BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: nessun emendamento in Legge di stabilità. E manca anche soluzione per copertura

Ancora nessuna soluzione per esodati: domani voto Legge Stabilità



Il nuovo decreto Stabilità sarà in discussione domani, martedì 18 dicembre, ma senza alcuna novità, per quanto riguarda precari e ricongiunzioni pensioni. Non si parla ancora, dunque, di una soluzione ultima alla questione esodati che tiene in fibrillazione lavoratori, sindacati e governo da mesi ormai.

Resteranno, dunque, senza risorse gli esodati. I tecnici del Servizio Bilancio del Senato hanno rilevato che le coperture previste dal Ddl stabilità sono inadeguate a tutelare gli altri 10mila esodati conteggiati recentemente, considerando che il provvedimento di salvaguardia prevedeva una copertura dal 2013 al 2020 di 5 miliardi di euro per i primi 65mila esodati, e un esborso di 4,1 miliardi per gli altri 55mila esodati.

Ma, per gli ulteriori 10.130 esodati ci sarebbero appena 554 milioni: cifra decisamente insufficiente, soprattutto perché le domande dei lavoratori che puntano ad essere salvaguardati superano le risorse disponibili.

Basti pensare che tra il 24 luglio e il 21 novembre sono arrivate al ministero del lavoro 20.268 richieste su 7.900 salvaguardie previste dalla legge per i lavoratori con esonero in corso, in congedo per assistenza a figli disabili e cessati accordi individuali e collettivi.

Tra le altre novità previste dalla Legge di Stabilità arrivano 850 milioni in più per allentare i vincoli del patto di stabilità interno, di questi 450 milioni andranno ai comuni, 150 milioni alle province e 250 milioni saranno destinati per ammorbidire i tagli già fatti; i congedi parentali che potranno essere anche su base oraria e la fattura elettronica arriva finalmente anche in Italia; e la situazione precari con almeno 3 anni di servizio nella P.A. che potranno essere riservati fino al 40% dei posti banditi nei concorsi. È possibile anche una selezione per titoli ed esami per valorizzare l'esperienza lavorativa svolta.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il