Come funziona assenza ingiustificata per personale Ata (Ccnl 2021) e incide su stipendi, tfr, ferie, permessi, pensione

Regole, sanzioni, provvedimenti disciplinari e sospensione dello stipendio: cosa implica l’assenza ingiustificata a lavoro del personale Ata

Come funziona assenza ingiustificata per

Come incide l’assenza ingiustificata del personale Ata su stipendi, pensioni, ferie, permessi?

Stando a quanto stabilito da Ccnl 2021, l’assenza ingiustificata a lavoro per il personale Ata incide su stipendi, maturazione di ferie e permessi, Tfr r e pensione in maniera assolutamente negativa perché comporta la perdita della retribuzione nella misura di 1/30 per ogni giorno di assenza riconosciuta ingiustificata e la non validità del periodo di assenza ingiustificata né ai fini pensionistici e previdenziali né per qualsiasi altra maturazione di elementi a lavoro.
 

Come funziona assenza ingiustificata per personale Ata (Ccnl 2021)? Il personale Ata della scuola comprende collaboratori scolastici e tecnici e amministrativi con precise mansioni da svolgere che variano a seconda delle Aree professionali di appartenenza. 

Le diverse Aree di appartenenza degli Ata sono, infatti, Area A, che comprende collaboratori scolastici che si occupano dei servizi generali della scuola con mansioni di accoglienza e di sorveglianza degli alunni, nei periodi che precedono e seguono le attività didattiche, di pulizia dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi, di vigilanza e assistenza durante il pasto, di custodia e di sorveglianza generica sui locali della scuola e di collaborazione con i docenti; Area A super, che comprende collaboratori scolastici addetti alle aziende agrarie nelle scuole con indirizzo agrario o forestale; Area B, che comprende assistenti amministrativi addetti alla custodia e alla registrazione del materiale, dell'archivio e del protocollo, che abbiano una specifica preparazione professionale e capacità di esecuzione delle procedure anche con uso di strumenti informatici; assistenti tecnici addetti al supporto tecnico dello svolgimento delle attività didattiche, garantendo la funzionalità dei laboratori; ma anche infermieri, cuochi, e guardarobieri; Area C, che comprende coordinatore amministrativo che può sostituire il DSGA (Direttore dei servizi generali e amministrativi) e coordinatore tecnico; e Area D, che comprende il direttore dei servizi generali e amministrativi, che si occupa dei servizi generali amministrativo-contabili e dell’organizzazione delle attività di tutto il personale ATA.

Come ogni altro Ccnl, il contratto Ata prevede norme specifiche relative allo svolgimento del lavoro del relativo personale, stabilendo diritti e doveri dei lavoratori, a partire dalla rigida e regolare osservanza dell’orario di lavoro. Vediamo allora cosa accade nel caso di assenza ingiustificata a lavoro di un Ata.

  • Assenza ingiustificata persona Ata regole in vigore
  • Come incide assenza ingiustificata Ata su stipendi, tfr, ferie, permessi, pensione

Assenza ingiustificata persona Ata regole in vigore

E' considerata ingiustificata l’assenza non motivata nei tempi e nelle modalità previste da legge e contratto. Stando, infatti, a quanto stabilito dal Ccnl Ata 2021, quando un dipendente Ata ha necessità di assentarsi dal lavoro, per malattia o altro qualsiasi motivo, ha il dovere di avvisare tempestivamente la scuola della sua assenza, inviando poi, nel caso di malattia, relativo certificato. In caso contrario, si incorre nell'assenza ingiustificata, con tutti i rischi e le conseguenze che ne derivano.

I lavoratori con contratto Ata, in quanto dipendenti pubblici, non possono interrompere il rapporto di lavoro per motivi diversi da quelli previsti dal proprio Ccnl e l’interruzione del rapporto di lavoro unilaterale da parte di tali dipendenti rappresenta una sua violazione degli obblighi contrattuali e pertanto si configura come assenza ingiustificata.

Le conseguenze immediate dell’assenza ingiustificata sono perdita di retribuzione e sanzioni disciplinari che, a seconda dell’entità della mancanza, fino al licenziamento con preavviso e decadenza dall’impiego

Il Dirigente scolastico nel caso di assenza ingiustificata di un dipendente Ata deve subito procedere alla contestazione del fatto, alla valutazione delle eventuali giustificazioni presentate da parte dell’interessato e, nel caso in cui le ritenesse non valide, procedere ad emanare il relativo Decreto di assenza ingiustificata e ad aprire il procedimento disciplinare a carico dell’interessato.

Come incide assenza ingiustificata Ata su stipendi, tfr, ferie, permessi, pensione

L’assenza ingiustificata a lavoro per il personale Ata incide su stipendi, maturazione di ferie e permessi, Tfr r e pensione in maniera assolutamente negativa perché comporta:

  • perdita della retribuzione nella misura di 1/30 per ogni giorno di assenza riconosciuta ingiustificata;
  • non validità del periodo di assenza ingiustificata né ai fini pensionistici e previdenziali, né ai fini dell’anzianità di servizio, né ai fini della maturazione di ferie, permessi, quota Tfr, tredicesima mensilità, ecc.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il