Se si vende una casa, i figli devono dare il permesso ai genitori o no

Quali sono i casi in cui i genitori per vendere casa hanno bisogno del permesso dei figli: cosa c’è da sapere e chiarimenti

Se si vende una casa, i figli devono dar

Se si vende casa in genitori hanno bisogno del permesso dei figli?

I genitori sono liberi di vendere una casa senza necessario permesso dei figli se la casa è intestata ai genitori stessi o solo ad uno dei due. Quando, invece, la casa da vendere è intestata al figlio minore per donazione o successione, allora serve il permesso dello stesso tramite giudice tutelare.

I genitori possono vendere casa senza permesso dei figli? Quando si è proprietari di una o più case e sei decide di vendere per acquistarne un’altra o semplicemente perché la seconda casa o terza casa non viene usata e rappresenta solo un costo, le soluzioni possono essere o di affittare la casa o di venderla. In presenza di figli, la decisione di vendere una casa può essere o solo dei genitori o anche dei figli che devono darne relativo permesso. Vediamo quando.

  • Quando genitori possono vendere casa senza permesso dei figli
  • Quando serve permesso dei figli ai genitori per vendere casa 

Quando genitori possono vendere casa senza permesso dei figli

Generalmente quando i genitori decidono di vendere una casa possono farlo senza alcun necessario permesso da parte dei figli se la casa è intestata agli stessi genitori o ad uno solo di essi. Se la casa da vendere è, infatti, di proprietà dei genitori non bisogna chiedere il consenso dei figli e si può procedere alla vendita come meglio si crede così come gli stessi genitori sono liberi di impiegare i soldi derivanti dalla vendita come meglio credono.

I genitori possono comunque sempre decidere di vendere una casa o altre proprietà senza che i figli possano opporsi e senza necessità di permessi, considerando che è permesso dalle norme in vigore e solo per eventuali case ricevute in donazione può servire il permesso, perché una eventuale vendita di casa data in donazione al figlio può impoverire il patrimonio dello stesso.

Se, invece, i genitori vendono una casa non impoveriscono il loro patrimonio né quello dei figli ma semplicemente lo trasformano da patrimonio immobiliare a patrimonio mobiliare, cioè i soldi che si ricavano dalla vendita.

Quando serve permesso dei figli ai genitori per vendere casa 

Il discorso cambia quando la casa da vendere è intestata ai figli minori che hanno ricevuto l’immobile per esempio per successione o donazione: per la vendita di una casa intestata a uno o più figli minori serve il permesso. I genitori in questo caso non possono in alcun modo vendere, ipotecare o dare in pegno la casa intestata al figlio se non per necessità o utilità evidente del figlio dopo autorizzazione del giudice tutelare.

Ciò significa che se i genitori decidono di vendere una casa intestata al figlio minore, stando a quanto previsto dalle norme in vigore, devono prima chiedere apposita autorizzazione al giudice tutelare del luogo di residenza del minore. 

Se, però, la casa da vendere è da intestare al figlio minore ma non è ancora entrata a far parte ufficialmente del suo patrimonio perché in attesa dell’accettazione dell’eredità, per esempio, l’autorizzazione alla vendita deve essere data non dal giudice tutelare del luogo di residenza del minore, ma dal Tribunale del luogo in cui è stata aperta la successione. 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il