Esodati: martedì 16 Aprile 2013 approvazione decreto. Novità e misure per pensioni che vi saranno

Domani nuovo decreto esodati: nessuna novità. Quali provvedimenti?



E’ atteso per domani, martedì 16 aprile, il nuovo decreto sugli esodati per cui c’è curiosità ma di cui si sa che non apporterà alcun cambiamento sostanziale, né tanto meno sarà previsto un allargamento della platea dei soggetti beneficiari di tutela, semplicemente dovrà definire meglio i requisiti e gli schemi per andare in pensione con una semplificazione delle norme Inps già previste.

Sono, dunque, ancora incerte del tutto le soluzioni che attendono gli esodati, cioè quelle migliaia di lavoratori che con l’avvento delle nuove norme previste della riforma Fornero rischiano di rimanere senza lavoro e senza pensione, ad eccezione, sulla carta, dei 130mila salvaguardati con i primi tre decreti passati che tutelano una prima platea di 65mila lavoratori, una seconda platea di 55mila e una terza di ultimi 10mila lavoratori individuati.

Il decreto, dunque, darà il via libera alle richieste per i 10mila salvaguardati previsti dalla legge di stabilità. Altro grande problema è quello del rifinanziamento degli ammortizzatori sociali, richiesta alla base della manifestazione indetta proprio per il 16 aprile da Cgil, Cisl e Uil davanti al Parlamento.

Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, ha detto: “Mi spiacerebbe lasciare questo problema che sarà imminente per il nuovo governo”. Secondo le stime dei sindacati, solo per la cassa in deroga di quest'anno manca circa un miliardo di euro. “Ma se mettiamo insieme tutte le richieste, dalla riduzione della pressione fiscale agli ammortizzatori, ha spiegato il ministro, non ci stiamo con gli equilibri economici”.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il
Puoi Approfondire