Contributi figurativi per la pensione riconosciuti per ogni figlio con attuali leggi 2021

Contributi figurativi per la pensione riconosciuti per ogni figlio con attuali leggi 2021

Contributi figurativi per la pensione ri

Quanti sono i contributi figurativi per la pensione riconosciuti per ogni figlio?

Per le donne lavoratrici le leggi attuali 2021 prevedono la possibilità di ottenere uno sconto di 4 mesi di contributi figurativi per ogni figlio avuto utile sia a raggiugere la pensione finale sia al calcolo della stessa, e fino ad un massimo di 12 mesi per lavoratrice con 3 o più figli.

Per andare in pensione in Italia è necessario raggiungere un determinato requisito anagrafico e contestuale requisito contributivo, per esempio per andare in pensione di vecchiaia bisogna raggiungere 67 anni di età e maturare almeno 20 anni di contributi, per andare in pensione con quota 100 bisogna raggiungere 62 anni di contributi e almeno 38 anni di contributi, o maturare solo il requisito contributivo.

Per andare in pensione anticipata, infatti, bisogna maturare 42 anni e dieci mesi di contributi per gli uomini e un anno in meno, 41 anni e dieci mesi, per le donne, a prescindere dal requisito anagrafico. I contributi da versare per il raggiungimento della pensione non sono solo quelli obbligatori ma anche i contributi figurativi, tra gli altri, permettono di maturare il requisito pensionistico, qualsiasi sia la forma pensionistica con cui si decide di uscire.

Le leggi attuali 2021 prevedono il versamento dei contributi figurativi in una serie di condizioni che non permettono al lavoratore o alla lavoratrice di lavorare regolarmente con conseguente versamento dei contributi obbligatori in modo da permettere di coprire tutti i periodi di contribuzione. Vediamo in questo pezzo quali sono i contributi figurativi per la pensione riconosciuti per ogni figlio.

  • Contributi figurativi per la pensione riconosciuti per ogni figlio
  • Contributi figurativi per la pensione riconosciuti per ogni figlio a chi spettano
  • Contributi figurativi per ogni figlio per maternità come funzionano


Contributi figurativi per la pensione riconosciuti per ogni figlio

Stando a quanto previsto dalle leggi attuali 2021, durante il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro per la nascita di un figlio, le lavoratrici hanno a percepire l’indennità di maternità e l’intero periodo è coperto dal versamento a carico dell’Inps dei contributi figurativi.

Generalmente, i contributi figurativi per la maternità che vengono versati per ogni figlio sono di 5 mesi, tali da coprire il periodo di astensione dal lavoro per maternità che ha durata, appunto, di 5 mesi. La contribuzione figurativa spettante ha durata di 5 mesi anche nel caso di parto gemellare.

Anche in questo caso, infatti, l’astensione obbligatoria dal lavoro per maternità non subisce variazioni e resta comunque di 5 mesi. Esistono forme di pensioni contributive per cui vengono riconosciuti per ogni figlio avuto contributi figurativi utili al raggiungimento della pensione.

In particolare, per le donne lavoratrici le leggi attuali 2021 prevedono uno sconto di 4 mesi di contributi figurativi per ogni figlio avuto utile sia a raggiugere la pensione finale sia al calcolo della stessa, e fino ad un massimo di 12 mesi per lavoratrice con 3 o più figli.

Il riconoscimento di 4 mesi di contributivi figurativi per ogni donna che ha un figlio, e fino ad un massimo di tre figli, permette alle stesse donne lavoratrici di anticipare fino ad un anno il momento della pensione e, contestualmente, di aumentare il montante contributivo per il calcolo della pensione di vecchiaia.

Contributi figurativi per la pensione riconosciuti per ogni figlio a chi spettano

E' bene però sapere che lo sconto di 4 mesi di contributi figurativi spetta solo alle lavoratrici che possono accedere alla pensione contributiva. In particolare, lo sconto di 4 mesi di contributi per ogni figlio spetta alle donne che:

  • hanno versato contributi versati dopo il 31 dicembre 1995;
  • possono scegliere per il calcolo nella Gestione Separata Inps;
  • scelgono l’opzione contributiva per il calcolo della pensione e hanno meno di 18 anni di contributi versati prima del 1996 ma almeno un contributo versato entro la stessa data e che hanno almeno 5 anni di contributi versati dopo il 1 dicembre 1995.

Contributi figurativi per ogni figlio per maternità come funzionano

I contributi figurativi versati per ogni figlio durante il periodo della maternità sono contributi versati alla lavoratrice dall’Inps senza alcun onere a carico della lavoratrice. Per il versamento dei contributi figurativi per maternità deve essere presentata apposita domanda all’Istituto di Previdenza da parte della lavoratrice, esattamente come accade per altre forme di contribuzione figurativa, come per malattia o infortunio.

Una volta presenta e accolta la domanda, l’Inps accredita alla lavoratrice i dovuti contributi figurativi che concorrono ai fii del raggiungimento e del calcolo della pensione finale.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il