I vantaggi e gli svantaggi dei fondi pensione di categoria 2021 a confronto con altri tipi

Il regime pensionistico è quindi una forma di sicurezza e redditività dopo la fine della carriera lavorativa che consente di garantire la vita per la pensione.

I vantaggi e gli svantaggi dei fondi pen

Quali sono pro e contro dei fondi pensione di categoria?

Un piano di fondi pensione di categoria ha vantaggi fiscali. La differenza con altri prodotti di investimento è che il beneficiario non può sempre riscattare i soldi quando vuole.

Il funzionamento dei fondi pensione di categoria non è complicato. In maniera sintetica, un risparmiatore decide di investire i suoi soldi nel piano e i gestori dei fondi pensione hanno il compito di far crescere i soldi investendo secondo i limiti fissati dalla politica di investimento del piano.

I piani pensionistici sono preziosi perché hanno un impatto sul futuro dei dipendenti ovvero al momento del ritiro a vita privata. Incoraggiare i lavoratori a risparmiare per la pensione, attraverso piani disponibili sul posto di lavoro, è un modo semplice per affrontare il problema. Approfondiamo quindi i pro e i contro dei fondi pensioni e quindi quali sono i fattori che i lavoratori devono considerare prima di aderire a questa soluzione:

  • Vantaggi fondi pensione di categoria 2021

  • Svantaggi fondi pensione di categoria 2021

Vantaggi fondi pensione di categoria 2021

I piani dei fondi pensione di categoria 2021 possono essere contrattati dalle aziende e sono versamenti in contributi periodici, non necessariamente mensili, da parte dei dipendenti che aderiscono al piano durante la loro attività e da contributi aggiuntivi da parte delle aziende.

Le risorse sono impiegate in fondi a reddito fisso, azioni, titoli, immobili, prestiti e altri tipi di investimenti che consentono la redditività attesa. In un secondo momento, i partecipanti ricevono un reddito mensile prelevato da tutti i risparmi accumulati. In generale, quando vanno in pensione. Entrambi possono essere creati e gestiti dalla società in quanto possono essere mantenuti dai broker, dagli assicuratori o da altre istituzioni che saranno incaricate dell'investimento dei fondi e dell'amministrazione del denaro.

Se il piano pensionistico è stato basato sul reddito rispetto ai benefici aziendali, può incoraggiare i dipendenti a lavorare in modo più motivato e produttivo. I fondi pensioni di categoria portano benefici fiscali per l'azienda e per i dipendenti, poiché sono regolati da un regime fiscale diverso rispetto allo stipendio base. I contributi versati possono essere dedotti in dichiarazione dei redditi con un tetto massimo annuo pari a 5.164,57 euro.

I rendimenti maturati nel corso della gestione del conto individuale subiscono un prelievo fiscale di favore con aliquota al 12,5% sui rendimenti da Titoli di Stato, e al 20% sui rendimenti da altri impieghi. L'imposizione minima applicata a tutte le altre tipologie di rendimenti finanziari è al 26%. La rendita e il capitale ricevuti al termine della vita lavorativa sono tassati con un’aliquota del 15%, che si riduce dello 0,30% all’anno, per ogni anno di permanenza nel Fondo pensione oltre il quindicesimo, fino ad un’aliquota minima del 9%.

Svantaggi fondi pensione di categoria 2021

Il regime pensionistico è quindi una forma di sicurezza e redditività dopo la fine della carriera lavorativa che consente di garantire la vita per la pensione. Un piano di risparmio redditizio fin dal giorno della sua formalizzazione in quanto hanno vantaggi fiscali.

La situazione attuale e le aspettative per l'evoluzione della previdenza sociale si trovano in un momento delicato che fa supporre che, in futuro, il sistema di protezione pubblica si avvicinerà a un minimo complemento. I fondi pensione di categoria 2021 sono quindi un'opzione da considerare per redditività e vantaggi fiscali per completare la pensione pubblica. Ma ci sono anche altri aspetti da considerare.

Poiché i piani pensionistici sono contratti a lungo termine, tali operazioni comportano rischi finanziari, attuariali e fiscali. Poiché dipendono dal mercato finanziario, potrebbero non avere la redditività necessaria per far fronte agli impegni.

Il rischio attuariale si riferisce a un possibile esaurimento prematuro delle risorse risparmiate e il rischio fiscale deriva dalla possibilità che un piano pensionistico, che riceve incentivi fiscali, venga utilizzato come piano di benefici mascherati, il che è illegale. La differenza con altri prodotti di investimento è che il beneficiario non può sempre riscattare i soldi quando vuole. Ecco perché si dice che non sono un prodotto liquido.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il