BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati e Legge di Stabilità Governo Letta: modifiche e cambiamenti con ultimi emendamenti

Nuove risorse per esodati con nuova Legge di stabilità: verso l’approvazione ufficiale



Ad annunciarlo è stato il l viceministro dell'Economia Stefano Fassina: arrivano nuove risorse per gli esodati. Un emendamento del governo alla Legge di stabilità ancora in discussione stanzia 950 milioni fino al 2020 per altri 17mila esodati da salvaguardare.

Nel testo del ddl era già prevista la salvaguardia per 6mila persone. La misura prevede un finanziamento di 203 milioni di euro per il 2014, 250 milioni per il 2015, 197 milioni per il 2016, 110 milioni per il 2017, 83 milioni per il 2018, 81 milioni per il 2019 e 26 milioni per il 2020. Il viceministro dell’Economia aveva in realtà già annunciato qualche giorno fa annunciato che il governo avrebbe presentato un ‘intervento importante’ sugli esodati.

Senza troppo sbilanciarsi sulle cifre, Fassina aveva parlato di “risorse cospicue per salvaguardare coloro che dovevano andare in pensione nel 2014 e che rimarrebbero senza nulla”. Si tratta di 20mila persone che vanno ad aggiungersi ai 6mila già ‘salvati’ dal Senato (con un costo superiore ai 120 milioni) durante la prima lettura della manovra economica.

Le risorse per salvare gli esodati dovrebbero essere trovate nel fondo che servirà anche a tagliare il cuneo fiscale e che verrà alimentato dai capitali esportati all’estero attraverso l’accordo con la Svizzera e dai frutti della spending review. La speranza è che quanto comunicato in numeri e cifre venga effettivamente rispettato per porre una volta per tutte fine ad una questione così ingarbugliata che per mesi non ha trovato risoluzione. Ma le risorse necessarie per tutelare tutti son tante e difficilmente riusciranno ad essere reperite in tempo per tutti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il