BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Samsung Galaxy S5, S4, Htc One 2 M8, S4 Mini: Android 5.0 e Android 4.4.4 aggiornamento 3 Italia, Wind, Vodafone, Tim e no brand

C'è il sostanziale silenzio degli operatori telefonici italiani su tempi e modi di rilascio di Android 4.4.4 KitKat e Android 5.0 Lollipop.




Sono due gli aggiornamenti di sistema operativo che stanno coinvolgendo gli smartphone Android. Da una parte c'è Android 4.4.4 KitKat e dall'altra Android 5.0 Lollipop. Soprattutto in riferimento a quest'ultima release, sono diversi i produttori che hanno già diramato l'elenco dei dispositivi che supporteranno l'upgrade. I tempi non sono brevi, tuttavia si tratta di una gradita schiarita in un contesto di indiscrezioni e speculazioni. A sorprendere è piuttosto il silenzio degli operatori telefonici TIM, Wind, Vodafone, 3 Italia sulla questione. Sembra che finora non sia stato diffuso un solo tweet.

Le certezze sono per ora rappresentate dal rilascio di Android 5.0 Lollipop per Nexus 5, Nexus 4, Nexus 7 2013 e Nexus 7 2012. A questi si affiancano Nexus 6, Nexus 9 e Nexus Player su cui è già preinstallato. In casa Samsung porte aperte sul top di gamma Galaxy S5 e su Samsung Galaxy Note 4, Samsung Galaxy Note 3, Samsung Galaxy Alpha. Arriverà nei prossimi mesi anche su HTC One M8, HTC One M7 e HTC One Mini e forse su HTC One Mini 2, HTC One Max, HTC Desire Eye, HTC Desire 820, HTC Desire 816, HTC Desire 610.

Certo il rilascio su LG G2 e LG G3, forse anche su LG G Pad 8.3, LG L Fino, LG L Bello, LG G3 s, LG G Pad 7.0, LG G Pad 8.0, LG G Pad 10.1. Giochi fatti anche in casa Sony. L'aggiornamento sarà scaricabile e installabile Xperia Z, Xperia ZL, Xperia ZR, Xperia Tablet Z, Xperia Z1, Xperia Z1s, Xperia Z Ultra, Xperia Z1 Compact, Xperia Z2, Xperia Z2 Tablet, Xperia Z3, Xperia Z3v, Xperia Z3 Compact, Xperia Z3 Tablet Compact e Xperia Z Ultra Google Play edition. Potrebbero essere coinvolti anche i dispositivi Huawei con Ascend P7, Ascend P6, Ascend G7, Ascend G630, Mate 7 e MediaPad X1.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il