Come funziona assenza ingiustificata per lavoratori tessili (Ccnl 2021) e incide su stipendi, tfr, ferie, permessi, pensione

Richiamo, multe, sanzioni, sospensione dello stipendio: regole per assenza ingiustificata di lavoratori con Ccnl tessile

Come funziona assenza ingiustificata per

Come funziona l’assenza ingiustificata per lavoratori con Ccnl tessile 2021?

L’assenza ingiustificata è per i lavoratori con contratto tessile 2021 una violazione di quanto previsto dal Codice disciplinate che implica sanzioni e provvedimenti, anche fino al licenziamento, con sospensione dello stipendio e mancata maturazione di ferie, permessi, quota Tfr e contributi per la pensione. 
 

Come funziona l’assenza ingiustificata per lavoratori con Ccnl tessile 2021? Tutti i lavoratori che prestano lavoro presso una determinata azienda, senza distinzioni o eccezioni, sia dipendenti diretti che in somministrazione, devono conoscere e rispettare il relativo il Codice disciplinare aziendale, evitando di violarne le norme previste. 

Ogni Ccnl prevede tra i comportamenti da osservare nel rispetto del Codice disciplinare il rispetto dell’orario di lavoro stabilito da contratto e il dovere per ogni dipendente di avvisare subito e in maniera tempestiva di eventuali assenze a lavoro, che siano per malattia o per qualsiasi altro motivo per cui ogni lavoratore può usufruire di permessi a lavoro.

Quando le comunicazioni delle assenze a lavoro non vengono effettuate immediatamente e non vengono giustificate nemmeno in un secondo momento, allora si parla di assenza ingiustificata a lavoro, comportamento per cui ogni lavoratore rischia di incorrere in multe, sanzioni e provvedimenti disciplinari che possono arrivare anche al licenziamento. Vediamo cosa accade nel caso di assenza ingiustificata di lavoratori con Ccnl tessile. 

  • Assenza ingiustificata Ccnl tessile regole
  • Assenza ingiustificata Ccnl tessile quando scatta licenziamento
  • Come incide assenza ingiustificata contratto tessile su stipendi, tfr, ferie, permessi, pensione

Assenza ingiustificata Ccnl tessile regole

L’assenza ingiustificata a lavoro per i lavoratori con contratto tessile implica diverse conseguenze che sono, secondo quanto stabilito da Ccnl, richiamo verbale o scritto e il lavoratore ha tempo 5 giorni dal ricevimento della contestazione per presentare le sue giustificazioni, o una multa, fino ad un importo equivalente a due ore dell’elemento retributivo nazionale, o, nei casi di maggiore gravità o di recidiva, la sospensione dal lavoro per un massimo di tre giorni. 

Multa e sospensione dal lavoro possono essere inflitte al lavoratore con Ccnl tessile 2021 che, tra altri eventuali comportamenti, si assenta dal lavoro senza giustificare l’assenza secondo le modalità previste da contratto, a meno che non vi sia un legittimo impedimento a questo.

Assenza ingiustificata Ccnl tessile quando scatta licenziamento

Oltre a multe e provvedimenti disciplinari come richiami e sanzioni, per assenza ingiustificata a lavoro i dipendenti con contratto tessile 2021 rischiano il licenziamento e anche senza preavviso. Il licenziamento in tronco del lavoratore con contratto tessile scatta nel momento in cui lo stesso fa oltre tre giorni di assenza ingiustificata.

E', infatti, considerato legittimo il licenziamento del dipendente che non comunica tempestivamente all'azienda l'assenza, per malattia o altro motivo, a meno che non sussista uno stato di necessità causato dalle gravi condizioni della patologia. 

In particolare, come previsto da contratto tessile, il licenziamento avviene a seguito di assenze ingiustificate per oltre tre giorni lavorativi consecutivi, o per assenze ingiustificate ripetute per tre volte in un anno in giorni seguenti a quelli festivi o alle ferie.

Come incide assenza ingiustificata contratto tessile su stipendi, tfr, ferie, permessi, pensione

L’assenza ingiustificata a lavoro per lavoratori con contratto tessile prevede riduzione o totale sospensione dello stipendio e blocca maturazione di ferie e permessi, quote del Tfr, tredicesima mensilità e incide negativamente ai fini pensionistici. 
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il