Honda Jazz: prova su strada e recensioni nuova auto ibrida

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Honda Jazz: prova su strada e recensioni

Prova su strada Honda Jazz

Honda ha sfruttato al meglio il lato più versatile di Jazz grazie a un design degli interni elaborato e intelligente.

La nuova Honda Jazz sembra nata per lo scenario della nuova mobilità. Massima agilità nei viaggi urbani, interni versatili, powertrain ibrido e, per chi cerca un tocco differenziante, una nuova carrozzeria in stile crossover.

Sebbene mantenga l'essenza estetica delle generazioni precedenti, Jazz ha subito una completa trasformazione estetica. Qualcosa che può essere visto in alcuni grandi volumi come è evidente nel suo frontale, in cui spiccano anche ottiche più grandi con una firma luminosa a Led. Esaminiamo da vicino:

  • Prova su strada Honda Jazz

  • Recensioni nuova auto ibrida Honda Jazz

Prova su strada Honda Jazz

Honda Jazz viene proposta in due versioni: una tradizionale molto nella linea dei veicoli urbani, e una seconda variante denominata Crosstar con un approccio all-road. Questa seconda si differenzia per un'altezza leggermente sopraelevata e dettagli estetici come le minigonne, le protezioni dei passaruota e i paraurti specifici, le barre del tetto e la finitura bicolore della carrozzeria.

Un altro dettaglio caratteristico della Jazz è la presenza di un unico motore ibrido. Un sistema di propulsione chiamato e:HEV che è composto da un motore a benzina da 1,5 litri e due unità elettriche, che insieme offrono una potenza di 109 CV. L'utente ha anche tre modalità di guida; EV completamente elettrica, Hybrid in cui le unità di combustione agiscono insieme all'impianto elettrico e Engine, in cui il motore a benzina fornisce la trasmissione direttamente alle ruote.

I dati di prestazioni e consumi della Honda Jazz sono di 9,4 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari, una velocità massima di 175 chilometri orari e un consumo medio di 4,5 litri nella Jazz e di 4,8 litri nella Crosstar per 100 chilometri. Per quanto riguarda le emissioni di CO2, si attestano a 102 grammi per chilometro per la Jazz e 110 grammi per chilometro nella seconda release.

Il veicolo è leggero, agile nelle manovre ed efficace nelle fasi più impegnative, situazione in cui sorprende anche per il basso livello di rumorosità interna. La trasmissione fissa di solito non è un buon alleato, ma la gestione tramite una centralina intelligente dà una sensazione di sportività.

Un altro dei suoi punti di forza è la sua semplicità quando si tratta di interagire con i media di informazione e intrattenimento. Un semplice quadro strumenti digitale e il touchscreen centrale sono disposti su una decorazione dall'aspetto raffinato,lasciando solo i comandi fisici dell'aria condizionata. Le opzioni dell'interfaccia sono state aumentate, essendo configurata con scorciatoie personalizzabili, assistente personale e connessione alle principali applicazioni mobili tramite Apple CarPlay e Android Auto.

Recensioni nuova auto ibrida Honda Jazz

Honda ha sfruttato al meglio il lato più versatile di Jazz grazie a un design degli interni elaborato e intelligente. Distribuendo i componenti del telaio ibrido della trasmissione e all'interno del vano motore, ampio spazio in cui si evidenzia anche la capacità del bagagliaio raggiunto con 298 litri di avviamento, per arrivare a 1.199 litri con sedili ribassati. Inoltre, entrambe le carrozzerie sono dotate del sistema di sedili multiconfigurabile Honda Magic Seats, che consente modifiche alla configurazione rapide e facili per adattare l'area di carico secondo necessità.

Completando l'ampio pacchetto di equipaggiamenti della Jazz Crosstar, Honda incorpora una nuova telecamera panoramica anteriore su cui poggia la responsabilità delle nuove funzioni di sicurezza. Ci riferiamo all'assistente di prevenzione e mitigazione degli incidenti ora con funzione di guida notturna per rilevare pedoni e ciclisti. Di serie sono anche l'Adaptive Cruise Control, il Lane Departure Assist e il Lane Departure System.

Crosstar include anche un sistema di informazione sugli angoli ciechi, un sistema di monitoraggio dell'angolo incrociato e una telecamera posteriore per facilitare le manovre di parcheggio. D'altra parte e come è obbligatorio, il veicolo incorpora ilChiamata di emergenza eCall con sistema di notifica automatica della posizione per l'assistenza stradale in caso di incidente.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: