BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Morgan Stanley e Goldman Sachs a rischio fallimento. Banche mondiali mettono liquidità nelle Borse

Lehman Brothers ha dichiarato la bancarotta, l’Aig è stata salvata dal Tesoro americano, le Borse europee ed asiatiche continuano ad essere instabili.



Lehman Brothers ha dichiarato la bancarotta, l’Aig è stata salvata dal Tesoro americano, le Borse europee ed asiatiche continuano ad essere instabili, dopo il crollo di questi ultimi giorni, e le notizie dagli Usa continuano a non piacere per niente. Le paure per il rischio fallimento anche di Morgan Stanley e Goldman Sachs, fanno affondare ancora una volta Wall Street e le Borse asiatiche.

Altalenante l'avvio di seduta sulle piazze europee, all'indomani del mercoledì che ha fatto sfumare 124 miliardi di euro. A dare spinta ai mercati, le principali banche centrali che hanno deciso interventi di finanziamento di mercato. Gli interventi di cui si parla sono quelli ad opera di Bce, Fed, e gli Istituti di Canada, Inghilterra, Svizzera e Giappone.

La Bce ha offerto 40 miliardi di dollari, la Fed ha autorizzato un importo di 180 miliardi, la Boe ha reso noto che offrirà inizialmente 40 miliardi, la Banca nazionale elvetica ha alzato l'importo a 27 miliardi e la BoJ fino a 60 miliardi. Così gli indici europei sono rimbalzati. Mentre cambia il volto della finanza internazionale: dopo Bear Stearn, fusa nei mesi scorsi con Jp Morgan, scomparsa Lehman Brothers, Merrill Lynch è stata rilevata da Bank of America.

A Londra, inoltre, Hbos è stata acquistata nella notte da Lloyds. In una nota le banche centrali di Stati Uniti, Giappone, Europa, Canada, Gran Bretagna e Svizzera fanno sapere che continueranno a lavorare insieme e a prendere misure appropriate per far fronte alle crescenti misure sui mercati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il