Cosa fare se il datore di lavoro o azienda non versa contributi pensione

Versamento dei mancati contributi più interessi e sanzioni: cosa fare se il lavoratore si accorge del mancato regolare pagamento dei contributi da parte di datore di lavoro

Cosa fare se il datore di lavoro o azien

Cosa succede se datore di lavoro o azienda non versa i contributi per la pensione al lavoratore?

Se il lavoratore si accorge o scopre che datore di lavoro e azienda non versa i contributi per la pensione nel può prima rivolgersi all’Inps affinchè effettui le dovute ispezioni o può anche intraprendere un'azione giudiziaria. Se da verifiche e ispezioni dall’Inps emerge che datore di lavoro o azienda hanno violato la normativa lavoristica, sono tenuti al versamento dei contributi mancanti, più interessi e sanzioni. 
 

I contributi previdenziali nel corso della vita lavorativa sono elemento fondamentale per calcolo, e raggiungimento, della pensione finale. In base, infatti, ai contributi versati nel corso della propria attività professionale si ottiene l’importo della pensione finale da percepire una volta a riposo. E’ pertanto importante che ogni lavoratore percepisca da datore di lavoro e azienda il corretto pagamento dei contributi previdenziali per evitare spiacevoli soprese una volta raggiunta la pensione.

Capitano, però, casi in cui si accorge o si scopre che datore di lavoro o azienda non versano i dovuti contributi per la pensione. Cosa fare in questo caso? Cosa si può fare se datore di lavoro o azienda non versano i contributi per la pensione?

  • Cosa fare se il datore di lavoro o azienda non versa contributi pensione
  • Come capire se datore di lavoro e azienda non versano contributi pensione

Cosa fare se il datore di lavoro o azienda non versa contributi pensione

Se il lavoratore si accorge o scopre che datore di lavoro e azienda non versano i contributi per la pensione nel corso dello svolgimento dell’attività e non a fine carriera può prima rivolgersi all’Inps affinchè effettui le dovute ispezioni o può anche intraprendere un'azione giudiziaria.

Se ci si rivolge all’Inps e da verifiche e ispezioni da parte dell’Istituto di Previdenza dovesse effettivamente risultare che datore di lavoro o azienda non ha versato i dovuti contributi per le pensioni al lavoratore, violando la normativa lavoristica, il datore di lavoro o l’azienda è tenuto a versare i contributi mancanti, più interessi e sanzioni.

Intraprendendo l'azione giudiziaria, il lavodatore lavoro azienda contributi pensioneratore danneggiato può citare in giudizio il datore di lavoro o l’azienda per il risarcimento del danno. Se non sono stati versati i contributi al lavoratore in misura superiore a 10mila euro scatta il reato a carico del datore di lavoro. E l’Inps avverte l’autorità giudiziaria che avvia il procedimento penale. 

Come capire se datore di lavoro e azienda non versano contributi pensione

Per capire se datore di lavoro e azienda pagano i contributi per la pensione regolarmente e correttamente è possibile:

  • o rivolgersi alla sede Inps di competenza chiedendo informazioni sul proprio estratto conto contributivo;
  • o seguire la procedura online accedendo direttamente al sito Inps che permette di consultare il proprio estratto conto contributivo (Ecocert) che riporta tutti i dati e le informazioni utili ai fini dei contributi pensionistici;
  • o contattare il numero verde Inps.

Se, una volta controllato il proprio estratto conto contributivo, ci si dovesse accorgere che non risultano contributi versati all'Inps, bisogna innanzitutto capire se mancano per errore dell'Inps o perchè datore di lavoro e azienda non li versano o non li hanno versati regolarmente, dopodicchè il dipendente può chiedere all’Inps di effettuare verifiche nei confronti di datore di lavoro o azienda e, da canto suo, l’Istituto di previdenza si rivolge a datore di lavoro e azienda chiedendo chiarimenti. 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il