Premi che si possono dare ai propri dipendenti e tasse da pagare secondo leggi 2021

Premi che si possono dare ai propri dipendenti e tasse da pagare secondo leggi 2021

Premi che si possono dare ai propri dipe

Quali premi si possono dare ai lavoratori?

I premi ai dipendenti sono una surplus aggiuntivo concesso a un dipendente che si somma allo stipendio. I principali sono i premi di produttività, i premi di rendimento e il premio fedeltà.

C'è sicuramente una certa gratificazione quando si riceve un premio al lavoro. Le ricompense ricondizionano i processi del pensiero umano e sintonizzano il dipendente alle giuste frequenze.

I premi sono stimoli esterni con cui il datore di lavoro incoraggia risposte che contribuiscono all'aumento della produttività, alla maggiore motivazione e a una più forte etica del lavoro. Caratteristica fondamentale dei premi di produzione è la libera facoltà del datore di lavoro a decidere se pagarli.

Di conseguenza sono concessi in maniera occasionale laddove on ci sono norme che prevedono l'obbligo della gratifica retributiva ai dipendenti. Di conseguenza è fondamentale consultare il Contratto collettivo nazionale di lavoro (terziario e servizi, edilizia e legno, alimentari, credito e assicurazioni, tessili, trasporti, meccanici, agricoltura e allevamento, enti e istituzioni private, chimica, poligrafici e spettacolo, marittimi, enti pubblici) per sapere non solo come sono disciplinati i premi ai dipendenti ma anche il trattamento fiscale.

Alcune aziende premiano i dipendenti per i risultati che meritano un riconoscimento speciale. I premi possono essere assegnati dal supervisore immediato o da qualsiasi persona di livello superiore nell'azienda. Analizziamo quindi:

  • Premi produttività 2021 e tasse per i dipendenti
  • Altri riconoscimenti e gratifiche per lavoratori

Premi produttività 2021 e tasse per i dipendenti

I premi ai dipendenti sono una surplus aggiuntivo concesso a un dipendente che si somma allo stipendio. Viene utilizzato da molte aziende come ringraziamento ai dipendenti o a un team che raggiunge obiettivi significativi. Viene offerto anche per migliorare il morale, la motivazione e la produttività dei dipendenti.

Quando un'azienda lega i bonus alle prestazioni può incoraggiare i lavoratori a raggiungere i propri obiettivi, il che a sua volta aiuta l'azienda a raggiungere i propri. Ci sono tre aspetti fondamentali da conoscere. Il premio è una retribuzione aggiuntiva ai guadagni regolari di un dipendente.

Può essere discrezionale (la maggior parte dei casi) o non discrezionale (sulla base del Ccnl o delle norme aziendali interne). I datori di lavoro distribuiscono i premi per una serie di motivi, incluso quello ricompensa per il raggiungimento degli obiettivi individuali o aziendali. Il principale strumento utilizzato dai datori di lavoro come incentivo per i lavoratori a fare sempre meglio ovvero per il raggiungimento degli obiettivi assegnati sono i premi di produttività.

Non è altro che bonus erogato quasi sempre sotto forma di riconoscimento economico. Sul versante tassazione, i premi produttività godono di una imposta sostitutiva del 10% fino a 3.000 euro.

Altri riconoscimenti e gratifiche per lavoratori

I premi di rendimento fanno riferimento al lavoro del dipendente e non a quello collettivo dell'azienda. I lavoratori sono valutati in base a come hanno raggiunto o superato gli obiettivi fissati dalla loro direzione.

Questo tipo di bonus può anche premiare le competenze trasversali che hanno avuto un impatto sulle prestazioni dell'organizzazione, come leadership, comunicazione efficace, risoluzione dei problemi e collaborazione.

Ecco quindi il premio fedeltà per i dipendenti più leali ovvero quelli impiegati da più anni nella stessa azienda. Si tratta di un riconoscimento assegnato in base all'anzianità di servizio. Un tipo molto basilare di programma di premi è la partecipazione agli utili. Una società mette da parte un importo predeterminato come bonus in aggiunta allo stipendio base.

Questi premi dipendono dai profitti dell'azienda, dalla redditività dell'intera azienda o da un determinato settore di attività. A volte vengono dati su tutta la linea, altre in percentuali di compensazione. Lo scopo della partecipazione agli utili è incoraggiare i dipendenti a comprendere in che modo il loro lavoro influisce sulle prestazioni dell'azienda e migliora la redditività.

I piani di incentivazione retributiva adeguatamente progettati e gestiti all'interno di un'azienda che ha una cultura della fiducia possono avvantaggiare sia il dipendente sia il datore di lavoro, motivando e premiando i lavoratori.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il