BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Accordo Enel e Edf per la costruzione di centrali nucleari in Italia. Come funzionerà

Sviluppo Nucleare Italia srl: la nuova joint venture italo francese per la costruzione di centrali nucleari in Italia



Enel e Edf hanno costituito una nuova joint venture denominata ‘Sviluppo Nucleare Italia srl’, con il compito di realizzare gli studi di fattibilità per la costruzione in Italia di almeno 4 centrali nucleari con la tecnologia di terza generazione avanzata Epr. L’iniziativa era stata già previsto dal Memorandum of understandign firmato da Enel e Edf il 24 febbraio scorso durante il summit Francia-Italia di Roma.

Questo prevedeva che Enel estendesse la sua partecipazione al programma nucleare francese entrando con una quota nel reattore di Penly e che le due società studiassero la fattibilità di almeno quattro unità di terza generazione avanzata del tipo Epr da costruire in Italia attraverso società a maggioranza relativa di Enel. L'obiettivo annunciato era quello di rendere la prima unità italiana operativa sul piano commerciale non oltre il 2020.

Ora, Enel e Edf possiederanno il 50% ciascuno della joint venture e la società, a responsabilità limitata e di diritto italiano, avrà sede a Roma. La gestione di Sviluppo Nucleare Italia Srl sarà affidata ad un cda di otto membri: quattro designati da Edf, tra i quali il presidente ed il vice presidente, e quattro da Enel, tra i quali rientrerà l'amministratore delegato.

Poi, al termine degli studi di fattibilità e delle decisioni sugli investimenti, verrà costituita una società ad hoc per la costruzione, la proprietà e la messa in esercizio di ciascuna centrale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il