di lavoro dalle piccole-medie imprese nel 2008 in Italia

Secondo rapporto Excelsior di Unioncamere, cresce la domanda di figure qualificate e ‘ripresina’ per le occasioni con contratti a tempo indeterminato.



Si parla tanto di disoccupazione in Italia e della difficoltà di trovare lavoro, perché, si dice, il lavoro non c'è. Secondo rapporto Excelsior di Unioncamere, cresce la domanda di figure qualificate e ‘ripresina’ per le occasioni con contratti a tempo indeterminato.

Ancora elevata però la quota dei neoassunti a tempo determinato ed è sempre acuto il divario Nord-Sud. Si riduce la domanda di immigrati. L’indagine annuale realizzata da Unioncamere insieme al ministero del Lavoro, le imprese quest’anno creeranno 110 mila posti con un tasso di crescita dell’occupazione pari all’1 per cento rispetto all’anno scorso.

Le nuove entrate saranno nel complesso pari a 1.079.480 mentre le uscite a vario titolo dal mondo delle imprese raggiungeranno le 969 mila unità, contro le 90 mila unità dell’anno scorso. A tirare l'occupazione saranno maggiormente le imprese con meno di 50 dipendenti dove si concentrerà il 91,2 per cento delle nuove assunzioni.

Nelle imprese con meno di dieci dipendenti che si registra il tasso di variazione più alto rispetto allo scorso anno (+2,7%). I nuovi posti di lavoro nelle imprese medio-grandi, con 250-499 dipendenti, crescono invece di pochi decimi di punto percentuale. Quanto ai settori, l'occupazione continuerà a crescere soprattutto nei servizi (+1,3 per cento) e meno nell'industria (+0,6 per cento).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il